'Na predica de mamma

Cesare Pascarella

L'amichi? Te spalancheno le braccia
fin che nun hai bisogno e fin che ci hai;
ma si, Dio scampi, te ritrovi in guai,
te sbatteno, fio mio, la porta in faccia.

Tu sei giovene ancora, e 'sta vitaccia
nu' la conoschi; ma quanno sarai
più granne, allora te n'accorgerai
si a 'sto monno c'è fonno o c'è mollaccia.

No, fio mio bello, no, nun so' scemenze
quer che te dice mamma, 'sti pensieri
tiètteli scritti qui, che so' sentenze;

che ar monno, a 'sta Fajola d'assassini,
lo vòi sapè chi so' l'amichi veri?
Lo vòi sapè chi so' So' li quatrini.

This site uses technical cookies, including from third parties, to improve the services offered and optimize the user experience. Please read the privacy policy. By closing this banner you accept the privacy conditions and consent to the use of cookies.
CLOSE