Servizi > Feed-O-Matic > 140677 🔗

Mercoledì 15 Settembre 2021 17:09

Biblioinfanzia Colibrì, un servizio ai più piccoli che non deve essere cancellato

Biblioinfanzia Colibrì è una biblioteca territoriale del IV Municipio (sita presso la Scuola dell’Infanzia Vittorio Veneto in via Pomona 9 
… Continua...

#cultura #scuola e università
leggi la notizia su Cultura – Abitare A Roma




Biblioinfanzia Colibrì è una biblioteca territoriale del IV Municipio (sita presso la Scuola dell’Infanzia Vittorio Veneto in via Pomona 9 – Pietralata) specializzata per l’infanzia dove puoi trovare tanti libri per bambini con l’adulto che racconta, narra, e legge ad alta voce, iniziando un viaggio nel fantastico che può continuare a casa con il prestito librario.
E’ uno spazio-tempo che insieme al piacere della lettura offre al genitore l’occasione di dedicare un tempo di attenzione al bambino e alla relazione con lui. E’ un luogo dove puoi trovare testi per educatori e genitori che vogliono affrontare il tema della lettura ai piccoli approfondendo aspetti e significati del mondo dell’infanzia attraverso libri selezionati da personale specializzato. Collabora con Educatrici del Nido, Insegnanti della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria, individuando percorsi di lettura adeguati all’età, al bisogno di conoscenza, alle curiosità dei bambini.
Ora questo spazio rischia di chiudere e su questo argomento raccogliamo l’appello di una educatrice, ora in pensione, che ha molto a cuore la cultura nel nostro territorio specialmente quella destinata ai più piccini.
“Nel IV°Municipio c’è lo “Spazio Lettura” dedicato ai bambini dai 0 ai 6 anni, unico nella Capitale gestito direttamente dal Comune, che ora rischia di chiudere.
Quando, nel 2006 fui convocata nell’Ufficio Scuola dell’ex V Municipio per l’incarico di occuparmi dello Spazio Lettura istituito qualche anno prima ma che necessitava di un rilancio, pensai che mi si presentava l’occasione di dedicarmi in modo specifico ad un aspetto del mio lavoro di educatrice di Asilo Nido cui ero particolarmente legata e che mi regalava piacevolissime e significative esperienze: l’attività con i libri e la lettura ad alta voce, molto apprezzata anche dai bambini.
Con la collega Luciana abbiamo riorganizzato e rilanciato lo Spazio cui abbiamo dato una identità: “Biblioinfanzia Colibrì”, abbiamo preso contatti con Nidi , Scuole d’Infanzia e anche con alcune Scuole Primarie per organizzare percorsi di lettura, ma soprattutto per stimolare la creazione di “Punti Lettura” all’interno delle loro scuole. Dopo l’orario scolastico nello Spazio si accoglievano i bambini e le relative famiglie dando loro la possibilità di visionare insieme i libri , di prenderli in prestito, di partecipare ad incontri di lettura ad alta voce dove spesso i genitori e nonni si lasciavano coinvolgere, con l’evidente gradimento dei loro piccoli.
Questa impostazione si è consolidata ed arricchita negli anni rendendo un prezioso ed apprezzato servizio educativo /culturale per Nidi Scuole e Famiglie, con grande soddisfazione di operatori ed utenti.
Con il pensionamento si è interrotta per me questa specifica esperienza ma non il desiderio di respirare con i bambini quella magica atmosfera che si crea attraverso la lettura a voce alta e di diffonderne la pratica.
Ed ecco, come docente dell’Associazione Università Popolare Michele Testa, nel 2019 mi sono rivolta alla Struttura avvalendomi del prestito librario utilizzato per far conoscere agli iscritti il mondo dei libri per l’infanzia. Successivamente mi sono avvalsa della collaborazione e del confronto con la “Biblioinfanzia Colibrì” per preparare il corso “on line” 2020/2021, seguito da genitori e nonni, sulla Lettura per l’Infanzia. In preparazione dell’attività per l’anno accademico che sta per iniziare, avevo preso contatti già nel mese di giugno prenotando il prestito di libri che avrei usato per il corso intitolato “Libri che costruiscono ponti”.
Purtroppo la Biblioinfanzia dopo la pausa estiva non ha ancora riaperto, sono preoccupata che questa esperienza possa finire perché si paventa la chiusura definitiva di un servizio integrativo all’infanzia unico e molto apprezzato da bambini, insegnanti, famiglie.
Si rischia così di disperdere un patrimonio di circa 4.000 libri nonché una fonte di stimolo e diffusione dell’uso del libro e della pratica della lettura ad alta voce per bambini che ancora non sono in grado di leggere autonomamente. Anna Grossi”
Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI