Servizi > Feed-O-Matic > 113498 🔗

Martedì 4 Maggio 2021 13:05

Francesca Della Ragione, cinema e non solo

Francesca Della Ragione è un’attrice romana, nata “in questo quadrante di Roma” (Nord) e da molti anni residente in via Cortina d’Ampezzo. La passione per il cinema le viene trasmessa dai genitori fin da bambina, essendo quest’ultimi fedeli amanti della settima arte, in particolare dei grandi classici firmati Hollywood. Non solo. Già da quando aveva […]

L'articolo
Francesca Della Ragione, cinema e non solo
proviene da
VignaClaraBlog.it
.

leggi la notizia su VignaClaraBlog.it



Francesca Della Ragione è un’attrice romana, nata “in questo quadrante di Roma” (Nord) e da molti anni residente in via Cortina d’Ampezzo. La passione per il cinema le viene trasmessa dai genitori fin da bambina, essendo quest’ultimi fedeli amanti della settima arte, in particolare dei grandi classici firmati Hollywood.

Non solo. Già da quando aveva quattro anni ha iniziato a calcare il palcoscenico frequentando un corso di danza classica e, all’età di sei anni, faceva i saggi presso grandi teatri della Capitale. Da quel momento non si è più fermata.

“Avevo la fortuna di frequentare una scuola affiliata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma e i talent scout venivano a vederci ballare per scegliere i bambini da inserire nei corpi di ballo degli spettacoli targati Rai e Mediaset. Così ho fatto alcuni programmi televisivi tra cui lo Zecchino d’Oro e un altro con Toto Cutugno, ero piccolissima. Poi ho iniziato teatro anche a scuola. Era la mia vita e l’ho semplicemente seguita”, conferma l’attrice.

Di tutti gli incontri avvenuti durante il suo percorso, uno in particolare ha segnato la sua vita professionale. Si tratta della nota casting director americana April Webster, conosciuta a Los Angeles, dove Francesca si trovava per frequentare una Master Class internazionale con attori e artisti di tutto il mondo.
“Dovevamo proporre una scena davanti grandi agenzie locali e per l’occasione venne a vederci April Webster. Mi ricordo quel giorno come il mio punto di svolta, lei mi fece molti complimenti ed è lì che presi coscienza del fatto che avrei potuto farcela. Mi sono detta continua a testa bassa, finché non arrivi ai traguardi che ti sei prefissata. E così è stato”, ci racconta.

Ma vi è anche un altro personaggio di rilievo del cinema italiano ad aver illuminato Francesca Della Ragione. Stiamo parlando di Paolo Virzì, con cui Francesca ha avuto l’opportunità di collaborare sul set del film “La Pazza Gioia”.

“Mi sono ritrovata a lavorare in questo set enorme con attori fantastici del calibro di Valeria Bruni Tedeschi. Abbiamo girato per tre giorni ad Ansedonia ed è stata un’esperienza meravigliosa. Paolo è un grande regista, eccezionale. Lavora molto con gli attori. Fa tutto, da lavorare con gli attori a caricarsi macchine pesantissime da solo. Spero di poter collaborare ancora con lui nel futuro perché è uno tra i registi italiani che amo di più, in particolare per le sue competenze professionali che stimo molto. Già mi piaceva come regista a partire dal film “Il capitale umano”, uno dei miei preferiti.”.

Francesca-Della-Ragione
Foto di Sara Galimberti
Al momento possiamo vedere Francesca nel film “La banda dei tre” di Francesco Maria Dominedò, uscito a marzo sulla piattaforma Sky, al fianco di Marco Bocci, Francesco Pannofino e Carlo Buccirosso. L’attrice interpreta Patrizia, una donna maltrattata all’interno delle mura domestiche, dove subisce atti di violenza dal marito, ma resta comunque una grande sognatrice. Infatti, nonostante viva una vita molto difficile e buia, non si arrende mai, sogna sempre di poterla cambiare in meglio. Quando incontra Bambola (Marco Bocci), si concede una seconda possibilità e accetta l’aiuto che le viene dato, tuffandosi in una nuova storia.

“Uscire sul grande schermo è un’emozione che la piattaforma non ti potrà mai dare”, sostiene l’attrice. “Tuttavia, la piattaforma ha il vantaggio di essere più fruibile, conferisce maggiore visibilità al film e all’attore perché viene potenzialmente visto da un numero maggiore di persone. Le piattaforme stanno prendendo sempre di più il sopravvento, a prescindere dalla pandemia che ha solo accelerato un processo che era già in atto. Al livello di visibilità e pubblicità come attrice hai un ritorno mediatico maggiore. Però il cinema resta sempre il cinema, il mio grande amore”, prosegue Francesca.

L’anno appena trascorso non è bastato a fermare Francesca Della Ragione che ha approfittato per dare sfogo a nuove passioni e iniziare nuovi corsi. “Porto avanti la lingua spagnola, oltre un corso di sceneggiatura. Ho seminato molto, voglio affiancare al mio lavoro di attrice quello di produttrice”, ci rivela. Da inizio anno ha girato anche il film “The Christmas Show”, di Alberto Ferrari, con Raul Bova, Serena Autieri e Francesco Pannofino e Tullio Solenghi, che uscirà al cinema a Natale, oltre l’horror di Paolo Strippoli “Piove”: “due ruoli molto diversi, mi piace cambiare e sperimentare. Sono molto versatile”.

Insomma, non ha avuto altra scelta che fare questo nella vita. Si definisce appunto “versatile” proprio per la sua capacità di spaziare dal cinema, al teatro alla televisione e di passare dalla commedia ad altri generi con naturalezza.

Una sola parentesi della vita di Francesca è stata dedicata ad altro. Infatti, per qualche anno ha deciso di intraprendere un’altra attività, ovvero quello di organizzatrice di eventi sportivi, in particolare per la Federazione Italiana Rugby, per cui ha curato grandi eventi negli stadi più importanti d’Europa: “Ho organizzato tre Coppe del Mondo e alcuni tornei Sei Nazioni. Mi sono ritrovata a fare questo lavoro per alcune circostanze della mia vita. Si trattava sempre di un ambiente lavorativo dinamico proprio perché non sono adatta ai ritmi lenti, statici e monotoni, che subito mi annoiano. Ma dopo un po’ il richiamo della recitazione è stato troppo forte per cui, da circa sei anni, sono tornata a recitare a tempo pieno”.

Francesca-Della-Ragione
Foto di Sara Galimberti
Francesca Della Ragione è nata a Roma ma, come anticipato, non ha sempre abitato a Via Cortina d’Ampezzo. Si è trasferita in questo quartiere circa dieci anni fa e, a tal proposito, ritiene che la zona si sia evoluta bene negli anni, che il
Consorzio
abbia lavorato proficuamente.

“Ho scelto di venire a vivere a Via Cortina d’Ampezzo per il verde e la sua tranquillità. Grazie alla galleria Giovanni XXIII in pochi minuti posso raggiungere il centro, pur vivendo quasi in campagna, nel verde in tranquillità. Adoro le zone residenziali. Forse in futuro potrei pensare di andare in zona Prati o Flaminio ma per ora l’idea è quella di restare qui” ci confessa. “Inoltre, adesso che hanno creato la zona commerciale, ho a disposizione tutti i servizi di prima necessità. Una cosa che cambierei? I padroni dei cani un po’ indisciplinati ma, per il resto, sto proprio bene” prosegue.

A breve l’attrice partirà per la Sicilia per girare il prossimo film di Giovanni Virgilio, oltre ad alcuni progetti in divenire di cui non svela nulla perché “sono molto scaramantica”. Ma, nel frattempo, si gode la sua abitudine preferita: prendere un buon caffè seduta ai tavolini del bar Mondi.

Caterina Somma

L'articolo
Francesca Della Ragione, cinema e non solo
proviene da
VignaClaraBlog.it
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI