Servizi > Feed-O-Matic > 129245 🔗

Lunedì 19 Luglio 2021 15:07

Fleming, Piazza Diodati, nero su bianco il futuro del mercato

Il mercato di piazza Diodati trova (forse) finalmente pace. Lo scorso 13 luglio, la Giunta del XV Municipio ha deciso di presentare una richiesta di accordo a RFI SpA (Rete Ferroviaria Italiana) per il mantenimento delle attività commerciali del mercato rionale nella piazza finché non saranno ultimati i lavori per la nuova sede a via […]

L'articolo
Fleming, Piazza Diodati, nero su bianco il futuro del mercato
proviene da
VignaClaraBlog.it
.

#attualità #cronaca #fleming #mercato piazza diodati #piazza diodati #rfi #stefano simonelli
leggi la notizia su VignaClaraBlog.it



Il
mercato di piazza Diodati
trova (forse) finalmente pace. Lo scorso 13 luglio, la Giunta del XV Municipio ha deciso di presentare una richiesta di accordo a RFI SpA (Rete Ferroviaria Italiana) per il mantenimento delle attività commerciali del mercato rionale nella piazza finché non saranno ultimati i lavori per la nuova sede a via Monterosi.

Il mercato, nato negli anni ’60, all’aperto e costituito da una manciata di operatori, è da diversi anni al centro di un’aspra diatriba tra Municipio, commercianti, residenti e RFI. La società, infatti, in quanto proprietaria della piazza
chiede dal 2018 la ricollocazione
delle bancarelle in altri luoghi per poter dedicare l’intero spazio al parcheggio della
stazione ferroviaria di Vigna Clara, la cui apertura dovrebbe avvenire entro la fine del 2021
.

Dal 2018, ci sono stati molti rumor, serie preoccupazioni e poche proposte. Oggi, sembra che un passo avanti sia stato fatto.

La Giunta Municipale ha dato infatti mandato al Presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, di attivarsi presso il Sindaco di Roma Capitale e gli Assessori Capitolini per concludere un accordo con il gruppo RFI per poter lasciare il mercato a piazza Diodati, attraverso una cessione temporanea dell’area all’amministrazione capitolina fino al termine dei lavori per la nuova sede a via Monterosi.

Secondo i piani del Municipio, la nuova sede del mercato Flaminio Nuovo sorgerà su un terreno sequestrato alla mafia posto alla fine di via Monterosi, ad angolo con via Flaminia. Si tratta di un’ampia area da riqualificare e che si presta per essere adattata alle esigenze di un mercato rionale, grazie allo spazio per i banchi e posti auto per i clienti.

La fine dei lavori è prevista per dicembre 2024. Durante questo periodo, il Municipio XV si occuperà della manutenzione ordinaria di piazza Diodati e si farà carico delle responsabilità annesse.

Nato nel lontano 1965, sui marciapiedi di via Tuscia, il mercato Flaminio Nuovo era costituito da una ventina di banchi e divenne ben presto punto di riferimento dei residenti del quartiere Fleming e di quelli limitrofi.

In seguito, a causa della necessità di eseguire dei lavori di ampiamento delle strade, il mercato venne spostato su via Flaminia, scatenando l’ira di commercianti e clienti perché la nuova area non era idonea a ospitare i banchi né a far fermare le macchine. Nel 1996, venne così nuovamente trasferito e collocato a piazza Diodati, dove vennero allestite una dozzina di attrezzature fisse con davanti a un’area parcheggio e dove ancora oggi si trova.

Il mercato Flaminio Nuovo è raccolto, frequentato da una clientela fissa, affezionata e non di passaggio, raggiungibile da via Monterosi o da via Tuscia. Un’alternativa al mercato di piazza Monteleone di Spoleto o a quello di Ponte Milvio.

Nonostante le difficoltà che gli spostamenti di sede comportano per ogni attività, gli esercenti si sono dichiarati disponibili a collaborare con il Municipio e a spostarsi nella nuova sede quanto questa sarà ultimata, a patto che fino a quel giorno venga loro assicurata la continuità lavorativa a piazza Diodati.

Le voci di contrasto non si sono fatte attendere. “È senz’altro singolare che i consiglieri municipali non siano stati messi a conoscenza della decisione della giunta soprattutto su un tema così delicato, considerato anche l’approssimarsi della scadenza del mandato”, ha dichiarato in un comunicato stampa Giuseppe Mocci, capogruppo Lega in XV Municipio, affermando che “Piazza Diodati, di proprietà delle ferrovie, è un’area importante per la riorganizzazione del sistema dei parcheggi della zona in vista dell’imminente apertura della stazione ferroviaria di Vigna Clara. Un lavoro, quest’ultimo, che dovrà essere avviato il prima possibile anche in vista del Giubileo del 2025 e che non può essere compromesso con alcun tipo di interferenza”.

Giulia Vincenzi

L'articolo
Fleming, Piazza Diodati, nero su bianco il futuro del mercato
proviene da
VignaClaraBlog.it
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI