Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 22 Luglio 2018 Domenica
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1 risultato

16 Aprile 2018 Lunedì 11:32
I Martedì della Natura: Urban Art e Ambiente - abbattere i muri dell’indifferenza

20/04/18

Punto Informativo del Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri (CUFAA)

Il ciclo di incontri istituzionali aperti al pubblico ‘I MARTEDI’ DELLA NATURA’, organizzati dal Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri, questa settimana prosegue, ed anzi raddoppia, con l’appuntamento ‘speciale’ di venerdì 20 aprile che tratta un tema dal titolo insolito: “URBAN ART E AMBIENTE - abbattere i muri dell’indifferenza”
A curare l’evento, questa volta, sono stati i ragazzi del Liceo Plinio Seniore di Roma, coinvolti insieme con l’Arma dei Carabinieri nel progetto ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO, dedicato alle diverse forme di comunicazione in materia ambientale.
Nel corso dell’incontro, che si svolge alle 18.00 presso il Parlamentino delle Foreste di Via G. Carducci 5, interviene Francesco Galvano – Presidente dell’associazione “Arte e Città a colori”, accompagnato da tre artisti: Aurora Agrestini, Gabriele Ferramola e Marco Tarascio – in arte Moby Dick – che ci fanno conoscere le loro storie e ci illustrano alcuni aspetti di una forma d’arte pubblica e volta a valorizzare i contesti cittadini. Anche un'occasione di ammirare un Live painting (realizzazione di pittura dal vivo), ed alcune dimostrazioni a sorpresa delle tecniche impiegate dagli artisti.
Arte e Città a Colori è un’associazione nata per la riqualificazione di aree urbane, con il contributo di famosi Street artists del panorama italiano ed internazionale. Nel suo progetto originario, promosso da NSA Roma Nord, era prevista la realizzazione di murales presso alcune delle stazioni ferroviarie di Roma e dintorni, grazie alla collaborazione di RFI (Rete Ferroviaria Italiana, proprietaria delle stazioni) che ha inizialmente fornito il suo sostegno e al Terzo Municipio che ha patrocinato l’intero progetto (da qui il nome iniziale di Arte in stazione e città a colori).
Un numeroso gruppo di Street Artists, in forma volontaria e gratuita, ha messo a disposizione le proprie capacità artistiche e realizzato murales presso le stazioni di Settebagni, Giustiniana, Nomentana, Pavona, Olgiata, Gemelli. L’obiettivo degli artisti è stato cercare di ricreare temi legati alla vita quotidiana per trasformare le stazioni, luoghi significativi, ma spesso ‘distratti’ nella vita di una comunità e simbolo del movimento e dell’incontro, in luoghi da rispettare e proteggere. Le stazioni, anche attraverso l’arte, acquisiscono così una propria identità e possono divenire il punto di partenza per una riqualificazione del territorio.
La street art è un’espressione artistica nata nelle grandi metropoli, che si è evoluta in maniera simbiotica con lo svilupparsi della cultura e della società. Le sue origini risalgono agli anni sessanta, come manifestazione di ribellione da parte di minoranze etniche, segregate nei ghetti delle principali città americane, specialmente Philadelphia e New York.

Oggi street art e urban art popolano le città colorando gli edifici, soprattutto in periferia, con rappresentazioni originali e variegate. Negli ultimi anni si è sviluppata in questi artisti, una forte sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali, in particolar modo riguardo all’inquinamento, al surriscaldamento globale, e all’azione distruttiva dell’uomo nei confronti della natura.

Gli street artists, usano le loro opere come stimolo per far riflettere i passanti su ciò che l’uomo sta sacrificando in nome di uno sviluppo economico incentrato sul denaro. Gli artisti utilizzano diversi sistemi per trasmettere questo messaggio in maniera incisiva ed efficace: creano immagini provocatorie, di impatto, spesso lugubri, ironiche e grottesche in modo da scuotere le coscienze degli abitanti della città, che vengono colti di sorpresa da immagini pungenti ed irriverenti, e quindi stimolati alla riflessione.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Incontri
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1 risultato

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito