Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 17 Ottobre 2018 Mercoledì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1-10 di 1224 risultati >>

12 Dicembre 2017 Martedì 10:12
27 e 28 dicembre Centro di Documentazione e Biblioteca aperti su appuntamento

Mercoledì 27 e giovedì 28 dicembre il Centro di Documentazione e la Biblioteca del Museo di Roma Palazzo Braschi sono aperti previo appuntamento da fissare nella settimana precedente (dott.ssa Angela Maria D’Amelio 06 67108428 - angelamaria.damelio@comune.roma.it)

Servizi attivi:
consultazione SIMART
consultazione libri Biblioteca

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

29 Novembre 2017 Mercoledì 12:53
Giovedì 30 novembre dalle ore 12.00 sospeso il servizio di ricerca su SIMART

Giovedì 30 novembre 2017 dalle ore 12.00 il servizio di ricerca su SIMART è temporaneamente sospeso per aggiornamento software.
Ci scusiamo per il disagio

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

27 Novembre 2017 Lunedì 15:21
Online il nuovo sito del Sistema Musei Civici

Il portale dedicato ai Musei in Comune cambia veste e lascia spazio ad una nuova versione molto più funzionale e coinvolgente.

Grazie a una migliore navigabilità e una resa grafica più efficace e performante l’accesso alle sezioni diventa più intuitivo e sono valorizzati i contenuti storico artistici curati dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

6 Novembre 2017 Lunedì 11:53
Ultima settimana per i Viaggi nei Fori. Fino al 12 novembre spettacoli al Foro di Augusto e di Cesare a cura di Piero Angela e Paco Lanciano

Ultimi giorni, fino al 12 novembre, per i Viaggi nell’antica Roma al Foro di Augusto e al Foro di Cesare che, per il quarto anno consecutivo, hanno raccolto un successo straordinario tra cittadini e turisti: 110.000 spettatori (dato aggiornato al 20 ottobre) e un ottimo livello di soddisfazione.

Da una serie di interviste condotte su un campione di circa 700 spettatori è stato rilevato un altissimo gradimento sulla qualità degli spettacoli, con una media di 2,86 su 3 e una percentuale di molto/abbastanza soddisfatti pari al 98%. Il profilo complessivo dei visitatori intervistati è costituito per la maggioranza da cittadini romani (54%), in possesso di un titolo di laurea o specializzazione superiore (57%), soprattutto appartenenti alle fasce dei 45-54 anni (21%), 26-34 anni (18%), e 55-64 anni (13%).

Viaggi nell’antica Roma racconta il Foro di Augusto e il Foro di Cesare partendo da pietre, frammenti e colonne presenti, con l’uso di tecnologie all’avanguardia. Gli spettatori vengono accompagnati dalla voce di Piero Angela e da magnifici filmati e proiezioni che ricostruiscono quei luoghi così come si presentavano nell’antica Roma: una rappresentazione emozionante e allo stesso tempo ricca di informazioni dal grande rigore storico e scientifico.
Grazie ad appositi sistemi audio con cuffie gli spettatori assistono a uno spettacolo di effetti speciali e musiche, raccontato da Piero Angela in 8 lingue (italiano, inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese).
Fino al 12 novembre gli spettacoli seguiranno questi orari:
Foro di Augusto alle ore 19.00 – 20.00 – 21.00 e Foro di Cesare (con spettacoli ogni 20 minuti) ore 18.20 – 22.00.
Due storie e due percorsi nell’antica Roma da vivere separatamente (singolo spettacolo € 15 intero; € 10 ridotto) ma anche in forma combinata nella stessa serata o in due serate diverse (combinato Foro di Cesare + Foro di Augusto intero € 25; ridotto € 17). È possibile acquistare i biglietti in loco solo per la data corrente (la sera stessa), o tramite il numero 060608, nei Punti Informativi Turistici e sul sito web dedicato    www.viaggioneifori.it.
“Viaggi nell’antica Roma”, 2 storie e 2 percorsi promossi da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e prodotti da Zètema Progetto Cultura. L’ideazione e la cura sono di Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso e con la Direzione Scientifica della Sovrintendenza Capitolina.

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

3 Novembre 2017 Venerdì 15:05
Sabato sera con Hokusai

30.000  visitatori in 3 settimane e dal 4 novembre  apertura fino alle 23.30 ogni sabato
30.000 visitatori in 3 settimane per la grande mostra    “Hokusai. Sulle orme del Maestro”: un successo straordinario che durante il fine settimana raggiunge i 2.000 ingressi giornalieri. Per rispondere alle numerose richieste del pubblico e agevolare la visita durante il fine settimana, offrendo l’ulteriore vantaggio della suggestione notturna, dal prossimo 4 novembre partiranno le aperture straordinarie del sabato sera fino alle 23:30 (con ultimo ingresso alle 22:30).

L’esposizione è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con il supporto dell’Ambasciata Giapponese, organizzata da MondoMostre Skira e Zètema Progetto Cultura e curata da Rossella Menegazzo.

Attraverso 200 opere tra silografie policrome e dipinti su rotolo (esposte in due rotazioni per motivi conservativi legati alla fragilità dei materiali) provenienti dal Chiba City Museum of Art e da importanti collezioni giapponesi come Uragami Mitsuru Collection e Kawasaki Isago no Sato Museum, oltre che dal Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone di Genova, la mostra intende illustrare la produzione del Maestro in fecondo confronto con quella di alcuni tra gli artisti che, seguendo le sue orme,dettero vita a nuove linee, forme, equilibri di colore all'interno del tradizionale filone dell’ukiyoe. Tra questi Keisan Eisen, apprezzato sia in patria sia tra gli estimatori europei di arte giapponese dell’Ottocento per i suoi ritratti di beltà che furono presi a modello anche da Van Gogh. Tra le opere di Eisen - la cui figura artistica è presentata in Italia per la prima volta in questa mostra - è la bellissima e imponente figura di cortigiana che Van Gogh dipinge alle spalle di Père Tanguy nell'omonimo ritratto, pubblicata anche in copertina del Paris Le Japon Illustré nel 1887.

Il percorso espositivo si articola in cinque sezioni che offrono una selezione di immagini legate ai soggetti più alla moda e maggiormente richiesti dal mercato dell’epoca: MEISHŌ: mete da non perdere; Beltà alla moda; Fortuna e buon augurio; Catturare l’essenza della natura e Manga e manuali per imparare.

Nella prima sezione (MEISHŌ: mete da non perdere) tra le numerose opere emergono i due rotoli dipinti con il Monte Fuji protagonista, messi a confronto per la prima volta: il “Monte Fuji all’alba” dipinto da Hokusai 1843 - che mostra il tocco leggero e puntuale del Maestro nella resa del riverbero rosato delle luci dell’aurora sul monte e sui campi ai suoi piedi - in rapporto significativo con “Veduta del monte Fuji nel ‘piccolo sesto mesquasi e’' realizzato nel 1837 da Totoya Hokkei (1780-1850). L'abile allievo di Hokusai raffigura il monte avvolto da un cerchio nebuloso biancastro con la cima coperta dal cappuccio di neve. In questa sezione è presentato anche un album di Hokusai che raffigura le cinquantatre stazioni del Tōkaidō abbinate ad attività quotidiane e mestieri tipici, stampate con minuzia di particolari e pochi vivacissimi colori.

Nella seconda sezione (Beltà alla moda) si potranno osservare il repertorio di immagini legate  al mondo della seduzione: raffinati dipinti su carta o su seta nel formato del rotolo verticale da appendere, firmati da Hokusai, da Eisen e dagli allievi più vicini a Hokusai, tra cui Teisai Hokuba, Katsushika Hokumei, Ryūryūkyo Shinsai, Gessai Utamasa. Sono inoltre presenti le più popolari silografie, policrome o con il solo colore blu, in cui Eisen eccelle: tra queste  la figura intera di cortigiana copiata più volte da Van Gogh pubblicata anche sul Paris Illustré. Le Japon del 1 maggio 1886. Sempre di Eisen si potranno ammirare alcune “immagini pericolose” (abunae), così chiamate perché rimandavano a scene amorose, come per esempio l' album in dodici fogli di grande formato, uno per ogni mese dell’anno.

Nella terza sezione (Fortuna e buon augurio) sono esposti alcuni surimono di Hokusai di grande formato orizzontale che raffigurano alcune delle stazioni del Tōkaidō, accanto a surimono di Eisen, realizzati invece nel piccolo formato quadrato, che rappresentano località ma soprattutto oggetti scelti per il loro valore simbolico e benaugurale legato a un preciso momento dell’anno, della stagione, delle festività e delle credenze popolari. Per la prima volta sono mostrati undici rotoli dipinti di una serie di dodici, firmati da Hokusai, con figure di saggi e immortali, oltre a figure del repertorio del teatro kyōgen.

Nella quarta sezione (Catturare l’essenza della natura), tra l’altro, saranno messi a confronto due dipinti di Hokusai di medesimo soggetto - la tigre e il bambù - uno del 1818 e uno del 1839. Ugualmente si potranno apprezzare gli stili di Hokusai ed Eisen nella resa del soggetto della carpa.

Nella quinta sezione (Manga e manuali per imparare) oltre ai famosissimi manuali di Hokusai stampati con il solo contorno nero-grigio e qualche tocco di vermiglio leggerissimo, si ammireranno, tra le altre opere in mostra, alcune pagine del Libro illustrato. La borsa di broccato (raccolta di motivi decorativi per artigiani) del 1828 di Eisen.

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

3 Novembre 2017 Venerdì 15:05
Sabato sera con Hokusai

30.000  visitatori in 3 settimane e dal 4 novembre  apertura fino alle 23.30 ogni sabato
30.000 visitatori in 3 settimane per la grande mostra    “Hokusai. Sulle orme del Maestro”: un successo straordinario che durante il fine settimana raggiunge i 2.000 ingressi giornalieri. Per rispondere alle numerose richieste del pubblico e agevolare la visita durante il fine settimana, offrendo l’ulteriore vantaggio della suggestione notturna, dal prossimo 4 novembre partiranno le aperture straordinarie del sabato sera fino alle 23:30 (con ultimo ingresso alle 22:30).

L’esposizione è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con il supporto dell’Ambasciata Giapponese, organizzata da MondoMostre Skira e Zètema Progetto Cultura e curata da Rossella Menegazzo.

Attraverso 200 opere tra silografie policrome e dipinti su rotolo (esposte in due rotazioni per motivi conservativi legati alla fragilità dei materiali) provenienti dal Chiba City Museum of Art e da importanti collezioni giapponesi come Uragami Mitsuru Collection e Kawasaki Isago no Sato Museum, oltre che dal Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone di Genova, la mostra intende illustrare la produzione del Maestro in fecondo confronto con quella di alcuni tra gli artisti che, seguendo le sue orme,dettero vita a nuove linee, forme, equilibri di colore all'interno del tradizionale filone dell’ukiyoe. Tra questi Keisan Eisen, apprezzato sia in patria sia tra gli estimatori europei di arte giapponese dell’Ottocento per i suoi ritratti di beltà che furono presi a modello anche da Van Gogh. Tra le opere di Eisen - la cui figura artistica è presentata in Italia per la prima volta in questa mostra - è la bellissima e imponente figura di cortigiana che Van Gogh dipinge alle spalle di Père Tanguy nell'omonimo ritratto, pubblicata anche in copertina del Paris Le Japon Illustré nel 1887.

Il percorso espositivo si articola in cinque sezioni che offrono una selezione di immagini legate ai soggetti più alla moda e maggiormente richiesti dal mercato dell’epoca: MEISHŌ: mete da non perdere; Beltà alla moda; Fortuna e buon augurio; Catturare l’essenza della natura e Manga e manuali per imparare.

Nella prima sezione (MEISHŌ: mete da non perdere) tra le numerose opere emergono i due rotoli dipinti con il Monte Fuji protagonista, messi a confronto per la prima volta: il “Monte Fuji all’alba” dipinto da Hokusai 1843 - che mostra il tocco leggero e puntuale del Maestro nella resa del riverbero rosato delle luci dell’aurora sul monte e sui campi ai suoi piedi - in rapporto significativo con “Veduta del monte Fuji nel ‘piccolo sesto mesquasi e’' realizzato nel 1837 da Totoya Hokkei (1780-1850). L'abile allievo di Hokusai raffigura il monte avvolto da un cerchio nebuloso biancastro con la cima coperta dal cappuccio di neve. In questa sezione è presentato anche un album di Hokusai che raffigura le cinquantatre stazioni del Tōkaidō abbinate ad attività quotidiane e mestieri tipici, stampate con minuzia di particolari e pochi vivacissimi colori.

Nella seconda sezione (Beltà alla moda) si potranno osservare il repertorio di immagini legate  al mondo della seduzione: raffinati dipinti su carta o su seta nel formato del rotolo verticale da appendere, firmati da Hokusai, da Eisen e dagli allievi più vicini a Hokusai, tra cui Teisai Hokuba, Katsushika Hokumei, Ryūryūkyo Shinsai, Gessai Utamasa. Sono inoltre presenti le più popolari silografie, policrome o con il solo colore blu, in cui Eisen eccelle: tra queste  la figura intera di cortigiana copiata più volte da Van Gogh pubblicata anche sul Paris Illustré. Le Japon del 1 maggio 1886. Sempre di Eisen si potranno ammirare alcune “immagini pericolose” (abunae), così chiamate perché rimandavano a scene amorose, come per esempio l' album in dodici fogli di grande formato, uno per ogni mese dell’anno.

Nella terza sezione (Fortuna e buon augurio) sono esposti alcuni surimono di Hokusai di grande formato orizzontale che raffigurano alcune delle stazioni del Tōkaidō, accanto a surimono di Eisen, realizzati invece nel piccolo formato quadrato, che rappresentano località ma soprattutto oggetti scelti per il loro valore simbolico e benaugurale legato a un preciso momento dell’anno, della stagione, delle festività e delle credenze popolari. Per la prima volta sono mostrati undici rotoli dipinti di una serie di dodici, firmati da Hokusai, con figure di saggi e immortali, oltre a figure del repertorio del teatro kyōgen.

Nella quarta sezione (Catturare l’essenza della natura), tra l’altro, saranno messi a confronto due dipinti di Hokusai di medesimo soggetto - la tigre e il bambù - uno del 1818 e uno del 1839. Ugualmente si potranno apprezzare gli stili di Hokusai ed Eisen nella resa del soggetto della carpa.

Nella quinta sezione (Manga e manuali per imparare) oltre ai famosissimi manuali di Hokusai stampati con il solo contorno nero-grigio e qualche tocco di vermiglio leggerissimo, si ammireranno, tra le altre opere in mostra, alcune pagine del Libro illustrato. La borsa di broccato (raccolta di motivi decorativi per artigiani) del 1828 di Eisen.

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

31 Ottobre 2017 Martedì 12:21
Domenica 05 novembre 2017, ingresso gratuito nei musei civici per i residenti a Roma e nell'area della Città Metropolitana

Anche    domenica 05 novembre, come tutte le prime domeniche del mese, torna l’ingresso gratuito nei Musei Civici della città per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana con molte iniziative per bambini ed adulti e una    grande varietà di mostre da visitare.

Non rientra nelle gratuità la mostra     HOKUSAI. Sulle orme del Maestro, al Museo dell’Ara Pacis.

Inoltre, come prima domenica del mese,  il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali  sarà aperto al pubblico gratuitamente dalle ore 8.30 alle 16.30,  con l’ultimo ingresso alle 15.30. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso alla Colonna di Traiano e, dopo il  percorso con passerella attraverso i Fori di Traiano e Cesare, i visitatori proseguiranno  attraverso il  breve camminamento nel Foro di Nerva che permette di accedere al Foro Romano, mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato.

Fanno parte dei Musei in Comune: Musei Capitolini; Centrale Montemartini; Mercati di Traiano; Museo dell’Ara Pacis; Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; Museo delle Mura; Museo di Casal de’ Pazzi; Villa di Massenzio; Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina; Museo di Roma Palazzo Braschi; Museo Napoleonico; Galleria d’Arte Moderna; MACRO Via Nizza; MACRO Testaccio; Museo Carlo Bilotti; Museo Pietro Canonica; Museo di Roma in Trastevere; Musei di Villa Torlonia; Museo Civico di Zoologia.

Iniziative ideate e promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Servizi museali Zètema Progetto Cultura.

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

31 Ottobre 2017 Martedì 12:21
Domenica 05 novembre 2017, ingresso gratuito nei musei civici per i residenti a Roma e nell'area della Città Metropolitana

Anche    domenica 05 novembre, come tutte le prime domeniche del mese, torna l’ingresso gratuito nei Musei Civici della città per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana con molte iniziative per bambini ed adulti e una    grande varietà di mostre da visitare.

Non rientra nelle gratuità la mostra     HOKUSAI. Sulle orme del Maestro, al Museo dell’Ara Pacis.

Inoltre, come prima domenica del mese,  il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali  sarà aperto al pubblico gratuitamente dalle ore 8.30 alle 16.30,  con l’ultimo ingresso alle 15.30. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso alla Colonna di Traiano e, dopo il  percorso con passerella attraverso i Fori di Traiano e Cesare, i visitatori proseguiranno  attraverso il  breve camminamento nel Foro di Nerva che permette di accedere al Foro Romano, mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato.

Fanno parte dei Musei in Comune: Musei Capitolini; Centrale Montemartini; Mercati di Traiano; Museo dell’Ara Pacis; Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; Museo delle Mura; Museo di Casal de’ Pazzi; Villa di Massenzio; Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina; Museo di Roma Palazzo Braschi; Museo Napoleonico; Galleria d’Arte Moderna; MACRO Via Nizza; MACRO Testaccio; Museo Carlo Bilotti; Museo Pietro Canonica; Museo di Roma in Trastevere; Musei di Villa Torlonia; Museo Civico di Zoologia.

Iniziative ideate e promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Servizi museali Zètema Progetto Cultura.

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

26 Ottobre 2017 Giovedì 12:29
Dal 27 ottobre, e per tutto novembre, ingresso ridotto a "L'Ara com'era" per i possessori di biglietto della Festa del Cinema di Roma

Anche    “L’Ara com’era” festeggia il grande cinema. 
Ingresso ridotto per i possessori del biglietto della Festa del Cinema di Roma 2017 dal 27 ottobre fino al 26 novembre (spettacoli il venerdì e il sabato dalle 19.30 alle 23, ultimo ingresso alle ore 22) ed eccezionalmente anche mercoledì 1 e giovedì 2 novembre (spettacoli dalle 20.00 alle 24.00, ultimo ingresso alle ore 23)

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

26 Ottobre 2017 Giovedì 12:29
Dal 27 ottobre, e per tutto novembre, ingresso ridotto a "L'Ara com'era" per i possessori di biglietto della Festa del Cinema di Roma

Anche    “L’Ara com’era” festeggia il grande cinema. 
Ingresso ridotto per i possessori del biglietto della Festa del Cinema di Roma 2017 dal 27 ottobre fino al 26 novembre (spettacoli il venerdì e il sabato dalle 19.30 alle 23, ultimo ingresso alle ore 22) ed eccezionalmente anche mercoledì 1 e giovedì 2 novembre (spettacoli dalle 19.30 alle 23.00, ultimo ingresso alle ore 22)

© Portale dei Musei in Comune Feed - Notizia
| | musei |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1-10 di 1224 risultati >>

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito