Servizi > Feed-O-Matic > 112729 🔗

Venerdì 30 Aprile 2021 13:04

La riffa delle buone cose. A Filacciano domani 1 maggio.

In palio fave e pecorino. Così a Filacciano festeggeranno domani il primo maggio. Con una riffa di buone cose. Oltre alle fave e al pecorino romano, ci saranno miele, pasta artigianale, patè di olive e un buona bottiglia di vino. Non ci saranno assembramenti, tutto si svolgerà via web in diretta su facebook alla pagina […]

L'articolo
La riffa delle buone cose. A Filacciano domani 1 maggio.
proviene da
Il Nuovo Magazine
.

leggi la notizia su Il Nuovo Magazine



In palio fave e pecorino. Così a Filacciano festeggeranno domani il primo maggio. Con una riffa di buone cose. Oltre alle fave e al pecorino romano, ci saranno miele, pasta artigianale, patè di olive e un buona bottiglia di vino. Non ci saranno assembramenti, tutto si svolgerà via web in diretta su facebook alla pagina della pro loco che qui si chiama Ente di valorizzazione di Filacciano. I biglietti per partecipare costano un euro e cinquanta centesimi e possono essere acquistati fino alle 10 di domani sabato 1 maggio presso il bar, la macelleria il negozio di alimentari. 

Alle 10.30 la sorte deciderà a chi andranno i cinque premi in palio. Il primo estratto avrà 4 chilogrammi di fave fresche, un chilo e mezzo di pecorino, mezzo chilo di miele, un pacco di pasta artigianale, un vasetto di patè di olive e la regolamentare bottiglia di vino. Gli altri premi hanno la stessa configurazione, cambia solo, ma di poco, la quantità. 

Un inno alla resistenza

L’iniziativa è un inno alla resistenza. Così la festa a cui la comunità è molto legata e che ogni anni si svolgeva sulla pubblica via, si terrà comunque. Nonostante il Covid e il divieto di ammucchiarsi, il filo della propria storia non si taglia. Sarà festa. Tutti i  vincitori avranno a tavola per il pranzo le stesse cose e magari si troverà modo e occasione per condividere. Accade domani a Filacciano, piccolo comune di 400 abitanti, appeso sull’ansa del Tevere e con una sola strada di accesso e uscita. Sembra una piccola storia e invece è un grande racconto di cura e amore per la propria comunità, per stare insieme. Nel nostro tempo di angosce profuse a piene mani,  la riffa del primo maggio è una spicchio di serenità.

Parliamo del cuore puro di chi non si arrende

“Parliamo di coscienze e di bellezza assoluta, del cuore puro di chi non si arrende”. Ha scritto per il 25 aprile Antonio Cipriani, “fratello a me”, grande giornalista e rivoluzionario, che da qualche anno celebra la splendida Val D’Oricia. “Siamo qui  – ha aggiunto – per la bellezza, per la dolcezza dell’amore, per la meraviglia delle cose buone e giuste. Per non dimenticare”.

Quella che domani si svolgerà Filacciano sembra una riffa, ma in realtà è una carezza al cuore. L’antidoto alla resa.

L'articolo
La riffa delle buone cose. A Filacciano domani 1 maggio.
proviene da
Il Nuovo Magazine
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI