Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 6 Dicembre 2019 Venerdì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

7 risultati

5 Dicembre 2019 Giovedì 17:41
Wannabe

08/12/19

Spazio Rossellini - Polo Culturale Multidisciplinare Regionale

Wannabe

concept Fabritia D’Intino e Federico Scettri
coreografia e danza Fabritia D’Intino
musica Live: Federico Scettri
compagnia Chiasma/Salvo Lombardo

Wannabe è una collaborazione tra la coreografa Fabritia D’Intino ed il musicista Federico Scettri.

Una riflessione sul rapporto tra danza e musica nella cultura contemporanea partendo dall’immaginario della televisione, dei club e dei videoclip. Una normalità fatta di ripetizioni seducenti ed influenti in cui il corpo femminile esiste solo in versione iper-sessualizzata.
La cultura pop occidentale diviene base contemplativa del corpo in movimento in un viaggio fisico di riconoscimento e liberazione da alcuni di quei codici che ci appartengono e ci rappresentano.
Wannabe è il motore ad andare oltre i propri limiti in una celebrazione del mainstream che ci nutre e ci muove, malgrado noi.

Outdoor dance floor
ideazione, coreografia e regia Salvo Lombardo
performance Daria Greco, Salvo Lombardo
vj set Daniele Spanò
dj set Bunny Dakota (aka Martina Ruggeri\Industria indipendente)
produzione Chiasma, Roma

In Outdoor dance floor lo spazio fisico del music club e della Club culture diventa una dimensione ibrida in cui il ballo e la musica si fanno territorio di liberazione dei corpi e occasione per l’affermazione di una “politica” del corpo che trascende convenzioni sociali e di genere. L’azione coreografica è restituita tramite sequenze di movimento imitabili e sostenute dalla pulsazione musicale, sonora e visiva di un live set multimediale composto da sonorità digitali e industriali, techno, synth pop, tropical, R&B ed innesti sinfonici.
Dopo l’azione coreografica, il pubblico sarà invitato ad inserirsi nel flusso dell’azione per sperimentare attraverso il ballo nuove dinamiche relazionali.
Outdoor dance floor vuole incarnare un atto di pura condivisione, socialità e aggregazione di corpi.

La serata è inserita all’interno del programma del progetto speciale “Performativa”, una rassegna di teatro e danza contemporanea in cartellone per la BiennaleMArteLive 2019.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

27 Novembre 2019 Mercoledì 15:26
Lo schiaccianoci

da 20/12/19 a 26/12/19

Auditorium Conciliazione

Lo schiaccianoci
musiche di Čaikovskij

regia e coreografia di Luciano Cannito

Basata sulla versione originale di Petipa del celebre balletto, nella nuova produzione di Fabrizio di Fiore Entertaiment per la Roma City Ballet Company.

Rappresentato per la prima volta al Marijnskij di San Pietroburgo il 5 dicembre 1892. Il soggetto si basa sulla famosissima favola “Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi” di ETA Hoffmann, sogno-incubo della piccola Clara nella notte di Natale.

Nella versione coreografica di Luciano Cannito, ruolo determinante lo ha il misterioso Drosselmeyer, figura fantastica che riconosce in Clara la purezza infantile e decide di regalarle nella notte di Natale un sogno meraviglioso nel mondo delle favole, guidata dal Principe Schiaccianoci e dalla Fata Confetto, in un regno fatato di giocattoli che diventano figure animate, principi e principesse e che ne fanno il titolo di balletto del repertorio classico più rappresentato al mondo.

Per questa nuova edizione espressamente prodotta da Roma City Ballet Company, i costumi sono stati creati da Giusi Giustino e le scene da Italo Grassi, entrambi artisti i cui lavori sono rappresentati nei maggiori teatri del mondo.

Accanto al Corpo di Ballo e ai danzatori solisti del Roma City Ballet Company due coppie di primi ballerini ospiti, impegnati nei ruoli del Principe Schiaccianoci e della Fata Confetto e che si alterneranno nelle recite: la prima formata da due “principal dancers” del Teatro dell’Opera di Berlino, Ksenia Ovsyanick e Dinu Tamazlacaru; la seconda proveniente da New York formata da Tatiana Melendez e Vincenzo Di Primo, quest’ultimo conosciuto al grande pubblico per la recente partecipazione come finalista al programma “Amici” di Maria De Filippi.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

26 Novembre 2019 Martedì 09:10
Gatsby swing party

06/12/19

WeGil

Con Dj Blacksmith. Una serata in pieno stile Gatsby. Sfarzosi allestimenti, luci, scintillii, piume e colori accompagneranno la 15selezione musicale di Dj Blacksmith specializzato nella selezione di musiche vintage, di genere rigorosamente swing, jazz, rock’n’roll.

I più grandi successi italiani e statunitensi che hanno fatto la storia delle big band nei locali di New York, una serata dedicata ai ruggenti anni ’20. I ritmi del jazz e dello swing che caratterizzavano quel periodo, frange, piume e paillettes. Acconciature d’epoca, trucchi e abiti che ricordano lo sfarzo delle feste organizzate dal personaggio Gatsby nell’indimenticata opera letteraria.

Evento a cura di Re-generation23 APS – Ente del Terzo Settore, promosso dalla Regione Lazio all’interno del WEGIL, gestito da LAZIOcrea

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

13 Novembre 2019 Mercoledì 14:10
Juliette

16/11/19

Spazio Rossellini - Polo Culturale Multidisciplinare Regionale

Rassegna Lazioinscena

Twain physical dance theatre
in
Juliette

liberamente tratto da Romeo e Giulietta di W. Shakespeare
creazione per 10 interpreti un progetto di Loredana Parrella
regia e coreografia Loredana Parrella

Sono passati più di 400 anni da quando la storia di Romeo e Giulietta, l’amore di due giovani, ostacolati dall’attrito tra le rispettive famiglie, dai vincoli del buon costume e dal fato scaldava i teatri londinesi. È la storia che più di tutte le altre opere di Shakespeare ancora scalda il cuore di giovani e meno giovani in tutto il mondo.
C’è quel fantastico momento, nel 5° atto, in cui Giulietta si sveglia e trova di fronte a sé i corpi morti di Paride e del suo Romeo, bacia quest’ultimo nella speranza di morire avvelenata tra le sue labbra, poi estrae il pugnale e si uccide.
Ma se in quel momento Giulietta avesse fatto una scelta diversa? Se invece di uccidersi col pugnale di Romeo, avesse accettato l’invito del frate a fuggire? Se fosse scappata, lontano, da sola? Se fosse cresciuta, si fosse innamorata di nuovo, se fosse diventata madre?

Giulietta è morta ma Juliette decide di vivere, decide di strappare le pagine del libro che la chiudono in un vincolo eterno d’amore con Romeo. Decide di saltar fuori dalla storia, e scriverne una diversa, lasciandosi alle spalle la famiglia, il cugino defunto, la nutrice, Mercuzio, il frate, e pure il suo Romeo.

Juliette inizia un viaggio alla ricerca della sua libertà ma c’è una storia che la reclama costantemente. Ci sono delle persone costrette a vivere la tragedia da cui lei è scappata. C’è il suo Romeo che continua a proteggerla e ad amarla ad ogni respiro, c’è Mercuzio smarrito nei suoi sogni d’amore, ci sono i genitori di Juliette, bloccati e ciechi come due pilastri che devono sostenere il peso di questa storia (di un mondo) le cui chiavi sono custodite dal frate, condannato eternamente in un limbo, come un moderno Virgilio, e costretto a convivere con la sua colpa. Non è la bella Verona, ma l’inferno di Frate Lorenzo la cornice di questo viaggio all’interno dei personaggi di Juliette.
Tra antichi rancori ed eterni atti d’amore incosciente, Juliette trascina il pubblico all’interno del suo viaggio, fatto di ricordi, tensioni e amori che non finiscono.

Juliette è una lente di ingrandimento che mette a fuoco i tormenti dei padri e la fragilità delle madri, dona luce ai vani sogni dell’essere umano e ai suoi continui tentativi di cambiamento, rende onore al coraggio di chi parte e alla sofferenza di chi è costretto a rimanere.

Produzione Twain Centro di Produzione Danza
Coproduzione Fondazione Teatro Comunale di Modena
In collaborazione con Quartieri dell'Arte Festival Viterbo, ATCL Lazio, Festival Cortoindanza Cagliari, Vera Stasi/Progetti per la Scena, Festival del Teatro Medioevale e Rinascimentale di Anagni, Festival OrizzontiVerticali/Fondazione Fabbrica Europa.
In residenza Supercinema e Teatro Il Rivellino – Tuscania, T.OFF e Fucina Teatro - Cagliari
Con il sostegno di Mibac, Regione Lazio e Comune di Tuscania

 

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

30 Ottobre 2019 Mercoledì 11:08
Tango Passione Argentina

02/11/19

WeGIL

Spettacolo di Cecilia Herrera che ripercorre le radici profonde, popolari e artistiche, del tango argentino.

Il tango, attraverso un abbraccio, permette di tornare indietro in un tempo ormai perduto, fuori dagli schemi, in una sorta di anarchia spirituale e materiale, dove l’arte denuncia e supera le convenzioni imposte da una società emarginante, una prigione che avvilisce la fantasia, la volontà, l’immaginazione.

Teatro, musica dal vivo e danza esaltano i concetti di amore e bellezza attraverso l’espressione artistica e il fascino della semplicità.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

22 Ottobre 2019 Martedì 12:03
Clavos_Francesco Vecchione - Animale_Francesca Foscarini

da 09/11/19 a 10/11/19

Teatro Biblioteca Quarticciolo

In collaborazione con ATCL Lazio

Clavos

coreografia Francesco Vecchione
danzatori Giulia Russo, Francesco Vecchione

musica Ludwig van Beethoven “Sonata No. 14 “Moonlight” in C-Sharp Minor, Op. 27, No. 2: I. Adagio Sostenuto”, Federica Cino “Original music”
luci e costumi di Francesco Vecchione

”Ho sempre sentito la danza come un mezzo per raccontare storie, ed è per questo che provo un forte interesse verso il teatro, il cinema e le loro dinamiche”

Nato da qualcosa di personale, Clavos racconta la storia di due persone, compagni di vita e di viaggio, in un susseguirsi di passi e di scene con alto colore cinematográfico. F. Vecchione

VAN in co-produzione La Biennale Danza di Venezia presenta

Animale

ideazione, creazione Francesca Foscarini e Cosimo Lopalco
coreografia Francesca Foscarini
interpretazione, co-creazione Romain Guion

drammaturgia Cosimo Lopalco 
musiche originali Andrea Cera
video Licorne Maider Fortune
disegno luci a cura della tecnica Luca Serafini
consulenza e programmazione videoproiezione Andrea Santini 
costumi di Giuseppe Parisotto
voci Miki Seltzerin Genesi 2 (19-20), Bela Lugosi in Bride of the Monster Ed Wood
suoni Seals Martin Clarke, Summer Sunset Eckhard Kuchenbecker, Tikal Dawn Andreas Bick
ringraziamenti a Chiara Bortoli, Alfonso Cariolato, Rocco Giansante, Perrine Villemur, Fiorenzo Zancan

con il contributo del MIBac e il sostegno di CSC Centro per la Scena Contemporanea Bassano del Grappa, Tanzhaus Zurich, Istituto Italiano di Cultura Parigi, Teatro Stabile del Veneto

Premio Danza&Danza 2018Coreografo emergente

Francesca Foscarini ha creato, con Animale, un piccolo capolavoro coreografico plasmando sul danzatore francese una mappa potente di segni fisici e poetici, capaci di evocare mondi umani e animali – una “natura spaventosamente indifferente”, citando John Berger ‒ in una continua metamorfosi simbiotica nel tentativo di avvicinarsi e conoscere il mondo animale.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

11 Ottobre 2019 Venerdì 17:01
Forte Company - Theatrum Mortis

14/11/19

Palazzo Falconieri

Forte Company - Theatrum Mortis
Prima nazionale

Forte Company mette in scena la morte di Francesco Borromini in forma di un’opera lirica contemporanea, basandosi su 5 interpretazioni diverse degli eventi tragici dell’ultima notte del grande architetto della Roma barocca, tramandati a noi da un testo composto dal medico, proposto come trascrizione delle parole del Borromini stesso.
Davvero tutto avvenne in quel modo? Orrore gotico, sacra rappresentazione, opera lirica barocca e contemporanea si mescolano negli spazi del Palazzo Falconieri, ideato e creato dallo stesso Borromini.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Danza
| | danza |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

7 risultati

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito