Servizi > Feed-O-Matic > 139878 🔗

Martedì 14 Settembre 2021 08:09

Roma-Lido, al via l’orario invernale 2021: in ora di punta corse ogni 18 minuti





Tra Lido Centro e Colombo, i treni saranno sostituiti dalla linea di bus RL4. Il provvedimento si è reso necessario a seguito del ritiro dai treni dal servizio per il raggiungimento del chilometraggio massimo dopo il quale è obbligatoria la revisione generale.

Per il Litorale romano si preannuncia un inverno possibilmente ancor più caldo della stagione estiva appena trascorsa: sulla Roma-Lido sono rimasti disponibili solo 6 treni dei 12 atti al servizio, ma non se ne potranno mettere in campo più di 4 in circolazione per mantenere delle “riserve” di sicurezza. 

Con 4 sole unità a disposizione sarà possibile garantire una frequenza a 18 minuti, che tuttavia potrebbero lievitare a causa dei ritardi maturati per l’eccessivo affollamento delle fermate. 

Per questa ragione a supportare la Roma-Lido saranno messe in campo la linea S15 di Astral, che coprirà la tratta Acilia-Porta san Paolo con poche fermate intermedie, e lo 070 di ATAC opportunamente modificato per servire la tratta Vitinia-EUR.

Per cercare di rispondere alla mancanza di materiale rotabile ATAC ha commissionato a CAF Italia uno studio di valutazione dei danni per il convoglio MA 381-382, finito arrosto lo scorso 2 aprile a causa del distacco dei cavi di alimentazione presso la stazione di Tor di Valle. 

I danni all’impianto elettrico sono stati imponenti e, stando alle evidenze tecniche, probabilmente ci vorranno più di 8 mesi per rimettere il treno in sesto: lavorazioni ancora tutte da fare e per le quali non sono stati stanziati ancora fondi dalla Regione Lazio, che dovrebbe procedere con una apposita variazione di bilancio.

Nel frattempo il treno MA391-392 è stato fermato per la manutenzione intermedia, di carattere più leggero rispetto alla revisione generale, e potrà tornare in servizio solo tra 2 mesi per dare il cambio all’MA395-396: anche questo convoglio dovrà ricevere i correttivi intermedi e tornerà su rotaia presumibilmente all’inizio del prossimo anno.

Procede infine come da programma la manutenzione commissariata da Astral dei treni MA209-210 ed MA206-219, che qualche settimana fa sono stati trasferiti nel deposito officina “Graniti” della metro C.

“Mentre i due famosi Assessori, Alessandri e Calabrese, trovano sempre il tempo per competere su chi le scrive più grosse su errori e mancanze dell’altrui parte, per distogliere osservatori e elettori da quelli abbondanti della propria, sotto al palco di questo teatrino della politica pre-elettorale restano abbandonati cittadini, passeggeri e disabili”, osserva il Comitato Pendolari in un comunicato stampa. 

“L’orario in vigore da lunedì prossimo fa cadere la principale “bugia” detta a più voci, non è vero che sacrificare cittadini e utenti dei quartieri da Ostia levante fino a Torvajanica, compresi i frequentatori dei poli sanitari e universitari di cui tanto si fa bella la Regione Lazio in questi mesi, avrebbe assicurato un servizio migliore sui restanti tre quarti della ferrovia. 

Ci aspettano minimo 12 mesi di passione e carenze grossolane di treni in revisione, ma non né vero che si taglia e si chiude solo perché mancano i treni.”

da Repubblica




* indicates required
Email Address *
Email Format
  • html
  • text


#roma-lido
leggi la notizia su Odissea Quotidiana

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI