Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 25 Febbraio 2020 Martedì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1 risultato

29 Gennaio 2018 Lunedì 21:00
Anat Cohen & Marcello Gonçalves
Anat Cohen e Marcello Gonçalves presentano al pubblico del Parco della Musica “Outra Coisa”. I timbri del clarinetto e della chitarra a 7 corde si uniscono per dare leggerezza, eleganza, allegria, piacere e libertà alla musica di Moacir Santos, uno di più innovatori e influenti compositori brasiliani. Un incontro tra un chitarrista brasiliano e una musicista jazz, che suonano una musica già nata cosmopolita, come se la “negritudine” della musica di Moacir, fosse già un amalgama di diverse culture. Il risultato suona curiosamente familiare sia per i brasiliani che per gli americani, per un parallelismo quasi immediato con Getz/Gilberto. Nel caso di Anat Cohen questo è ancora più intenso perché il suo proprio stile è già il risultato di questa somma di influenze. Dalla musica classica al jazz, passando dalla musica brasiliana, colombiana, venezuelana, cubana. Lo stile orchestrale della chitarra 7 corde di Marcello Gonçalves rendono possibile che le idee contrappuntistiche di Moacir siano incorporate nella sua conduzione ritmica, oltre ad un dialogo costante con la melodia, con un effetto cameristico raro. Un progetto che da un nuovo sapore alla musica di Moacir, restando fedele alla sua opera per la sua precisione nella scrittura ma anche per la libertà che la sua musica suggerisce. Se per Moacir il clarinetto è stato il suo primo strumento, è stata la chitarra di Baden Powell che per prima ha registrato la sua opera. Baden ha studiato con Moacir e la serie dei Afro-Sambas è nata a partire di esercizi di composizione fatti durante le lezioni con Moacir.
© Fondazione Musica per Roma - Auditorium Parco dell... L'Auditorium Parco della Musica, gestito dalla Fon... Copyright 2009 - Fondazione Musica per Roma
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1 risultato

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito