Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 17 Agosto 2018 Venerdì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1 risultato

13 Febbraio 2018 Martedì 06:02
Pietro Veronese "Ruanda"

25/03/18

Auditorium Parco della Musica

Nell’aprile-luglio 1994 il mondo assistette passivamente a una delle più grandi tragedie della storia contemporanea. Circa un milione di Tutsi ruandesi furono sterminati dalle milizie Hutu e dall’esercito governativo. La profezia di Primo Levi si avverava: «È accaduto, quindi può accadere di nuovo». Come aveva potuto il tradizionale dualismo della società ruandese – gli Hutu agricoltori, i Tutsi allevatori – trasformarsi in una macchina di odio e di annientamento, in una guerra civile e poi in un genocidio? La storia del Novecento ci fornisce alcune risposte, che vanno ricercate nella politica dell’amministrazione coloniale belga tra le due guerre e poi nei governi Hutu del Ruanda indipendente, prima sostenuti dal Belgio, poi dalla Francia, e sempre benedetti dalla Chiesa. Quella che i media del 1994 tendevano a dipingere come l’ennesima manifestazione di tribalismo fu in realtà il frutto avvelenato dell’incontro tra l’uomo bianco e gli africani.
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Incontri
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1 risultato

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito