Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 22 Maggio 2019 Mercoledì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1-10 di 133 risultati >>

21 Maggio 2019 Martedì 16:49
Roma contemporanea dagli anni Cinquanta ai Duemila / 1

da 30/05/19 a 28/07/19

Palazzo delle Esposizioni

Nelle sale intorno alla rotonda del Palazzo delle Esposizioni saranno riproposte sei mostre che si sono tenute a Roma dagli anni Cinquanta agli anni Duemila e l'omaggio a un fotografo dell'arte.

Sarà tracciata una storia in forma di passeggiata attraverso i paesaggi espositivi di una Città in grado di rinnovare, ogni volta in maniera diversa, la sua vocazione contemporanea.

Titina Maselli, Galleria La Tartaruga 1955
Giulio Paolini, Galleria La Salita 1964
Fabro. Concetto spaziale d’après Watteau, 1967-71 / Corona di piombo, 1968-71 / L'Italia d'oro / Alluminio e seta naturale, 1971, rassegna "Informazioni sulla presenza Italiana" a cura di Achille Bonito Oliva, Incontri Internazionali d'Arte 1971
Carlo Maria Mariani. La costellazione del Leone, Galleria Gian Enzo Sperone 1981
Jan Vercruysse, Tombeaux (Stanza), Galleria Pieroni 1990
Myriam Laplante. Elisir, a cura di Lorenzo Benedetti e di Teresa Macrì, Fondazione Volume! e The Gallery Apart, 2004.

Omaggio a Sergio Pucci, fotografo che ha dedicato molta parte del suo lavoro alla documentazione delle mostre.

L'intento è quello di dare voce a una pluralità, evidenziando i protagonisti e le protagoniste, i luoghi e le istituzioni che a partire dal dopoguerra hanno reso Roma un centro vitale della cultura contemporanea, ripetendo l'iniziava ogni anno durante i mesi estivi con la riproposizione di differenti occasioni espositive.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

20 Maggio 2019 Lunedì 16:55
Gli Impressionisti
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

20 Maggio 2019 Lunedì 16:02
Illuminati – La Prima Esposizione a Consumo Zero di Geo Florenti

da 16/05/19 a 17/06/19

Biblioteca Vallicelliana

La prima esposizione dove Opere e Spazio Espositivo sono illuminati a consumo zero. L’Arte, per prima, viene sottratta al consumo di energia in piena crisi energetica.

L’installazione realizzata per questa occasione, ovvero “La Prima Esposizione a Consumo Zero”, non è altro che un’applicazione della tecnologia ideata da Geo Florenti fuori dal contesto artistico

Alla mostra partecipano dodici tra i più rappresentativi artisti contemporanei italiani, tutti insieme a fare Voce su una realtà manifesta nel mondo dell’arte ed utile alla comunità: Luca Maria Patella, Michelangelo Pistoletto, Pietro Ruffo, Marco Tirelli, Giosetta Fioroni, Ileana Florescu, Gianni Dessì, Guido Strazza, Andrea Fogli, Sergio Lombardo, Giuseppe Salvatori, Matteo Basilé. Le dodici opere, inedite, realizzate per Illuminati, sono state concepite per essere illuminate a consumo zero, e dunque senza influire sui consumi di energia.

Ideata dall’artista Geo Florenti
Promossa dalla Biblioteca Vallicelliana – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

20 Maggio 2019 Lunedì 11:53
Polvere polvere polvere

da 22/05/19 a 02/06/19

La Galleria Nazionale

Progetto site specific dell’artista cilena Carolina Saquel. 6 installazioni video di medie e grandi dimensioni – tra cui trittici, dittici e film, posti a parete o sul pavimento – raccontano la ricerca plastica intrapresa dall’artista nel 2014 all’Ardia di San Costantino, la secolare manifestazione che si tiene ogni anno a Sedilo, nel centro della Sardegna.

Le sequenze esposte sono una selezione del materiale filmato in tre anni. Si tratta di frammenti non editati di registrazioni ottenute durante l'Ardia e i suoi  preparativi, che anni dopo hanno portato alla realizzazione dei film Tutto di Contrappunto (2018) e Paso Galope  (2018), entrambi esposti in mostra.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

20 Maggio 2019 Lunedì 10:55
Urban tales-Marta Czok

da 24/05/19 a 01/06/19

Edarcom Europa Galleria d'Arte Contemporanea

Personale di Marta Czok. L’artista anglo-italiana di origini polacche

La mostra, anteprima di un progetto più ampio in preparazione per il 2020, si articola in tre diverse aree tematiche, una dedicata all’infanzia e al gioco con opere realizzate tra il 2009 e il 2012, una dedicata alla grafica con serigrafie, litografie e incisioni ispirate alle atmosfere più classiche, ed infine la produzione pittorica più recente con un nucleo di opere realizzate e presentate per la personale Metropolis tenutasi nell’estate del 2018 nell’ambito degli eventi per Palermo Capitale della Cultura 2018.

In quest’ultimo importante ciclo, Marta Czok “propone una riflessione proprio sull’identità “sociale” degli uomini che, nell’era moderna, si è costruita essenzialmente intorno al lavoro, stabilendo così una nuova condizione esistenziale. Per questo la precarietà del lavoro, suggerisce l’artista anglo-polacca tra le pieghe dei suoi lavori apparentemente innocui, destabilizza oggi l’apparato identitario, con conseguenze dirette sul piano della convivenza pacifica e prosperosa all’interno e tra le nazioni”.

A cura di Francesco Ciaffi

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

20 Maggio 2019 Lunedì 10:36
StudiAmo il territorio

da 21/05/19 a 30/05/19

Casa della Memoria e della Storia

I pannelli in mostra sono il risultato di ricerche di storia urbana e storia della Resistenza svolte dagli studenti di alcuni licei romani durante l’esperienza di alternanza scuola-lavoro con Irsifar.
La mostra è frutto di tre percorsi di ricerca nei territori di Monte Sacro – Val Melaina, Monteverde e Portuense.

Il giorno dell’inaugurazione i progetti sono illustrati dagli studenti e dai docenti dei Licei “Aristofane”, “Kennedy” e “Malpighi” di Roma.

Iniziativa a cura di IRSIFAR

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

15 Maggio 2019 Mercoledì 16:33
Di cotone e di seta. Patchwork dal Giappone

da 18/05/19 a 31/07/19

Museo delle Civiltà - Museo delle arti e tradizioni popolari "Lamberto Loria"

Dal 18 maggio, Giornata Internazionale dei Musei - ICOM, nella sede del Museo delle arti e tradizioni popolari "Lamberto Loria", il Museo delle Civiltà ospita 16 opere, realizzate da artiste giapponesi, nell’ambito del gemellaggio tra l’Associazione Nazionale di patchwork “Quilt Italia” e un gruppo di quilter giapponesi.

Il patchwork, letteralmente “lavoro con ritagli di stoffa”, definisce un tipo di artigianato tessile che unisce tante pezze di forme e colori diversi che creano una composizione dal disegno armonioso. Col termine quilting si indica invece la trapuntatura che tiene uniti due o più strati di tessuto per realizzare soprattutto coperte.

La lavorazione patchwork è presente fin dall’antichità in tutte le culture per ovvie ragioni di economia e di recupero e riuso del materiale e dall’Europa centro-settentrionale attraverso i missionari protestanti è giunta fino in America, dove negli ultimi secoli ha avuto un notevole sviluppo.

I patchwork più strettamente collegati alla sfera privata presentano spesso la particolarità dell’inserimento di pezzetti di tessuto recuperati dagli abiti degli antenati e gelosamente custoditi; i lavori di questo tipo erano destinati a doni di scambio all’interno di una stessa famiglia i cui componenti vivevano distanti.

Nei lavori presentati in museo dal 18 maggio è evidente l’ispirazione al mondo botanico, agli stemmi araldici dell’aristocrazia giapponese (mon) e ai simboli di buon auspicio. I tessuti utilizzati sono sete destinate ai kimono, sia femminili che maschili, come anche cotoni stampati a vivacissimi colori.

La mostra sarà arricchita da alcuni oggetti giapponesi delle collezioni del museo come bambole, ventagli e altro raffigurati nei patchwork esposti.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

15 Maggio 2019 Mercoledì 14:49
La Forma e l'Essenza

da 01/06/19 a 02/06/19

Casa del Giardinaggio

V edizione della mostra La Forma & l'Essenza. Forma e spirito della natura nella coltivazione degli alberi in vaso.

Nell’ambito della manifestazione dedicata all’Arte Bonsai & Suiseki organizzata da Roma Capitale in collaborazione con l’Associazione Culturale Roma Bonsai all’interno delle strutture della Casa del Giardinaggio, sono esposti esemplari provenienti da collezioni private e o appartenenti agli iscritti dell’Associazione Culturale Roma Bonsai.
Nel corso della manifestazione si svolgeranno delle conferenze dedicate all’estetica e all’arte di esporre Bonsai e Suiseki.
Nella giornata di sabato si svolgerà una dimostrazione di tecniche bonsaistiche con la lavorazione di una pianta.

Il programma
:
Sabato 1 giugno 2019
Ore 10.00 Inaugurazione della mostra e apertura al pubblico.
Ore 12.00 Visita guidata alla mostra curata da esperti dell’Associazione.
Ore 14.00 Daniela Schifano - Conferenza sulla tecnica Suiseki
Ore 18.00 Chiusura mostra

Domenica 2 giugno 2019
Ore 9.00 Apertura mostra
Ore 10.00 Tiberio Gracco - Conferenza sui Vasi Bonsai
Ore 12.00 Visita guidata alla mostra curata da esperti dell’Associazione.
Ore 16.00 Saluti e consegna attestati di partecipazione agli espositori.
Ore 18.00 Chiusura mostra

L’Associazione Culturale Roma Bonsai, oltre a fornire gratuitamente i materiali occorsi per la realizzazione della mostra, offrirà ai visitatori un piccolo rinfresco di benvenuto.

La mostra, composta da numerosi esemplari provenienti da collezioni private, è accompagnata e arricchita da alcune interessanti conferenze a tema dedicate all’approfondimento degli aspetti artistici e culturali che sono alla base delle differenti modalità di approccio al mondo vegetale e naturale tipiche dell’estremo oriente (Suiseki, Ikebana, Shitakusa & Kusamono, Giardini Giapponesi).

Gli incontri sono tenuti da esponenti di rilievo del settore che si avvarranno di audiovisivi e condurranno dimostrazioni pratiche.

In particolare, nel corso delle attività proposte al pubblico, sarà focalizzata l’attenzione sui Bonsai, espressione artistica nipponica oggetto di una crescente attenzione nel nostro Paese e nella nostra città.

Insieme ai piccoli alberi coltivati in vaso, potranno essere ammirati una serie di Suiseki, composizioni artistiche che intendono evocare paesaggi attraverso l’uso di pietre particolari.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

14 Maggio 2019 Martedì 14:01
Omaggio a Franco Gasparri, il principe dei fotoromanzi

da 24/05/19 a 03/07/19

Casa del Cinema

Omaggio a Franco Gasparri, il principe dei fotoromanzi Un ricordo per immagini di un modello di bellezza e di un protagonista del divismo popolare. Si apre il 24 maggio con un documentario della figlia Stella, infaticabile promotrice del lavoro del padre. Completano una trilogia di film “poliziotteschi” di Gasparri e una mostra con 150 scatti Al  principe dei fotoromanzi,  stella degli anni ’70, simbolo, ancora immutato,  della bellezza maschile: bruno, capelli folti, mossi e lunghi, volto compreso se non accigliato, occhi verdi, profilo greco, lineamenti perfetti, è dedicato un articolato ricordo per immagini, ideato, portato a termine e  sostenuto dalla famiglia e in particolare realizzato dalla figlia Stella, in occasione dei vent’anni dalla morte, in programma da venerdì 24 maggio alle ore 18 alla Casa del Cinema. Si tratta dell’attore Franco Gasparri, nato il 31 ottobre 1948 e morto paralizzato dopo vent’anni da un incidente con la sua fida Kawasaki 900 che in quell’occasione lo tradì rendendolo in carrozzella per il resto dei suoi giorni. La rievocazione prende il via alla Casa del Cinema con il documentario “Un volto tra la folla” realizzato appunto da una delle sue due figlie, Stella e  prosegue dal 25 al 27  maggio, sempre alle 18 con le proiezioni di una trilogia cinematografica dell’epopea “poliziottesca” in voga in quegli anni, di cui è protagonista Franco Gasparri, che comprende una breve ma compiuta saga  con “Mark il poliziotto”, “Mark il poliziotto spara per primo” e  “La preda” . Fa parte integrante del ricordo anche una Mostra fotografica anche questa composta dalla figlia Stella con il sostegno della famiglia, che sarà visibile lungo le pareti di accesso alla Sala Deluxe della Casa del Cinema fino al 3 luglio prossimo. Cento ritratti, 150 scatti, video, copie originali di fotoromanzi d’epoca. “Franco Gasparri – ricorda Stella – in quegli anni era una vera e propria star, un divo: ogni volta che usciva da casa veniva fermato dai fan per autografi e saluti che, pur rimanendo particolarmente riservato, non rifiutava a nessuno. Era amato per la sua bellezza ma anche per la sua semplicità. Cresciuto in una famiglia normale e senza grilli per la testa, la sua vita cambiò di colpo per l’incontro con un mezzo di comunicazione popolare e efficace tipicamente italiano: il fotoromanzo. Il successo indescrivibile di protagonista dei fotoromanzi lo fece passare al cinema dove ha interpetrato film oggi considerati di culto. La mostra documenta questo successo. La collezione si compone di scatti significativi di quei ruoli e partono dagli archivi della casa editrice Lancio, formidabile nella produzione di quel genere in quegli anni. Questo progetto esiste anche grazie all’ospitalità della Casa del Cinema; al Nuovo Imaie che lo ha finanziato, al Gruppo Mediaset e alla piattaforma Infinity che hanno concesso le proiezioni pubbliche e con altri piccoli sponsor amici e ad un tentativo di crowfunding tra le persone che  hanno fatto donazioni”. “Questo doveroso omaggio – rileva Giorgio Gosetti, direttore della Casa del Cinema – mancava. Testimonia invece uno stile di vita, una moda, un modello di attore di quegli anni: il bel tenebroso ma semplice che conquistava con le attese apparizioni settimanali attraverso le immagini dei fotoromanzi e con i poliziotteschi cinematografici platee intere di spettatori e soprattutto di spettatrici, dando vita a fenomeni di divismo popolare diretto e coinvolgente”.
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

14 Maggio 2019 Martedì 14:01
Omaggio a Franco Gasparri, stella degli anni '70

da 24/05/19 a 03/07/19

Casa del Cinema

MAGGIO A FRANCO GASPARRI, STELLA DEGLI ANNI '70 Una mostra fotografica e una rassegna per celebrare il ventennale della scomparsa dell’attore e divo dei fotoromanzi Franco Gasparri Si apre il 24 maggio con un documentario della figlia Stella, infaticabile promotrice del lavoro del padre, e l’inaugurazione della mostra in programma fino al 3 luglio. Dal 25 al 27 maggio rassegna di film di Gasparri tra cui due “poliziotteschi” Al  principe dei fotoromanzi, stella degli anni ’70, simbolo, ancora immutato, della bellezza maschile con i suoi capelli folti, gli occhi verdi e i lineamenti perfetti, è dedicato l’articolato ricordo per immagini in mostra dal prossimo 24 maggio alla Casa del Cinema di Villa Borghese. Si tratta dell’attore Franco Gasparri, tra i grandi protagonisti dei fotoromanzi moderni e del cinema poliziesco degli anni Settanta, nato il 31 ottobre 1948 a Roma – ma cresciuto a Senigallia – e morto a distanza di vent’anni da un tragico incidente con la sua moto che lo costrinse alla paralisi per il resto dei suoi giorni. Oggi, a vent’anni dalla morte dell’attore, il suo ricordo rivive grazie allo sforzo della famiglia e in particolare della figlia Stella Gasparri anche lei attrice e doppiatrice, in questa occasione ideatrice e realizzatrice di un progetto espositivo ricco e affascinante, corredato da una mini rassegna cinematografica che ricorderà le tappe fondamentali della carriera di suo padre Franco: dagli anni della popolarità con i fotoromanzi fino ai successi nel cinema. Il tutto prenderà ufficialmente il via venerdì 24 maggio con l’inaugurazione della mostra alle 18.00 e la proiezione, alle 19.00, del documentario Un volto tra la folla, realizzato nel 2008  proprio dalla figlia Stella e trasmesso in Rai nella trasmissione di Giovanni Minoli La Storia Siamo Noi, il tutto seguito da un aperitivo inaugurale. Nei giorni successivi, dal 25 al 27  maggio sempre alle 18, si proseguirà con le proiezioni di due film appartenenti al genere “poliziottesco” in voga in quegli anni, di cui Franco Gasparri è stato assoluto protagonista, che sono Mark il poliziotto, Mark il poliziotto spara per primo più un film di genere esotico/erotico, La preda con la sua partner Zeudi Araya. Già dal 24 maggio e fino al 3 luglio prossimo, lungo le pareti di accesso alla Sala Deluxe  sarà possibile ammirare la corposa mostra fotografica dal titolo Omaggio a Franco Gasparri, stella degli anni ‘70, composta da cento ritratti, 150 scatti, video e copie originali di fotoromanzi d’epoca provenienti da collezioni private, dagli archivi della casa editrice Lancio e da quelli di produzioni cinematografiche. Questo materiale suddiviso in tre sezioni: “Primi passi: in famiglia e tra amici”, “1970-1980: gli anni d’oro del fotoromanzo, eroe dei fumetti da Jacques Douglas a Lancio Story” e “Nel cinema da protagonista: poliziotto ma non solo”, ripercorreranno la vita dell’attore e parleranno di un’epoca complessa e ormai lontana: quella degli anni ’70 in Italia. Ad impreziosire il percorso ci saranno anche un angolo dedicato all’esposizione e alla consultazione di fotoromanzi e fumetti rari di e su Franco Gasparri, per ritrovare le storie che hanno fatto sognare una generazione, una sezione video costituita da montaggi di filmati privati (super 8) e professionali e, infine, un'esposizione di locandine cinematografiche dei suoi film realizzate dal padre Rodolfo Gasparri (noto pittore e cartellonista cinematografico), opere di immenso valore artistico. “Franco Gasparri – ricorda Stella – in quegli anni era una vera e propria star, un divo: ogni volta che usciva di casa veniva fermato dai fan per autografi e saluti che non rifiutava a nessuno, nonostante il suo carattere particolarmente riservato. Era amato per la sua bellezza ma anche per la sua semplicità. Cresciuto in una famiglia normale, la sua vita cambiò di colpo per l’incontro con un mezzo di comunicazione popolare e efficace tipicamente italiano: il fotoromanzo. Il successo indescrivibile che ottenne lo fece passare al cinema dove ha interpretato film oggi considerati di culto”. “Questo doveroso omaggio – rileva Giorgio Gosetti, direttore della Casa del Cinema – mancava. Testimonia invece uno stile di vita, una moda, un modello di attore di quegli anni: il bel tenebroso ma semplice che conquistava con le attese apparizioni settimanali attraverso le immagini dei fotoromanzi e con i poliziotteschi cinematografici platee intere di spettatori e soprattutto di spettatrici, dando vita a fenomeni di divismo popolare diretto e coinvolgente”. “Questo progetto – sottolinea ancora Stella Gasparri – esiste anche grazie all’ospitalità della Casa del Cinema e a tutte le realtà ad essa collegate; al Nuovo Imaie che lo ha finanziato; al Gruppo Mediaset e alla piattaforma Infinity che hanno gentilmente concesso le proiezioni pubbliche dei film oltre ad altri piccoli sponsor amici e ad un tentativo di crowdfunding tra le persone che hanno fatto donazioni per la buona riuscita dell’evento” PROGRAMMA VENERDì 24 MAGGIO 18:00 - Inaugurazione mostra 19:00 - Proiezione documentario Un volto tra la folla  Stella Gasparri Italia, 2008, 50’ SABATO 25 MAGGIO 18:00 - Proiezione film Mark il poliziotto Stelvio Massi Italia, 1975, 90’ DOMENICA 26 MAGGIO 18:00 - Proiezione film Mark il poliziotto spara per primo Stelvio Massi Italia, 1975, 100’ LUNEDì 27 MAGGIO 18:00 - Proiezione film La preda Domenico Paolella Italia, Colombia, 1974, 95’
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1-10 di 133 risultati >>

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito