Servizi > Feed-O-Matic > 103747 🔗

Giovedì 18 Marzo 2021 14:03

Bayern Monaco-Lazio 2-1: un arrivederci alla Champions

La Lazio è uscita dalla Champions League senza prendere l’imbarcata che moli temevano in casa del Bayern Monaco. La compagine 
… Continua...

leggi la notizia su Sport – Abitare A Roma



La Lazio è uscita dalla Champions League senza prendere l’imbarcata che moli temevano in casa del Bayern Monaco. La compagine biancoceleste è stata sconfitta “solo” per 2-1, in una gara che però ha avuto più i contorni di un amichevole che di una gara vera.

Dopotutto con il
4-1 dell’andata
i bavaresi avevano già il pass per i quarti e consci di una superiorità tecnica mostruosa hanno optato più per una gara contenitiva che d’attacco. Dall’altra parte la Lazio ha giocato un match più attento rispetto all’andata preservando molte forze in vista della trasferta in campionato ad Udine.

Infatti Inzaghi ha tenuto in panchina Immobile e Caicedo per tutto il match, che tra l’alto si è giocato su un campo reso duro dal maltempo e dalla neve caduta prima del match sulla Baviera.

Il primo tempo è stata caratterizzato dal calcio di rigore causato da Muriqi che in area laziale ha abbracciato con troppo vigore Goretzka.
Bayern Monaco-Lazio 2-1

Si è trattato di un episodio al limite ma ritenuto falloso dall’arbitro Kovacs. Sul dischetto Lewandowski ha spiazzato Reina ed ha portato in vantaggio il Bayern Monaco.

Nella ripresa Inzaghi ha tolto dal campo Fares infortunato per inserire Lulic. Poco dopo si è fatto male anche Lazzari ed ha lasciato il posto a Parolo. Intanto sul campo Lewandowski al 21’ ha colpito il palo con un potente rasoterra dal limite dell’area.

L’attaccante polacco poi ha lasciato il campo per Choupo-Moting il quale dopo poco dal suo ingresso ha portato il Bayern sul 2-0. La rete dei bavaresi ha scosso la Lazio che negli ultimi minuti, della sua Champions ha avuto una bella reazione d’orgoglio, testimoniata dal goal di Parolo di testa.

LAZIO

Reina 6 – Il portiere spagnolo conosce bene l’Allianz Arena ed ha cercato di dare fiducia ai compagni di squadra.

Marusic 6 – In Baviera Inzaghi ha continuato l’esperimento di proporlo sulla linea dei difensori dove fino ad ora si erano alternati Patric, Hoedt e Musacchio con risultati disastrosi.

Acerbi 5.5 – Ha controllato bene Lewandowski ma non il suo sostituto Chupo-Moting che appena entrato ha freddato Reina proprio dalle sue parti.

Radu 6 – Ha messo a disposizione la sua esperienza contro un avversario forte.

Bayern Monaco-Lazio 2-1
Lazzari 5 – Fino a quando è stato in campo non ha messo in mezzo cross interessanti. Poi si è fatto male alla mano ed ha dovuto lasciare posto a Parolo.

55′ Parolo 7 – Il goal è strameritato, con umiltà è l’ultimo a mollare. Molti compagni dovrebbero almeno provare ad imitare il suo temperamento.

Milinkovic 6 – Insieme a Luis Alberto si è caricato la squadra sulle spalle, soprattutto nel primo tempo.

Escalante 5 – Contro avversari di livello è andato molto in difficoltà

Luis Alberto 5 – Ha avuto veramente poche chance per mettersi in mostra.

75′ Cataldi sv.

Fares 5 – Della sua gara ci ricorderemmo la sua faccia in occasione della posizione da coccodrillo durante un calcio di punizione avversario al limite dell’area. Poi si è fatto male, per l’ennesima volta.

46′ Lulic 6 – Il capitano ha messo dentro qualche buon cross ed è stato uno degli ultimi a mollare.

Bayern Monaco-Lazio 2-1
Correa 5 – L’argentino è dato il più pericoloso ma come al solito ha sbagliato l’ultimo passaggio.

Muriqi 4 – L’ex Fenerbahce è il simbolo del fallimento del mercato biancoceleste nell’anno del ritorno in Champions League. I 20 milioni spesi per questo giocatore potevano e dovevano essere spesi meglio.

55′ Pereira 6 – Sicuramente più vivace è utile del compagno che ha sostituito. Dalla sua punizione è nato il gol della bandiera di Parolo.

All. Simone Inzaghi 5 – Questa partita è stata poco più di un amichevole. La Lazio ha dimostrato di poter competere in Champions ma la competizione europea ha messo a nudo anche le fragilità della rosa e di un mercato estivo che non è stato all’altezza di un impegno così prestigioso.

BAYERN MONACO

Nubel 6; Pavard 6.5, Boateng 6 (46’ Sule), Alaba 6, Hernandez 6; Goretzka 6.5 (64′ Davies), Kimmich 6.5 (77’ Martinez); Sané 6, Muller 6 (70’ Musiala), Gnabry 5.5; Lewandowski 6.5 (70’ Choupo-Moting 6.5). All. Hans-Dieter Flick 6.

All. Simone

Arbitro: István Kovács (ROU) 5.5

Marcatori: 33′ Lewandowski (B), 73′ Choupo-Moting (B), 82′ Parolo (L)

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Nubel; Pavard, Boateng (46′ Sule), Alaba, Hernandez; Goretzka (64′ Davies), Kimmich (77′ Martinez); Sané, Muller (70′ Musiala), Gnabry; Lewandowski (70′ Choupo-Moting). A disp. Schneller, Roca, Sarr. All. Hans-Dieter Flick.

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari (55′ Parolo), Milinkovic, Escalante, Luis Alberto (75′ Cataldi), Fares (46′ Lulic); Correa, Muriqi (55′ Pereira). A disp. Strakosha, Patric, Musacchio, Hoedt, Leiva, Akpa Akpro, Caicedo, Immobile. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: István Kovács (ROU). Assistenti: Vasile Florin Marinescu (ROU) – Ovidiu Artene (ROU). IV uomo: Ovidiu Haţegan (ROU). V.A.R: Pawel Gil (POL). A.V.A.R.: Tomasz Kwiatkowski (POL).

NOTE. Ammonito: 26′ Radu (L), 31′ Acerbi (L), 39′ Milinkovic (L), 48′ Goretzka (B), 70′ Correa (L).

Bayern Monaco-Lazio 2-1

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI