Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 18 Novembre 2018 Domenica
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1-10 di 181 risultati >>

16 Novembre 2018 Venerdì 13:10
Paolo VI. Il Papa degli artisti

da 08/12/18 a 17/02/19

Museo di Roma - Palazzo Braschi

La mostra costituisce un’occasione unica per ripercorrere la storia degli ultimi tre concili dell’età moderna che hanno determinato nella storia della Chiesa radicali cambiamenti, sia sul fronte teologico - dottrinale, sia sul versante artistico, portando epocali ventate di innovazione.

La storia del Concilio di Trento (aperto nel 1545 da Paolo III), del Concilio Vaticano I (officiato da Pio IX nel 18699) e del Vaticano II (voluto da Giovanni XXXIII nel 1962) è ripercorsa attraverso la figura dei pontefici che li hanno indetti e officiati mettendone in risalto da un punto di vista pittorico i ritratti unitamente agli oggetti loro appartenuti, evidenziando così l’evoluzione della storia del gusto da un punto di vista sia artistico che liturgico e devozionale.

In occasione della canonizzazione di Papa Paolo VI, voluta da Papa Francesco, lo scorso 14 Ottobre 2018, si vuole sottolineare il legame indissolubile e il riavvicinamento tra la Chiesa e l’arte, fortemente voluti da Paolo VI nella Lettera agli Artisti pronunciata in occasione della chiusura del Concilio Vaticano II. L’Esposizione intende mettere in luce il legame di Papa Paolo VI con l’arte contemporanea, indagando quelle forme espressive che rendono il messaggio evangelico esplicitamente più vicino agli uomini e più comprensibile, mostrando però non soltanto il linguaggio iperrealista, caro alla Chiesa, ma anche il concettuale, l’astrattismo e altre forme d’arte che comunicano il sentire dell’artista che vive il proprio tempo e si accosta al sacro con il proprio vissuto

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

15 Novembre 2018 Giovedì 14:24
Abitare il paesaggio

da 05/12/18 a 20/12/18

10b Photography Gallery

Mostra fotografica di Giovanni Cocco e Francesco Zizola presso la galleria 10b Photography e mostra delle foto selezionate nei laboratori allestite all’esterno in alcuni lotti del quartiere.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

15 Novembre 2018 Giovedì 09:40
Sacra sacrorum

da 23/11/18 a 10/12/18

Pantheon

Mostra di sculture di Joseph Pace realizzate con residui industriali di gioielli di bigiotteria.

“Sacra sacrorum” è un progetto complesso e ambizioso, la cui realizzazione si è protratta lungo diversi anni. Eccezionale per il luogo e nei contenuti, la mostra tratta alcuni passi della Genesi e ne espone il prezioso contenuto anche attraverso i gioielli.

La Basilica di Santa Maria ad Martyres, meglio nota come Pantheon, raccogliendo quanto disposto dal Santo Padre Francesco nell’Esortazione Apostolica “Evangeli Gaudium” e sull’arte, con la ‘Rassegna Internazionale d’Arte Sacra’ ha inteso riprendere quel dialogo fra arte e fede che portò il Pantheon ad ospitare i più noti artisti di un tempo, fra cui Raffaello, e a
diventare il fulcro della vita artistica romana, che culminava nell’esposizione periodica delle opere più prestigiose di pittori ben affermati.
Nell’intento di proseguire un itinerario artistico che sia al tempo stesso catechesi e mistagogia cristiana, la Basilica del Pantheon, ha deciso di continuare le iniziative già prese negli scorsi anni per tale ‘Rassegna Internazionale d’Arte Sacra’, rivolgendosi per il 2018 al dott. Joseph Pace, insigne e conosciuto artista italiano.

Sotto vari punti di vista, la sua linea di lavoro lo avvicina ad altri artisti come Gustave Klimt, Marcel Duchamp, Robert Rauschenberg, per arrivare al kitsch di Damien Hirts e di Jeff Koons, al decostruttivismo di Zaha Hadid e all’arte legata alla “cultura dello scarto” di Alejandro Marmo.

Recuperando vario materiale e riutilizzando residui della produzione industriale di gioielli di bigiotteria, assemblando questo sfavillante materiale di scarto, Joseph Pace intende, attraverso temi sacri e religiosi, trasformali in ‘produttori di speranza’ per risvegliare l’attenzione del distratto uomo d’oggi ai soli veri valori, quelli della spiritualità e della speranza.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

15 Novembre 2018 Giovedì 06:02
Luana Lunetta

da 01/12/18 a 31/12/18

Auditorium Parco della Musica

Sound Corner è un’installazione sonora permanente collocata nello spazio di passaggio tra il foyer della Sala Petrassi e il Teatro Studio Borgna: un angolo del suono con una programmazione periodica mensile destinata ad accogliere brani sonori di artisti sempre diversi, proposti di volta in volta da curatori, artisti e istituzioni.
 
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

14 Novembre 2018 Mercoledì 13:10
aMICi - Il Tabularium: riutilizzo di un edificio attraverso 2000 anni di storia. Un percorso alla scoperta di luoghi sconosciuti

14/11/19

Musei Capitolini, Museo di Roma - Palazzo Braschi

Visita a cura di Roberta Tanganelli e Pamela Manzo. Una nuova iniziativa destinata ai possessori della MIC card.

Il Tabularium, sul quale si fonda il Palazzo Senatorio, mutando le sue sembianze nei secoli, è riuscito a preservarsi sino a oggi, diventando simbolo e luogo di rappresentanza di Roma. Il percorso inizierà esternamente dal Belvedere di via Monte Tarpeo dal quale è possibile apprezzare le fondamenta del Tabularium e comprenderne il collegamento con la sottostante valle del Foro Romano. Poi, all’interno dell’edificio romano, si incontreranno ambienti di solito non visitabili per cogliere nel vivo la trasformazione della struttura in fortezza e luogo di giustizia con la Sala del Boia.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

14 Novembre 2018 Mercoledì 12:08
Biagio Rossetti secondo Bruno Zevi

da 15/11/18 a 11/02/19

Fondazione Bruno Zevi

In occasione delle celebrazioni del
CENTENARIO DELLA NASCITA DI BRUNO ZEVI
mostra a cura di Francesco Ceccarelli, Matteo Cassani Simonetti, Adachiara Zevi

La mostra rivisita l’esposizione Identità di Biagio Rossetti tenutasi nel Teatro Comunale di Ferrara nel 1956, dedicata al grande architetto rinascimentale e realizzata sotto la direzione di Bruno Zevi, che di Rossetti ne esaltò il valore e il ruolo, celebrandolo come “primo urbanista moderno europeo” e rivalutandone il ruolo, fino ad allora sottostimato, nella storia della architettura occidentale.

Si trattava di un esperimento nuovo, una vera e propria sfida culturale: allestire nell’Italia del dopoguerra la prima mostra dedicata a un architetto del passato, secondo una visione moderna e “spregiudicata” che privilegiava il “saper leggere l’architettura e l’urbanistica” attraverso fotografie, rilievi e schizzi critici, uniti a una lettura filologica dell’opera dell’autore ferrarese. L’evento fu un successo.

L’allestimento, curato da Valeriano Pastor – coadiuvato da Luciano Perret e Vittorio Clauser – mescolava i rilievi metrici degli edifici alle fotografie di Gianni Berengo Gardin e ai plastici di Costantino Dardi, fondendo i materiali secondo un linguaggio inedito e dal forte impatto espressivo, che fornì nuove chiavi di lettura per l’interpretazione della città storica.

Alla mostra seguì presto la pubblicazione della monumentale monografia pubblicata da Einaudi: Biagio Rossetti architetto ferrarese. Il primo urbanista moderno europeo.

La Fondazione Bruno Zevi e il Comitato tecnico scientifico per le celebrazioni del cinquecentenario della morte di Biagio Rossetti vogliono proporre una riflessione storica e critica su quell’esperienza della cultura architettonica postbellica, raccontando lo straordinario progetto critico, espositivo ed editoriale, con materiali inediti quali i disegni e gli schizzi di Pastor raccolti nel suo prezioso taccuino, le lettere, i provini originali delle foto della mostra scattate di Gianni Berengo Gardin, oltre a un ricco apparato fotografico.

Inedite sono anche le due interviste a Gianni Berengo Gardin e a Valeriano Pastor, realizzate in occasione della mostra romana. In due sale è documentato l’iter del libro su Biagio Rossetti con documenti provenienti dall’archivio Einaudi, mentre una sala è dedicata alla Ferrara dei tempi della mostra, con una rassegna di documenti inediti dell’archivio comunale e dell’archivio Carlo Savonuzzi, grande ingegnere ferrarese.

A conclusione della mostra sarà indetta una giornata di studio, e sarà pubblicato un catalogo con la documentazione della mostra e gli atti del convegno.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

13 Novembre 2018 Martedì 16:51
Le ali della farfalla. Diari disegni e omaggi. Marilù Eustachio, Monica Ferrando, Andrea Fogli

da 14/11/18 a 14/12/18

Biblioteca Vallicelliana

La mostra presenta, nell'ideale collocazione delle teche nella sala borrominiana della Biblioteca Vallicelliana, una variegata raccolta di piccole opere "da camera", realizzate anche a molti anni di distanza tra loro, di tre artisti che hanno da tempo affiancato alla loro produzione pittorica o scultorea la dimensione più intima e riflessiva del disegno, del taccuino e del diario. "Le ali della farfalla" non raccoglie  però solo le pagine aperte e leggere dei diari, le epifanie visive racchiuse in piccoli fogli di carta, ma anche gli omaggi ai maestri più cari, le rivisitazioni di figure e temi della tradizione figurativa: ma in punta dei piedi, erranti, leggeri, con un battito d'ali, senza nostalgie.

Marilù Eustachio espone alcuni dei suoi "Taccuini" che ha iniziato a realizzare nel 1986 con disegni e brevi testi, varie volte citazioni di brani di letture amate; vi saranno inoltre vari studi da Tiepolo a Rembrandt; disegni dedicati alle maschere, tra cui appare anche la testa del Battista tra le mani di Salomè e quella di Medusa del Perseo di Cellini, un piccolo diario con autoritratti e un quadernetto a fisarmonica con incisioni e testo tratto da Hugo von Hofmannsthal; il ritratto di Matisse dalla serie "Trasmutazioni" del 2003 e un rosso merlettato "cuore tirolese", omaggio alla sua terra natale.

Monica Ferrando espone alcuni piccoli oli (autoritratti); un insieme di studi da Poussin a inchiostro sumi; alcuni disegni a punta d'oro e altri a grafite; alcuni acquerelli in cui si vedono vortici abitati da piccole figure; una serie di taccuini dove si sono depositati svariati pollini del visibile; un libro a pastelli che illustra, verso per verso, la prima Ecloga di Virgilio.

Andrea Fogli presenta in un percorso cronologico dagli inizi ad oggi una serie di diari e opere su carta, tra cui una cartella di disegni ad inchiostro di figure femminili ispirate a una poesia di Baudelaire (1982); un libro di Paul Celan in cui ha realizzato dei piccoli acquerelli rossi sul testo delle poesie più amate (1993); gli omaggi a Rembrandt, Durer e Hokusai dal "Diario delle ombre" (2000-2006); diari-taccuino e diari-leporello aperti a fisarmonica, tutti manoscritti e illustrati (2005-2010), santini e cartoline sacre ridipinte a tempera realizzate nell'ultimo anno e appartenenti alla serie "Santini apocrifi" (2005-2018), trasformazioni di figure e temi della pittura religiosa.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

13 Novembre 2018 Martedì 14:13
Topolino compie 90 anni!

da 06/11/18 a 07/12/18

Casa del Cinema

La Casa del Cinema celebra l’importante compleanno ospitando un’anteprima della grande mostra che si terrà a Desenzano del Garda dal 10 novembre 2018 al 10 febbraio 2019

Da martedì 6 novembre la Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma presenta Mickey 90 – L’Arte di un Sogno: Topolino e il cinema, un affascinante e ricco percorso narrativo che, attraverso ingrandimenti, foto, manifesti e immagini dei pezzi più prestigiosi esposti a Desenzano del Garda mostrerà al pubblico la carriera cinematografica di Topolino, dal suo debutto ad oggi e alcuni momenti fondamentali del suo rapporto con il grande cinema, comprese le  incarnazioni fumettistiche pubblicate in albi Panini Comics come “Topolino e Minnie in: Casablanca”, “La strada” e “Metopolis”.

Il percorso, curato dall’esperto Disney Federico Fiecconi, visitabile a ingresso libero rappresenta un’anteprima della grande mostra Mickey 90 - L’Arte di un Sogno allestita, con le opere originali, nelle sale del castello di Desenzano Del Garda da sabato 10 novembre 2018 a domenica 10 febbraio 2019 e inserita ufficialmente nelle iniziative che The Walt Disney Company Italia sta organizzando per celebrare i 90 anni di Topolino.

Era il 18 novembre 1928 quando Walt Disney presentò per la prima volta al pubblico del Colony Theater di New York la sua creazione più celebre, il personaggio destinato a renderlo famoso in tutto il mondo e a diventare un’icona intramontabile, l’eroe amato da generazioni di grandi e piccini: Mickey Mouse, per noi Topolino. Fin dal debutto nel cortometraggio animato “Steamboat Willie”, appena 7 minuti, uno dei primi cartoon con sonoro sincronizzato della storia, il Topolino fischiettante “doppiato” da Disney in persona conquistò subito pubblico e critica, passando presto dal cinema animato ai fumetti, fino a diventare simbolo della The Walt Disney Company e incarnazione del sogno fantastico in cui lo stesso Walt si identificò per tutta la vita. Novant’anni dopo, Topolino è ancora l’icona più nota e amata in tutto il mondo: a lui e alla sua strepitosa “carriera artistica” è dedicato questo affascinante percorso attraverso 14 riproduzioni di rari e preziosi materiali originali che ripercorrono tutte le sue performance da star: dai cortometraggi comici degli Anni d’Oro di Hollywood, al mitico “Fantasia”, fino agli omaggi a fumetti a capolavori della Settima arte come “La strada” di Federico Fellini.

 

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

13 Novembre 2018 Martedì 13:56
Passi. Palazzo Altemps. 20 settembre 2018. Alfredo Pirri

da 21/09/18 a 06/01/19

Museo Nazionale Romano - Palazzo Altemps

L’installazione Passi dell’artista Alfredo Pirri (1957) costituisce un interessante esempio di relazione con lo spazio espositivo che la ospita, con il quale dialoga e a cui attribuisce volta per volta un nuovo punto di vista, per un effetto spettacolare che richiami la partecipazione attiva del pubblico.

L’opera Passi. Palazzo Altemps. 20 settembre 2018 viene allestita nella loggia d’ingresso di Palazzo Altemps, creando un suggestivo effetto di riflessione tra la volta, il cortile e il cielo. Una visione frammentata, che crea una vertigine dello sguardo, creando un effetto caleidoscopio ma anche una sensazione di precarietà e un’esortazione ad affrontare l’arte senza rilassarsi troppo.

Sull’opera viene posizionata una statua della collezione Boncompagni Ludovisi, segno di contaminazione con la raccolta del Museo di Palazzo Altemps.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

13 Novembre 2018 Martedì 11:51
Roma Universalis. L’impero e la dinastia venuta dall’Africa

da 15/11/18 a 25/08/19

Area archeologica Foro Romano / Palatino, Colosseo Anfiteatro Flavio

Gli imperatori della dinastia africana dei Severi, che regnò sull’Impero romano tra la fine del II e i primi decenni del III secolo, diedero un fondamentale apporto all’evoluzione storico-artistica e architettonica, a Roma e in molte parti dell’impero. Questa mostra punta a far conoscere al più vasto pubblico possibile l’ultimo periodo dell’Impero in cui Roma fu grande, governata da imperatori che lasciarono un’eredità forte e duratura in molti campi, pur nell’avanzare del declino.

La mostra è articolata in un percorso a tappe tra i monumenti che questa dinastia costruì o restaurò nell’area archeologica centrale, dal Colosseo al Templum Pacis e ai Fori Imperiali.

Il nucleo narrativo principale prende avvio dalla galleria del II ordine del Colosseo, dove, dopo un’introduzione alla storia della dinastia nelle sue caratteristiche, viene tracciato un quadro economico e sociale dell’epoca, profondamente plasmato dalle grandi riforme che i Severi attuarono. La narrazione poi si sofferma sull’intenso rapporto tra i Severi e Roma, con lo straordinario documento Forma Urbis. L’ultima sezione, infine, si concentra sulla produzione artistica dell’epoca, il percorso si articola nell’area del Foro romano e Palatino, tra monumenti e luoghi collegati ai Severi. Qui, presso il Tempio di Romolo, sarà esposto al pubblico per la prima volta un eccezionale ciclo statuario scoperto presso le Terme di Elagabalo, composto da ritratti e busti di marmo di pregevole qualità.

Numerosi sono i luoghi del Foro romano e del Palatino interessati dal percorso di visita: le Terme di Elagabalo, i cui resti saranno per la prima volta visibili al pubblico, il complesso del “Vicus ad Carinas” e i luoghi severiani del Palatino (la Domus Augustana, la Domus Severiana, lo Stadio), e la Vigna Barberini.
Gli interventi e le decorazioni architettoniche dell’epoca saranno raccontati in questi luoghi attraverso pannelli grafici e filmati ricostruttivi.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
| | mostre |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1-10 di 181 risultati >>

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito