Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 17 Giugno 2019 Lunedì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1 risultato

10 Novembre 2017 Venerdì 00:00
Nowhere People
Il diritto ad avere una nazionalità è un diritto umano fondamentale e la cittadinanza ha un’importanza cruciale per poter godere degli altri diritti umani. Tuttavia, milioni di persone in tutto il mondo ne sono privi. Le persone apolidi sono spesso senza identità giuridica, cittadini di nessun paese, e si ritrovano così a essere tra le persone più vulnerabili e invisibili al mondo. Senza nazionalità, chi è apolide non riesce a godere di molti diritti e gli viene preclusa una piena partecipazione alla società: non può registrare la nascita dei suoi figli, non riesce ad andare a scuola, lavorare legalmente, viaggiare liberamente, possedere proprietà o ottenere documenti di identità o passaporti. La mostra "Nowhere People" rivela l'impatto dell'apolidia sulle persone e su intere comunità attraverso immagini provenienti da Bangladesh, Nepal, Ucraina, Italia, Malta, Paesi Bassi e Serbia. Gli scatti sono del fotografo Greg Constantine, impegnato negli ultimi 11 anni a portare alla ribalta le storie delle persone apolidi in tutto il mondo e dare un volto umano a questo problema globale. L’UNHCR, Agenzia ONU per i Rifugiati lavora per affrontare le cause e le conseguenze dell'apolidia. Nel 2014 ha lanciato la campagna #IBelong per porre fine all’apolidia nel mondo entro il 2024.
© Fondazione Musica per Roma - Auditorium Parco dell... L'Auditorium Parco della Musica, gestito dalla Fon... Copyright 2009 - Fondazione Musica per Roma
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1 risultato

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito