Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 13 Dicembre 2018 Giovedì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Feed-O-Matic
  ricerca | ultimi 250 | indice



PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login

1-10 di 394 risultati >>

13 Dicembre 2018 Giovedì 01:10
YOUTH in Arte. Nel weekend l'arte si anima

15/12/18

Musei Capitolini

Spettacolo organizzato in collaborazione con la Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma nell'ambito di Nel weekend l'arte si anima e apertura straordinaria del museo dalle ore 20 alle ore 23, con le mostre La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia e I Papi dei Concili dell’era moderna. Arte, Storia, Religiosità e Cultura.​
#ArtWeekEnd

Saranno ancora i Musei Capitolini ad aprire il programma settimanale della manifestazione Nel week-end l’arte si anima con l’apertura serale straordinaria di sabato 15 dicembre dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso alle ore 23).
Questa settimana, oltre ad apprezzare le bellezze del museo e delle mostre temporanee La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia e  I Papi dei Concili dell’era moderna. Arte, Storia, Religiosità e Cultura, i visitatori avranno l’opportunità di essere accompagnati, al costo simbolico di un euro o gratuitamente con la MIC Card, dalle musiche dello spettacolo YOUTH in Arte realizzato dalla Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma.

La Youth Orchestra è la realtà giovanile istituita dal Dipartimento Didattica e Formazione del Teatro dell’Opera di Roma a seguito di una rigorosa selezione tenutasi nel febbraio 2016. Con ottanta allievi iscritti, essa vanta un organico di molti giovani musicisti provenienti da ogni parte d’Italia e ha all’attivo un ragguardevole repertorio sinfonico e operistico. A esibirsi in occasione dell’apertura di sabato 15 sarà un Quartetto d’archi composto da Florian Lekaj (violino I), Elisabetta Cananzi (violino II), Valentina Calicchia (viola), Gaia Di Domenico (violoncello) che eseguirà il Quartetto in sol maggiore Op. 77 n. 1 di Franz Joseph Haydn (Ore 20.30 Esedra del Marco Aurelio, ore 21.30 Palazzo Nuovo, ore 22.30 Sala Pietro da Cortona), e un Quintetto di ottoni composto da Gabriele Gregori (corno), Alessandro Fresu e Nicolò Pulcini (trombe), Vincenzo Pace (trombone), Manuel Papetti (tuba) che proporrà le musiche di Bach, Voxman, Brown e Joplin (Ore 21 Sala Pietro da Cortona, ore 22 Esedra di Marco Aurelio, ore 23 Palazzo Nuovo).

Programma
A cura del Teatro dell’Opera di Roma

Esedra di Marco Aurelio
Ore 20.30
– Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma
Ore 22.00 – Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Sala Pietro da Cortona 
Ore 21.00
– Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma
Ore 22.30 – Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Palazzo Nuovo 
Ore 21.30
– Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma
Ore 23.00 – Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Quartetto d’archi Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma
Programma: Franz Joseph Haydn, Quartetto in sol maggiore Op. 77 n. 1
Con: Florian Lekaj (violino I), Elisabetta Cananzi (violino II), Valentina Calicchia (viola), Gaia Di Domenico (violoncello)

Quintetto di ottoni Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma
Programma
: Johann Sebastian Bach: If Thou be near; Himie Voxman, A Purcell suite; Richard E. Brown: A little Bartòk suite; Scott Joplin: Three ragtime
Con: Gabriele Gregori (corno), Alessandro Fresu e Nicolò Pulcini (trombe), Vincenzo Pace (trombone), Manuel Papetti (tuba)

 

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 15:47
Concerto per pianoforte e archi del Trio Haydn

16/12/18

Complesso di Capo di Bove, Parco Archeologico dell'Appia Antica

Concerto per pianoforte e archi del Trio Haydn
composto da Alberto d’Annibale (violino), Cinzia Carrisi (violoncello) e Luca Zanella (pianoforte).

Continuano le conversazioni-concerto del Trio Haydn la domenica mattina al Complesso di Capo di Bove.
Il Trio presenta due grandi compositori spagnoli, Enrique Granados e Joaquin Nin, dei primi del Novecento rappresentanti di quell’Art Nouveau che ebbe in musica come suoi massimi esponenti Satie, Debussy e Ravel, i quali rivoluzionarono completamente la percezione del suono arrivando ad un passo  dalla dissoluzione della tonalità. I principali compositori spagnoli del tempo, come Granados, che avevano aderito al movimento musicale nazionalista sorto come reazione al monopolio italiano, contrapponendo le Zarzuelas al melodramma italiano, introducendo nell’orchestra sinfonica strumenti tipici popolari come la chitarra e le castagnette, soggiornarono a Parigi entrando in contatto con le nuove idee di Debussy e Ravel. Il patrimonio folkloristico venne rielaborato in maniera soggettiva da ciascun autore, la musica da camera per trio o quartetto con pianoforte si rinnovò grazie a nuove letture delle tradizioni musicali popolari e mantenendo uno stretto legame con la tradizione classico-romantica del’Austria e della Germania.
 
Enrique Granados nacque nel 1867 in Catalogna e studiò prima con Felipe Pedrell e poi, trasferitosi a Parigi nel 1887, con Charles de Beriot, qui ebbe contatti con Debussy, Ravel, Fauré. Ritornato a Barcellona nel 1889 continuò la sua carriera concertistica iniziata a soli 16 anni, mise in pratica gli insegnamenti della scuola francese, sfruttò la sua naturale abilità di improvvisazione pianistica, dando maggiore importanza all’aspetto coloristico con un più raffinato uso del pedale di risonanza. Compose musica da pianoforte, da camera e sinfonica, raggiunse la notorietà, nel 1912, con la suite pianistica Goyescas, la storia si ispira a sei dipinti di Goya. Nel 1916 partì per gli Stati Uniti e venne invitato dal Presidente Wilson a tenere un concerto alla Casa Bianca, fu così costretto a cambiare il biglietto del viaggio di ritorno e a far scalo in Gran Bretagna, andando incontro al suo tragico destino. Il battello sul quale viaggiavano lui e la moglie, fu silurato nel Canale della Manica, il 24 marzo 1916, nel tentativo di salvare la moglie persero entrambi la vita.  
 
Il Trio per pianoforte e archi, composto nel 1894, utilizza elementi nazionali spagnoli in una struttura che ha come cardine la “forma sonata” della tradizione classico-romantica di Chopin, Schumann, Liszt, suoi maggiori autori di riferimento. La bellezza e la modernità di quest’opera nascono proprio dalla commistione di questi due elementi: folklore e romanticismo musicale.
 
La Seguida Espanola di Joaquin Nin, composta nel 1930, è una serie di quattro danze ispirate ognuna ad una regione della Spagna: la Castiglia, la Murcia, l’Asturia e l’Andalusia. Il materiale tematico recuperato dalla tradizione popolare del XVI secolo è rielaborato dall’autore con gusto ed eleganza grazie agli studi di composizione che aveva svolto, nel corso del periodo trascorso a Parigi, presso la Schola Cantorum diretta da Vincent d’Indy.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 15:34
Pianista: Lorenzo Porta del Lungo

24/03/19

Teatro Sala Umberto

 Recital
 Pianista:
Lorenzo Porta del Lungo

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 15:31
Schumann e Mozart

03/03/19

Teatro Sala Umberto

Mozart e Beethoven in Trio

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 15:17
Mozart e Beethoven in Trio

10/02/19

Teatro Sala Umberto

Mozart e Beethoven in Trio

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 14:49
L'Ungheria aperta alle culture del mondo

16/12/18

Teatro Sala Umberto

 L'ungheria aperta alle culture del mondo
 L’arte musicale ungherese degli autori nazionali e di altri paesi

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 14:26
Gran Galà Lirico

22/12/18

Sala dell'Immacolata - Auditorium SS. Apostoli

Nell'incantevole scenario dell’Auditorium dei Ss. Apostoli a due passi da piazza Venezia si svolge il Concerto d’inaugurazione della Stagione Concertistica dell’Associazione Il Villaggio della Musica con il Gran Galà della Lirica con i giovani vincitori dell’ultima edizione del Concorso Lirico Internazionale Ottavio ZIINO, tenutosi l’8 Novembre scorso.

L'evento vede la partecipazione dei Vincitori del Concorso Lirico Internazionale Ottavio ZIINO 2018, Martina Gresìa (Soprano) e Raffaele Abete (Tenore), in un'entusiasmante cascata delle più celebri arie e duetti d'opera, e non solo.
Ad avvolgere questa atmosfera Lirica il Coro Academia Alma Vox, giovani voci del Coro delle Voci Bianche dell'Accademia di S.Cecilia e del Teatro dell'Opera, diretto dal M° Alberto de Sanctis.

Al Pianoforte due Maestri d'eccezione: Marcos Madrigal e Leonardo Angelini.

Coro Academia Alma Vox
Nasce nel 2017, ed è formato da ragazzi dai 16 a 24 anni, provenienti dai Corsi di Canto corale per voci bianche dell'Accademia Nazionale di S.Cecilia e del Teatro dell'Opera di Roma, nonchè dal Conservatorio S.Cecilia.
La direzione Artistica e Musicale è stata affidata al M° Josè Maria Sciutto con la collaborazione del M° Alberto de Sanctis. Il loro repertorio spazia dalla musica rinascimentale a quella contemporanea.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 14:07
Domenica classica 2018 - 2019

da 16/12/18 a 24/03/19

Teatro Sala Umberto

Dopo il concerto inaugurale “Il canto di Roma”, in cui l’ensemble Mare Nostrum ha percorso la musica romana dal Medioevo fino ai giorni nostri, il prossimo incontro vede come protagonista la musica popolare ungherese.

L’ensemble, composto dalla violista Ilona Balint, dalla pianista Edina BAK e dal violoncellista Ettore Pagano, esegue un repertorio composto dalle musiche di Schubert, Bartòk, Kodàly, Farkas, Popper e Ligeti, oltre a due brani inediti di Csaba Erdelyi, musicista ungherese e prima viola dell’Indianapolis Chamber Orchestra. In questa esecuzione, ritroviamo la musica che i rom e i migranti ungheresi portarono nelle città d’Europa. I brani di Schubert e Popper si basano sul repertorio dei violinisti rom "di città", mentre le composizioni di Farkas, Ligeti, Kodály e Bartók, risalgono al XX secolo e sono ispirate dalla musica folk tradizionale.

L’intera rassegna Domenica Classica, che vede come direttore artistico Lorenzo Porta del Lungo, prevede cinque matinée domenicali, tra novembre 2018 e marzo 2019, di musica classica e cameristica.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 12:19
In dulci Jubilo

05/01/19

Basilica di Santa Maria sopra Minerva

Nella Sala Esposizioni, grazie anche alla collaborazione della Rivista “Voce Romana” si svolge il Concerto “IN DULCI JUBILO” del Gruppo di Musica Antica “LA FONTEGARA” diretto dal Maestro Augusto Mastrantoni, socio AICIS.

leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

12 Dicembre 2018 Mercoledì 06:02
MARCO COLONNA

18/01/19

Auditorium Parco della Musica

Sono nato clarinettista, cominciando a sette anni, e fino ai quattordici non sono stato proprio uno studente modello, poi dai sedici ho fatto della musica la mia vita… o forse la musica mi ha salvato la vita. Posso nominare come mio maestro Gaetano Zocconali, una figura controversa e non famosa ma che molti dei musicisti formatisi a Roma negli ultimi trent’anni conoscono bene. Inoltre Harry Sparnaay, l’inventore del clarinetto basso contemporaneo, cui devo moltissimo in termini di conoscenza, atteggiamento e crescita personale. Lawrence «Butch» Morris mi ha formato anche nell’approccio alla didattica, alla sfera della risolutezza del gesto, all’amore per il momento come soltanto un grande Maestro poteva fare. Con il sassofono sono una sorta di autodidatta: ho suonato molto e nei più vari àmbiti e ho imparato sbagliando spesso. Ho girato il mondo con la musica etnica, ho forzato i miei limiti con la musica contemporanea, ho manifestato il mio pensiero politico con il jazzcore, ho vissuto le esperienze più alte con l’improvvisazione ma rimango un jazzista.




 
leggi l'articolo
© 060608.it > Eventi e spettacoli > Musica
| | musica | concerti |
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
permalink

1-10 di 394 risultati >>

Altre sezioni per - Auditorium - Concerti



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito