Servizi > Feed-O-Matic > 112974 🔗

Domenica 2 Maggio 2021 19:05

Lazio-Genoa 4-3: record di vittorie all’Olimpico

La Lazio ha dominato la gara dell’ora di pranzo contro il Genoa ma come contro il Benevento ha rischiato di 
… Continua...

#sport
leggi la notizia su Sport – Abitare A Roma



La Lazio ha dominato la gara dell’ora di pranzo contro il Genoa ma come contro il
Benevento
ha rischiato di essere raggiunta in extremis.

Alla fine è terminata 4-3 con gli ospiti che sul 4-1 hanno messo paura ai capitolini con due goal in sequenza.

Nonostante la sofferenza finale la Lazio ha meritato la vittoria, l’undicesima consecutiva all’Olimpico e continua a rincorrere un posto nella prossima Champions League.

La vittoria contro l’ex Ballardini ha portato le firme di Correa, autore di una doppietta, di Luis Alberto ed ovviamente Immobile.
Lazio-Genoa 4-3
Il bomber ha messo subito paura a Perin già dopo 3 minuti di gioco ed al 6’.

Il match si è sbloccato alla mezzora con la rete di Correa, bravo ad infilare il portiere avversario nell’angolino più lontano. Al 42’ Immobile si è guadagnato un calcio di rigore che poi ha trasformato.

Ad inizio ripresa Ballardini ha inserito contemporaneamente Scamacca, Pjaca e Ghiglione per Destro, Zajc e Radovanovic riuscendo a trovare quasi subito la rete che ha riaperto il match. Il goal genoano è stato più propriamente un autogoal di Marusic, che maldestramente ha deviato nella propria porta un cross di Scamacca.

Lazio-Genoa 4-3
Subito dopo Luis Alberto ha ristabilito le distanze con un gran goal ed al 56’ Correa ha messo dentro la rete del poker. Quando ormai la partita sembrava non avere più niente da dire, il neo entrato Cataldi ha fatto un fallo da rigore sull’ex Badelj. Sul dischetto Scamacca ha dimezzato lo svantaggio ed al 81’ Shomurodov in contropiede ha messo dentro la palla del 4-3.

Con un solo goal di vantaggio negli ultimi dieci minuti si è giocata una nuova partita, con la Lazio che ha avuto paura di pareggiare l’incontro ma alla fine stringendo i denti è riuscita a portare a casa l’undicesima vittoria consecutiva all’Olimpico.

LAZIO

Reina 6 – Bravo nel primo tempo sul tiro dell’ex romanista Strootman, nella ripresa poteva fare meglio solo in occasione del terzo goal genoano.

Marusic 6 – L’esterno adatto in difesa ha giocato una partita attenta ed è stato sfortunato in occasione dell’autogoal.

Hoedt 6 – Non è stato facile sostituire Acerbi.

Radu 6.5 – Con Hoedt doveva essere più concentrato del solito.

Lazzari 6.5 – Ha giocato una buona partita sulla sua fascia di competenza.

Milinkovic 7 – Il sergente è stato ancora una volta il leader assoluto del centrocampo.

82′ Akpa Akpro sv.

Leiva 6.5 – Grande partita anche per lui. Inzaghi l’ha tolto sul 4-1 e guarda caso poi la squadra è andata in bambola.

57′ Cataldi 5 – È entrato male in campo, causando quasi subito il calcio di rigore che ha riaperto il match.

Luis Alberto 7.5 – Le sue giocate sono state sontuose, sulla trequarti ha ispirato tutte le azioni offensive dei compagni. Nella ripresa si è preso anche la soddisfazione di siglare il goal del 4-1.

82′ Pereira sv.

Lulic 5.5 – Partita con più bassi che alti.

67′ Fares 6 – Ha mostrato più voglia rispetto alle scorse apparizioni.

Correa 7.5 – Dopo le critiche ha messo la quinta e nelle ultime due partite è stato il super protagonista.

82′ Parolo sv.

Lazio-Genoa 4-3
Immobile 7 – Si è guadagnato ed ha trasformato il rigore del 2-0. Il suo bottino però poteva essere decisamente più ampio.

All. Simone Inzaghi 7 – La sua Lazio continua la rincorsa alla Champions League. La lotta è serrata e con 4 gare ancora da disputare (più il recupero con il Torino) l’unico modo per impensierire le squadre avversarie è quello di vincere sempre da qui alla fine.

GENOA

Perin 6, Biraschi 5, Radovanovic 4 (46′ Pjaca 5), Masiello 5.5; Goldaniga 5.5, Strootman 5 (52′ Rovella 6), Badelj 6.5, Zajc 5 (46′ Ghiglione 6.5), Zappacosta 5.5 (69′ Cassata 6), Destro 5 (46′ Scamacca 6.5), Shomurodov 6.5. All. Davide Ballardini 5.5.

Arbitro: Piero Giacomelli (sez. di Trieste) 6.

Lazio-Genoa 4-3

Marcatori: 30′, 56′ Correa (L), 43′ rig. Immobile (L), 47′ aut. Marusic (L), 48′ Luis Alberto (L), 80′ rig. Scamacca (G), 81′ Shomurodov (G).

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic (82′ Akpa Akpro), Leiva (57′ Cataldi), Luis Alberto (82′ Pereira), Lulic (67′ Fares); Correa (82′ Parolo), Immobile. A disp. Alia, Strakosha, Musacchio, Patric, Muriqi. All. Simone Inzaghi.

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Radovanovic (46′ Pjaca), Masiello; Goldaniga, Strootman (52′ Rovella), Badelj, Zajc (46′ Ghiglione), Zappacosta (69′ Cassata); Destro (46′ Scamacca), Shomurodov. A disp. Marchetti, Paleari, Zapata, Behrami, Czyborra, Melegoni, Portanova. All. Davide Ballardini.

Arbitro: Piero Giacomelli (sez. di Trieste). Assistenti: Baccini – Bottegoni. IV uomo: Abisso. V.A.R.: Di Paolo. A.V.A.R.: De Meo.

NOTE. Ammoniti: 32′ Biraschi (G), 42′ Radovanovic (G), 45′ Leiva (L), 70′ Masiello (G), 79′ Cataldi (L), 90’+1 Cassata (G). Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI