Servizi > Feed-O-Matic > 242901 🔗

Martedì 10 Maggio 2022 16:05

Oltre 600 mila euro la raccolta del Milano Marathon Charity Program

Si sono svolti ieri, lunedì 9 maggio, a Milano presso l’UNAHOTELS Scandinavia, i Charity Awards 2022, l’evento organizzato da RCS 
… Continua...

#sociale e handicap #sport
leggi la notizia su Sport - Abitare A Roma




Si sono svolti ieri, lunedì 9 maggio, a Milano presso l’UNAHOTELS Scandinavia, i Charity Awards 2022, l’evento organizzato da RCS Sports & Events – RCS Active Team di premiazione delle organizzazioni non profit, aziende solidali, staffette e singoli fundraiser che si sono distinti nella raccolta fondi in occasione della 20^ Telepass Milano Marathon. Serata condotta dal giornalista Gianni Mauri, presidente di FIDAL Lombardia e speaker ufficiale della maratona.

Un appuntamento con il quale si chiude ufficialmente la manifestazione sportiva meneghina andata in scena lo scorso 3 aprile, nonché la raccolta fondi che dal 2010 accompagna, in particolare, la Lenovo Relay Marathon e il suo Charity Program, introdotto per incentivare i runner, attraverso la partecipazione all’evento, a supportare le organizzazioni non profit Official Partner (85 nel 2022) a finanziare le attività e i singoli progetti benefici.

Il valore raccolto quest’anno è di 620.000 euro, a conferma che la maratona di Milano rappresenta uno degli appuntamenti sportivi charity più importanti d’Europa, dopo tre anni difficili legati all’emergenza sanitaria e con l’attuale conflitto in Ucraina, situazioni che hanno messo a dura prova la buona riuscita di tutto l’evento.


“L’appuntamento con gli Awards non fa altro che accrescere di significato un evento sportivo come la Maratona di Milano” – ha commentato Andrea Trabuio, direttore della Milano Marathon. “Correre, donare, tifare e festeggiare è stato uno dei claim utilizzati quest’anno per la comunicazione. Esprime bene le caratteristiche di una manifestazione unica come questa, da vent’anni non più solo una competizione sportiva di respiro internazionale, la più veloce in Italia, ma tanto altro: un evento che riesce ad aggregare persone le più diverse, amato dai runner, dal pubblico e dalla città stessa. Siamo grati a tutti coloro che, con la loro passione e il loro entusiasmo, rendono possibili e raggiungibili traguardi incredibili come quelli ottenuti ogni anno dalla Milano Marathon”.

Partner, da sempre, del Milano Marathon Charity Program è Rete del Dono, che oltre a fornire la piattaforma di raccolta delle donazioni, contribuisce alla buona riuscita dell’iniziativa sia sul fronte della formazione (organizzando un percorso di capacity building ad hoc), sia accompagnando le organizzazioni nella fase di pianificazione della campagna di raccolta fondi.

“Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti in questa ventesima edizione. Oltre 600 mila euro raccolti, di cui 150 mila sono da attribuire alla raccolta fondi aziendali, 60 organizzazioni non profit attive su Rete del Dono e 1500 ai runner solidali.” – afferma Valeria Vitali, founder e presidente di Rete del Dono. “Ancora una volta il charity program della Milano Marathon rappresenta uno dei grandi driver del cambiamento, a dimostrazione di quanto lo sport pos-sa essere motore di benessere, inclusione sociale e coinvolgimento delle comunità.”


CATEGORIA: ONP TOP FUNDRAISER
Le tre Onlus che hanno raccolto più fondi sul portale di Rete del Dono

1a classificata: Fondazione Together To Go – TOG (60.430 euro)

2a classificata: Sport Senza Frontiere (45.476 euro)
3a classificata: Dynamo Camp (40.724 euro)

 

CATEGORIA: AZIENDE TOP FUNDRAISER / INIZIATIVE
Le due aziende che hanno raccolto più fondi sul portale di Rete del Dono

1a classificata: Mediobanca per Sport Senza Frontiere (14.834 euro)

2a classificata: Studio LCA per AIRC e Fondazione Archè (12.500 euro)

 

CATEGORIA: STAFFETTE
La staffetta che hanno raccolto più fondi sul portale di Rete del Dono: Let’s Go For It (10.891 euro)

CATEGORIA: MARATONETI
Il maratoneta che hanno raccolto più fondi sul portale di Rete del Dono: Yuri Faccetti (1.218 euro).

PREMIO FABRIZIO COSI

Premio intitolato alla memoria del fondatore del Milano Marathon Charity Program, anima della ex associazione sportiva podistica solidale Podisti da Marte, scomparso prematuramente nel 2015: Run Challenge (30.357 euro)

 

PREMIO PARATA PIÚ ORGINALE per Dynamo Camp

 

ALTRI PREMI

Per il nome più originale ai Beach Boys per Una Mano Per (3.351 euro)

Per la scommessa solidale a Emanuele Poggi per Oklahoma (4.406 euro)

Premiati anche i due istituti aderenti al progetto Levissima School Marathon 2022, la corsa dei piccoli organizzata sabato 2 aprile in CityLife in collaborazione con OPES (Organizzazione per l’Educazione allo Sport). Un’iniziativa quest’anno arricchita da un percorso didattico, ideato per sensibilizzare gli alunni delle scuole di Milano sull’importanza delle attività outdoor, sui valori dello sport e sulla sostenibilità ambientale.

  • 1° premio del contest creativo“Ambrogio Green Crew”.
Vincitore la classe 5A dell’Istituto Comprensivo Luigi Cadorna di via Carlo Dolci Milano.

 

  • 2° premio del contest creativo“Attenti al muro!”.
Vincitore l’Istituto Comprensivo A. B. Sabin – Scuola Secondaria – di Segrate (Milano).

 

TELEPASS MILANO MARATHON RUN GREEN 2022

Rimanendo nel campo della Corporate Social Responsibility (CSR) presentati i risultati positivi del progetto dedicato alla sostenibilità Run Green, introdotto quest’anno, che ha permesso di ottenere per l’evento la label carbon neutral.

Un percorso di certificazione seguito in collaborazione con la società ClimatePartner la quale, dagli ultimi mesi del 2021, ha affiancato RCS Sports & Events nell’analisi e valutazione di tutte le strategie messe in atto per ridurre l’impatto ambientale della Milano Marathon, certificando le emissioni non riducibili – pari a 350 tonnellate di CO2 – e guidando l’investimento compensativo Plastic Bank per il recupero di materiali plastici dagli oceani.

Tante le iniziative che hanno composto questa prima edizione, a partire dalla raccolta differenziata svolta in collaborazione con AMSA che ha permesso di isolare 5,5 tonnellate di plastica e metalli raccolti anche grazie alla costruzione di 5 isole ecologiche nei villaggi di partenza. Determinante su tutto questo progetto tutta l’attività posta in essere da Levissima, Title sponsor della School Marathon e da anni attiva nella tutela dell’ambiente, che ha installato durante la corsa uno speciale “regeneration pad” in piazza del Cannone per produrre energia in modo sostenibile sfruttando il passaggio dei runner.Un’attività che, sommata all’importante attività di raccolta riciclata delle bottiglie, permetterà all’azienda partner di realizzare un nuovo progetto green per la città di Milano.

Molteplici le ottimizzazioni in termini di mobilità sostenibile: distribuiti gratuitamente 13 mila biglietti dei mezzi pubblici ai runner – omaggio del Comune di Milano in accordo con ATM -. Contemporaneamente, la nuova piattaforma digitale FlexyMob, che aggrega servizi di mobilità differenti (trasporto pubblico locale, autobus, taxi, noleggio bus, car sharing, parcheggi), ha registrato un numero elevato di accessi riconducibili ai partecipanti della maratona meneghina riducendo traffico e, di conseguenza, le emissioni di CO2. Dal canto suo, RCS Sports & Events ha utilizzato flotte ibride ed elettriche di auto Toyota e moto BMW Motorrad a supporto della manifestazione.

Così come non è mancata una green challenge organizzata con Aworld, l’app scelta dalle Nazioni Unite per supportare la campagna ACT NOW contro il cambiamento climatico, con l’obiettivo di risparmiare 30 tonnellate di CO2 in un mese grazie al virtuoso comportamento degli utilizzatori. Con Run Green è stato dato seguito a un percorso intrapreso nel lontano 2008 con Eco-Way, che aveva fatto riconoscere la Milano Marathon come “la prima corsa con neutralizzazione delle emissioni di anidride carbonica”. Un cammino seguito nel 2013 con l’ottenimento da AIMS (Association of International Marathons and Distance Race) un riconoscimento come maratona sostenibile dell’anno dal punto di vista dell’impatto ambientale, la Green Award. E sempre nel 2013 – e successivamente nel 2015 – si ottiene anche dal Council for Responsible Sport, la certificazione di evento sostenibile, raggiungendo in quell’anno addirittura lo standard gold.

più letti
Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI