Servizi > Feed-O-Matic > 145482 🔗

Sabato 25 Settembre 2021 19:09

Ponzano, il racconto di S. Sebastiano nel grande murales di Ligama

Frecce nella carne e ferite sui muri I peccati dell’uomo e i segni del tempo. Le cure degli angeli a levare il martirio Guarire Sebastiano il santo nudo. Questi versi sono di Salvo Ligama l’artista di street art che ha regalato a Ponzano il murales di S. Sebastiano. Ne spiegano il senso e l’emozione.L’opera troneggia […]

L'articolo
Ponzano, il racconto di S. Sebastiano nel grande murales di Ligama
proviene da
Il Nuovo Magazine
.

#uncategorized
leggi la notizia su Il Nuovo Magazine



Frecce nella carne e ferite sui muri

I peccati dell’uomo e i segni del tempo.

Le cure degli angeli a levare il martirio

Guarire

Sebastiano il santo nudo.

Questi versi sono di Salvo Ligama l’artista di street art che ha regalato a Ponzano il murales di S. Sebastiano. Ne spiegano il senso e l’emozione.L’opera troneggia su buona parte del grande muro di contenimento di una dimora patrizia all’ingresso della salita che porta al centro storico. Alto cinque metri e lungo circa quindici appare all’improvviso e commuove. I colori utilizzati fanno si che il quadro si compenetri con il muro sbrecciato, i muscoli del santo , le frecce nel costato hanno una tonalità che fa tutt’uno con l’antica parete, ieri sbrecciata, oggi rigenerata dall’arte.  Ligama ha un tratto gentile, non invade i luoghi dove interviene, ma con essi dialoga donando  una nuova visione. Fa così In tutta Italia , a partire dalla sua Catania. Lo stesso accade a Ponzano. Al martire Sebastiano ufficiale romano sodale dell’imperatore Diocleziano,ma poi diventato difensore dei cristiani perseguitati, morto due volte secondo la leggenda, e perciò  fatto santo da  cattolici e ortodossi infatti è dedicata una della chiese locali.



A lui è devota la Confraternita omonima, una delle più antiche nella Valle del Tevere. L’artista non impone ma si fa parte della comunità, uno del paese. Il murales è stato realizzato a titolo gratuito nell’ambito delle relazioni artistiche con la dirigenza del Prac, la nuova struttura comunale che cura mostre di artisti da tutto il mondo.

 


il murale di s.sebastiano a Ponzano Romano
Sembra un affresco medievale

Sembra un affresco della più alta tradizione medievale, realizzata però sulla pubblica via. . Raffigura la statua custodita nella chiesa e che ogni anno viene portata in processione per le vie  del paese. Quattro fotogrammi giganti, il particolare della freccia, genera attenzione, quello della fascia blu risalta. E si resta a guardare con un misto di sorpresa e meraviglia. Racconta e ribadisce un legame profondo con la sacralità del luogo con naturalezza e semplicità. Ma, nello stesso tempo, indica una strada da percorrere per ridare vita ai centri storici: quella della bellezza come potente antidoto all’abbandono e alle perdita di se. Ricorda che quelle strade , quei muri hanno una storia , un anima. E senza curarla si smarrisce il senso dell’abitare in questi centri arroccati sulla cima delle colline che fanno da corona alla valle del Tevere. L’utilizzo della street art per combattere il grigiore delle periferie è fenomeno con qualche anno di storia, quello di utilizzarla per ridare storia e colori ai vicoli  dei piccoli centri spopolati, invece, è pratica più recente ma sempre più diffusa. La scelta di Ponzano è la prima del genere nei comuni della Tiberina. Suggerisce di guardarsi intorno con fantasia e creatività.



Opere d’arte per recuperare muri sbrecciati, e le colate grigie del cemento

I nostri paesi sono pieni di muri sbrecciati , pareti di cemento, muri di contenimento, vicoli trascurati perché innervano quartieri scomodi. e giacciono li poco camminati, ai margini della vita della comunità. E’ in corso proprio questi giorni una campagna elettorale che riguarda il rinnovo delle amministrazioni comunali di  molti centri, medi e piccoli, Ponzano con la sua la scelta indica che forse la strada maestra è quella di curare le terre, le case, i quartieri con la bellezza. Dice il sindaco Sergio Pimpinelli : “L’amministrazione comunale intende ringraziare l’artista Ligama per averci donato questa splendida opera murale. Dal punto di vista concettuale il soggetto dell’opera, rappresentando San Sebastiano, si inserisce in una tradizione fortemente sentita dai concittadini. Dal punto di vista estetico, per la delicatezza dei colori, l’opera si armonizza perfettamente con il contesto ambientale e rappresenta l’inizio di una operazione di valorizzazione e pieno recupero del nostro borgo”. Ma questo può valere per ognuno dei nostri comuni.



L'articolo
Ponzano, il racconto di S. Sebastiano nel grande murales di Ligama
proviene da
Il Nuovo Magazine
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI