Sabato 21 Marzo 2020 00:03

Vergogna per la Repubblica Ceca: ammette di aver bloccato centinaia di migliaia di mascherine destinate all’Italia.

Quarantasettemila contagiati e più quattromila decessi: questi i numeri impressionanti di ieri del #Covid19 in Italia e mentre il Paese è al collasso scopriamo che una parte del materiale sanitario …
Read More

L'articolo
Vergogna per la Repubblica Ceca: ammette di aver bloccato centinaia di migliaia di mascherine destinate all’Italia.
proviene da
Riprendiamoci Roma
.

#attualità #uncategorized #coronavirus
leggi la notizia su Riprendiamoci Roma



Quarantasettemila contagiati e più quattromila decessi: questi i numeri impressionanti di ieri del #Covid19 in Italia e mentre il Paese è al collasso scopriamo che una parte del materiale sanitario sequestrato mercoledì scorso in un deposito nel nord-ovest della Repubblica Ceca era un dono della Croce rossa cinese per l’Italia.

Lo ha ammesso ieri, seraficamente, il ministro dell’interno ceco Jan Hamacek via twitter: “I doganieri hanno sequestrato centinaia di migliaia di mascherine. Purtroppo successivamente è venuto alla luce che una parte era un dono cinese all’Italia” E continua: l’Italia sarà risarcita”.





E come sarà risarcita l’Italia caro Ministro ceco?
Come?

I numeri: in totale, la polizia ha sequestrato 680 mila mascherine e 28 mila respiratori, di cui 101.600 mascherine e respiratori destinatI dalla provincia Zhejiang all’Italia.

Come twittano molti cittadini cechi al loro Ministro: “cosa diavolo non ha notato?! “
Il tricolore era ben esposto nelle scatole destinate all’Italia, lo si vede dalle immagini televisive del sequestro.

Una sola parola: vergogna!!!


L'articolo
Vergogna per la Repubblica Ceca: ammette di aver bloccato centinaia di migliaia di mascherine destinate all’Italia.
proviene da
Riprendiamoci Roma
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI