Giovedì 9 Aprile 2020 01:04

#lamostraincasa - Videoracconti dedicati alla mostra Il Colore degli Etruschi

da 06/04/20 a 30/09/20

Centrale Montemartini

Il progetto #lamostraincasa prevede un ciclo di appuntamenti che offre approfondimenti, aneddoti e storie legate alle opere delle mostre in corso nei Musei in Comune.

Il primo degli appuntamenti #lamostraincasa è dedicato alla mostra
Il colore degli Etruschi
, l’esposizione di lastre parietali e decorazioni architettoniche provenienti dal territorio di Cerveteri.

Daniele Federico Maras, Funzionario Archeologo presso la Soprintendenza Archeologia Belle Arti Paesaggio Etruria Meridionale, illustra una delle lastre dipinte esposte in mostra proveniente da Cerveteri. Un'opera del VI secolo a.C., di grande importanza, che racconta l'incontro tra il giovane Tiresia e una 'misteriosa' figura femminile, che viene ritratta eccezionalmente nuda.


Leonardo Bochicchio, Funzionario Archeologo presso la Soprintendenza Archeologia Belle Arti Paesaggio Etruria Meridionale e uno dei curatori della mostra, ci parla di una serie di lastre dedicate alle imprese dell'eroe greco Eracle.


Daniele Maras, Funzionario Archeologo presso la Soprintendenza Archeologia Belle Arti Paesaggio Etruria Meridionale e uno dei curatori della mostra, racconta una lastra in terracotta con un'iscrizione particolare.


Daniele Maras, Funzionario Archeologo presso la Soprintendenza Archeologia Belle ArtiPaesaggio Etruria Meridionale e uno dei curatori della mostra, ci racconta oggi quello che hanno scoperto gli archeologi durante lo studio e la ricomposizione dei materiali che sono esposti in mostra. Come erano fatte le lastre? Il lavoro era realizzato da modellatori, pittori e fonaciai etruschi... ma come erano montate le lastre nel loro luogo di destinazione?


Leonardo Bochicchio, funzionario archeologo e uno dei curatori della mostra, ci spiega come cogliere ogni dettaglio delle straordinarie raffigurazioni in mostra.
Le ricche dimore etrusche della antica Caere (attuale Cerveteri), così come i santuari, in occasione dei banchetti e delle festività più solenni dedicate agli dei, accoglievano al loro interno danze festose e colorate, accompagnate dalla musica. Di quest’usanza rimane il ricordo nelle immagini dipinte in una serie di lastre in terracotta esposte nella mostra ospitata al piano terra della Centrale Montemartini.


Daniele Maras, Funzionario Archeologo, uno dei curatori della mostra, ci parla di un gruppo di lastre dipinte trovate nel 1940 in località “Campetti”, al margine della moderna città di Cerveteri. Le scene dipinte sulle lastre si riferiscono alla storia di Perseo e Medusa, ma l’artista etrusco che le realizzò aggiunse alcuni particolari inusuali che si allontano dalla tradizionale versione del mito greco...


leggi la notizia su 060608.it > Eventi e spettacoli > Incontri

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI