Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 18 Gennaio 2019 Venerdì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1-10 di 19 risultati >>

11 Gennaio 2019 Venerdì 11:36
El Cimarrón Ensemble Duo

15/01/19

Forum Austriaco di Cultura

Christina Schorn-Mancinelli (chitarra) e Ivan Mancinelli (marimba) interpretano brani vivaci e accesi di Manuel de Falla, Anders Koppel, Ney Rosauro, Helmut Jasbar e Marcello Filotei.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

9 Gennaio 2019 Mercoledì 09:49
EUROPAinDANZA

da 01/03/19 a 03/03/19

The Church Village, The Church Village - Centro Congressi

IV edizione
Direzione artistica Alessandro Rende e Steve La Chance

Lezioni, audizioni, un concorso e un premio dedicato: EUROPAinDANZA, appuntamento unico nel suo genere, saluta la sua IV edizione nell’esclusivo “The Church Village” di Roma.

Numerosi infatti gli eventi e gli appuntamenti in programma che promettono di accogliere nomi internazionali della danza e opportunità prestigiose in una maratona di tre giorni che racchiude le realtà europee e italiane formative più rinomate. Per tutti i partecipanti si tratta di una prestigiosa vetrina per farsi notare e conoscere, ma anche di un’occasione concreta per essere selezionati senza necessariamente spostarsi da una nazione all’altra. Punta di diamante di EUROPAinDANZA sono proprio le audizioni di Scuole e Compagnie da tutto il mondo che, all’interno delle kermesse capitolina, organizzano le loro selezioni italiane in esclusiva.

La creazione di EUROPAinDANZA nasce dal desiderio e dall’ostinata convinzione che sia necessario diffondere l’arte coreutica attraverso corsi, stages, concorsi e audizioni di alto livello per promuovere il linguaggio coreutico, favorire lo scambio, il confronto e la conoscenza tra danzatori e operatori del settore nazionali e internazionali, attraverso lezioni e master classes con insegnanti di acclamate dance company ed enti di formazione eccellenti della danza internazionale. La kermesse è rivolta a ballerini, coreografi, insegnanti, visitatori e appassionati dell’arte di Tersicore.

Sabato 2 marzo si svolge anche il Premio EUROPAinDANZA, un riconoscimento che vuole premiare gli artisti e gli addetti ai lavori della danza che si sono distinti per eccellenza, talento e professionalità: allievi di scuole professionali, danzatori professionisti, studiosi, maestri, giornalisti che grazie al loro lavoro hanno contribuito a diffondere e promuovere la danza in tutte le sue declinazioni.

Formazione, aggiornamento e opportunità si arricchiscono con il Concorso EUROPAinDANZA che si svolge nella giornata conclusiva, domenica 3 marzo alla presenza di una giuria internazionale proveniente da prestigiose Istituzioni della danza di tutto il mondo. Il Concorso è rivolto a solisti, passi a due e gruppi provenienti da Scuole di danza.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

20 Dicembre 2018 Giovedì 10:41
Milonga del barrio

21/12/18

Barrio - Club lanciani

Milonga con lezione pre serata di Tango con il Maestro argentino Mariano Galeano + SHOW dei talentuosi Tania Gutierrez e Sebastian Avedano. 

 Salon blanco
 21.00_22.30 – Cena al Ristorante
 21.30_22.30 – Lezione Tango Open Class “Secuencias para bailar en espacios reducidos con cambios ritmicos” con Mariano Galeano
 22.30_02.00 – Milonga Tango Tradizionale TDj Giuseppe Clemente
 dopo la mezzanotte Show Tania Gutierrez & Sebastian Avedano
Salon negro
 22.30_02.00 – Tango Non Tradizionale Antonello Casalini

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

19 Dicembre 2018 Mercoledì 10:59
Kudoku

da 04/01/19 a 05/01/19

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Kudoku

Coreografia e danza Daniele Ninarello 
Musica dal vivo Dan Kinzelman (tenor sax, percussion and electronics)
| dramaturgo Carlotta Scioldo <
Produzione Codeduomo e Novara Jazz (curatore Enrico Bettinello)
Con il supporto di CSC Centro per la Scena Contemporanea Bassano del Grappa 

 

Il compositore Dan Kinzelman e il coreografo Daniele Ninarello per la prima volta si incontrano in un territorio di esplorazione comune: lo spazio come luogo in cui esercitare e trasfigurare il corpo, sonoro e fisico, la sua precarietà, la sua impermanenza, la fatica della resistenza.

Dan Kinzelman lavora improvvisando dal vivo con l’elettronica, mescolando sintesi, rumori interni delle macchine e feedback, assieme a suoni generati dagli strumenti che da anni utilizza maggiormente: sax, clarinetto, flauti, stratificando i vari elementi con l’ausilio di una loop station.

Nel comporre la parte coreografica Daniele Ninarello, oltre a ricercare nel campo a lui abituale della composizione istantanea, opera in un territorio che si crea dal dialogo continuo con il paesaggio sonoro e le informazioni che da questo riceve per contattare quei fili invisibili che uniscono corpo e spazio. La sperimentazione sonora e quella corporea tendono dunque a tradurre gli elementi percettivi attravarso cui l’evolversi della figura umana si rende visibile.

Qualcosa all’interno del corpo vibra costantemente come una minaccia: è il caos, il rumore interno delle cicatrici e dei pensieri. E riguarda tutti. Soltanto la danza può assestare progressivamente queste tracce nel qui e ora. E ripulire lo sguardo, trovare pace. Come un vero e proprio mantra fisico da esplorare nella sua continuità, perimetro muto di un pensiero correttamente liberato.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

13 Dicembre 2018 Giovedì 11:28
Tango al Barrio

14/12/18

Barrio - Club lanciani

Salon blanco
21.00_23.30 – Cena o Pinsa su prenotazione 335.591.3434
21.30_22.30 – Lezione “Sequenzia para Tango e Milonga” con Laura Grandi & Dante Culcuy
22.30_03.00 – Milonga Tango Tradizionale TDj SuperSabino
dopo la mezzanotte Show Laura Grandi & Dante Culcuy

Salon negro
 22.30_03.00 – Tango Non Tradizionale TDj Simone Cieri

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 12:42
Salvo Lombardo, Levidelfool, gruppo nanou e Simona Bertozzi.

19/12/18

Teatro India - Teatro di Roma

l progetto Alphabet progetto di scrittura per una danza possibile di gruppo nanou è un processo di ricerca coreografica pluriennale. Ogni episodio è l’analisi di un aspetto della composizione coreografica per evidenziare le regole di una pratica e le ragioni di una scelta. 

Così Resa, Alphabet è la verifica della tesi, l’applicazione di regole compositive coreografiche per raggiungere la resa o restituzione che i danzatori operano sulla scena durante la performance per gli spettatori.
Lessico, Alphabet genera un discorso che utilizza le parole per determinare la lettura dell’azione innescando un percorso circolare tra parola e azione.

Relazione, Alphabet, realizzato in collaborazione con Spellbound/Daf Dance Arts Faculty, si focalizza sullo spazio come generatore della partitura fisica individuale e collettiva nella trasmissione da coreografo alle giovani danzatrici Carlotta Fanelli, Eloise Listuzzi, Jane Llaha. L’applicazione di un metodo generativo e compositivo si applica a tre figure estranee alla quotidianità del linguaggio di gruppo nanou. I tre danzatori mantengono le loro fisicità rispettando il dispositivo coreografico, determinando un incontro tra la composizione e le loro attitudini.

Lo spettacolo Yorick, un Amleto dal sottosuolo de Leviedelfool parte da Amleto, atto V scena I in cui il teschio del buffone viene ritrovato dai becchini mentre seppelliscono il corpo di Ofelia. Interpellato dal dramma, Yorick assiste dal sottosuolo allo spettacolo che si sta svolgendo sopra di lui. Il sottosuolo si nutre dello scorrere eterno del dramma, in superficie, mentre Yorick incarna il sottosuolo, il non visibile, ciò che si nasconde alla ragione umana e ciò che emerge nei sogni. Il sottosuolo diviene lo spazio libero dell’immaginazione, abitato da un pensiero che è obliquo più che retto, capace di evocare quei poeti definiti pazzi. Il dispositivo Il pensiero obliquo è l’ulteriore obliquità. Perché gli obiettivi si perseguono meglio per via indiretta. La prospettiva autorizza a non fermare la caduta e ad indagare un ulteriore sottosuolo là dove il vento del Fool sparpaglia oggetti e significati, spazza la casa, riesumando non più il suo teschio, ma l’interezza del suo farneticare.

Simona Bertozzi/Nexus con il progetto Wonder(L)and, ha aperto un territorio di pratiche e di visioni in cui i linguaggi del corpo e la coreografia sono sostanza e strumento per la creazione di un sottobosco di invenzioni performative il cui filo conduttore è dettato da una comune aderenza all’idea di stupore e meraviglia. Tre dispositivi presentati al festival: il solo Flow on river, un’immersione in azioni transitorie, guizzi, addensamenti, radicamenti e fioriture, strategie passeggere per ricredersi e ricrearsi la meraviglia; Urto che si colloca nella scia di gesti e evocazioni lasciata da Flow on river e intende appoggiare, sui volumi aperti della coreografia, il peso specifico di keywords, visioni, letture che hanno costituto il glossario dell’intero orizzonte immaginifico del progetto Wonder(L)and nella diversità e promiscuità dei suoi singoli eventi; lo spettacolo Anatomia che nasce dall’incontro tra due corpi uno biologico, l’altro sonoro. È il diagramma delle loro linee di forza, traiettorie e dislocazioni, fenditure nello spazio e forme in cui si dispiega il tempo: rapporti tra velocità e lentezza.  

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 06:02
Cristian Martín / Selene Muñoz / Albert Hernández Lledó y Irene Tena

17/01/19

Auditorium Parco della Musica

Il Festival di Danza Spagnola e Flamenco presenta alcuni dei più interessanti giovani talenti, coreografi e danzatori emergenti, del nuovo ballet flamenco.
Apre la serata la ballerina ispano-danese Selene Muñoz che presenta due coreografie, Eye of Night e Shake. Vincitrice di vari premi internazionali, Selene e il percussionista svedese Stephan Jarl portano da anni in tutto il mondo le loro singolari pièce in cui mescolano il neo-flamenco con ritmi e musica di culture diverse, operando con una sensibilità e uno stile che hanno garantito ai due artisti il riconoscimento internazionale.
Presenta due soli Cristian Martín, uno dei talenti più promettenti della nuova generazione. Danzatore versatile dalla formazione eterogenea e coreografo, presenta Caña e Ser, due sue creazioni che indagano i nuovi codici della danza spagnola in un viaggio tra tradizione e avanguardia.
Albert Hernández e Irene Tena, diplomati presso il Conservatorio Professional de Danza di Barcellona e vincitori di numerosi premi, ormai da diversi anni portano avanti una personale ricerca artistica mossi da una forte inquietudine creativa. Amor Mojado en sal e Antaño mio, i due progetti coreografici in programma all’Auditorium, esplorano in maniera diversa le complesse e a volte violente relazioni tra maschile e femminile.
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

11 Dicembre 2018 Martedì 06:02
PONTUS LIDBERG / DANISH DANCE THEATRE

14/02/19

Auditorium Parco della Musica

Coreografo, regista e danzatore, Pontus Lidberg, direttore artistico dal 2018 del Danish Dance Theatre presenta, a Equilibrio Festival 2019 - Aurora Boreale a Roma una nuova coreografia indipendente,  Siren, che prende il nome dalle creature mitologiche che attiravano i marinai con il loro canto, costringendoli a gettarsi in mare. Il lavoro evoca il desiderio di Ulisse, impossibile da soddisfare, e il canto delle Sirene come fonte di impulso creativo. Non racconta il mito, ma si ispira ai suoi temi: il desiderio, la creatività e, inaspettatamente, la solitudine. Siren, su musica originale del compositore svedese Stefan Levin, comprende proiezioni di film concettuali che dialogano con la danza. Acqua, e immagini dell’acqua, creano un mondo definito dal mare. Nel mito, è questo il luogo in cui vivono le Sirene e i marinai possono perdersi e morire.  

 
Per SIREN, la Sonata per pianoforte n. 18 in sol maggiore di Franz Schubert incontra, si fonde e contrasta con la musica originale del compositore svedese Stefan Levin, che continuerà la sua esplorazione di strumenti acustici mescolati a suoni urbani sintetizzati. Levin immagina una “sinfonia” nell’accezione barocca del “suonare insieme”: la nuova elettronica suonerà insieme a strumenti a corde acustici, e il risultato suonerà insieme a Schubert.
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

11 Dicembre 2018 Martedì 06:02
MATS EK

10/02/19

Auditorium Parco della Musica

Dopo la decisione di qualche anno fa di ritirarsi dall’attività, torna alla danza il Maestro Mats Ek. Il grande coreografo e regista sarà protagonista di una serata, nell'ambito di Equilibrio Festival 2019 - Aurora Boreale a Roma,  dove presenterà una celebrazione della danza della maturità con tre coreografie: Memory (2004) duetto di Mats Ek e Ana Laguna; Axe (2015), in cui Ana Laguna balla al fianco del ballerino francese Yvan Auzely; il video di Old and Door (1991), coreografia creata da Mats Ek, per la madre Birgit Cullbert  pioniera della danza moderna in Svezia.

Memory Un uomo segue il filo dei ricordi, e il palcoscenico si trasforma nello spazio che divideva con la sua donna. Il passato diventa presente, ciò che era perduto si fonde in una nuova realtà.
Old and Door Una vecchia oltrepassa una porta. Una porta che conduce a ricordi, desideri e timori. Ma che si apre anche verso spazi ignoti, stanze mai visitate prima d’ora.
Axe Spaccare legna da ardere; per lui una questione di importanza pratica, per lei un preoccupante atto di violenza. Le loro visioni contrastanti provocano un confronto. Il risultato è una nuova unione. L’accetta è ancora affilata.
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

11 Dicembre 2018 Martedì 06:02
Zero Visibility Corp.

12/02/19

Auditorium Parco della Musica

Nei recessi freddi e bui della Svalbard Global Seed Vault è conservata l’origine della vita. Sotto la direzione dell’ONU, qui si custodisce il futuro del mondo. Questo scenario fa da sfondo alla produzione Frozen Songs della celebre coreografa norvegese Ina Christel Johannessen, realizzata in collaborazione con i danzatori del suo ensemble Zero Visibility Corp., i video artisti cinesi Feng Jiangzhou e Zhang Lin e il duo musicale belga Stray Dogs. Questa performance riunisce sul palco artisti norvegesi e internazionali per dar vita a un’esperienza artistica straordinaria incentrata su una questione quanto mai attuale e importante: la sopravvivenza.
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1-10 di 19 risultati >>

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito