Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 11 Dicembre 2018 Martedì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1 risultato

11 Ottobre 2018 Giovedì 10:01
Andy Warhol in mostra al Vittoriano - MiraMuseo

11/11/18

Complesso del Vittoriano (Ala Brasini)

 Andy Warhol nasce a Pittsburgh nel 1928 e a lui si deve e la nascita di uno dei movimenti artistici più importanti del Novecento: la Pop Art.
La sua caratteristica vincente era la ripetizione e il colore!
Entra ventenne nel mondo della pubblicità e ne rivoluziona il linguaggio, o meglio, utilizza il linguaggio pubblicitario per opporsi all’intellettualismo del movimento in voga in quegli anni a New York. Stiamo parlando dell’ Espressionismo astratto di Rothko e Pollok.
Andy Warhol prende dalla realtà i prodotti e li eleva ad opere d’arte utilizzando tutti i mezzi espressivi a disposizione.
Blasfemia e celebrazione, adesione e rifiuto coabitano stabilmente in tutte le sue opere: pubblicizza le multinazionali nelle sue opere, ma è un ardito critico della società dei consumi.
La ripetizione seriale di personaggi famosi include quella di Marylin Monroe: come per le scatole di Campbell’s soup anche il volto della diva si trasforma nell’icona di un desiderio di massa.
Ogni modulo possiede una gamma cromatica diversa e un trattamento specifico,  Il ritratto fotografico viene manipolato da Andy Warhol attraverso un processo di solarizzazione e di viraggio fotografici. Si ottiene un effetto decorativo totale perchè ogni opera non è a se ma ideata come una parte dell’intera installazione.

 

© 060608.it > Eventi e spettacoli > Visite guidate e...
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1 risultato

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito