Servizi > Feed-O-Matic > 337434 🔗

Venerdì 20 Gennaio 2023 08:01

“Orazi e Curiazi”, Il 29 Gennaio prima Festa dello Sport a tema Rugby nel Municipio VI

Si terrà domenica 29 gennaio 2023, a partire dalle ore 10, la prima “Festa dello sport” a tema rugby del 
… Continua...

#sport
leggi la notizia su Sport - Abitare A Roma



Si terrà domenica 29 gennaio 2023, a partire dalle ore 10, la prima “Festa dello sport” a tema rugby del Municipio VI. L’appuntamento dal titolo “Orazi e Curiazi”, organizzato dall’A.S.D. Gabii Rugby con il patrocinio del Municipio VI ed il sostegno del Comitato regionale FIR, sarà l’occasione di rendere protagonisti i bambini e creare un momento di crescita e svago per il territorio, senza tralasciare la cultura e la storia.

L’evento sarà caratterizzato, infatti, da un minitorneo di rugby della categoria Under 7 in cui la squadra organizzatrice, la Gabii Rugby, incontrerà le società ospiti Rugby Roma Olimpic, Capitolina Rugby, Fiamme Oro, Colleferro Rugby, Civitavecchia Rugby e ASD Falchi Rugby Club di Monterotondo negli spazi del Centro Sportivo BORUSSIA a Villaggio Breda.

“Questa iniziativa nasce dalla volontà di presentare il rugby e le sue potenzialità al territorio che ci ospita ma che ancora conosce poco questo meraviglioso sport, attraverso una divertente sfida che metterà al centro la categoria UNDER 7.  – spiega Lucio Formicola, mister e cofondatore della Gabii Rugby – La nostra prima Festa dello sport sarà un vero e proprio evento, non solo perché giochiamo per la prima volta in casa ma anche perché abbiamo scelto come tema “Orazi e Curiazi” con l’obiettivo di riportare in auge una vecchia tradizione legata alla storica guerra  tra Roma e Albalonga, conclusasi con la battaglia tra i fratelli Oriazi e Curiazi. Non a caso, in questo appuntamento sportivo si sfideranno alcune squadre di Roma città, ovvero la Rugby Roma, la Capitolina e le Fiamme Oro in rappresentanza degli Orazi, e altre di fuori Roma, noi della Gabii Rugby, Colleferro, Civitavecchia e i Falchi di Monterodondo che rappresenteranno simbolicamente i Curiazi. Concluso il torneo  non mancherà l’amato terzo tempo, uno spazio di incontro e condivisione per noi rugbisti molto importante”.



La “Festa dello Sport – Oriazi e Curiazi” sarà anche l’occasione di far conoscere al territorio del Municipio VI la neonata società sportiva Gabii Rugby e la sua ricca offerta sportiva. “La società Gabii Rugby è nata nel periodo della pandemia, nei campi di Valle Martella, fondata da tre vecchi compagni di squadra per rispondere ad una necessità specifica, quella dei bambini che, più di tutti, hanno sofferto restrizioni e privazioni. – prosegue Lucio Formicola – Nel tempo, da un piccolo esperimento sportivo e sociale, siamo arrivati ad avere una società che conta oggi circa 50 iscritti e che ha tanta voglia di fare”.

Lasciati i campi di Valle Martella oggi la Gabii Rugby è diventata un valore aggiunto del versante EST di Roma Capitale. Si allena due volte a settimana nei campetti del centro sportivo Le Palme, su via Casilina, ed ha all’attivo tre squadre suddivise per categorie (Under 7, Under 9 e Under 11) ma i progetti futuri sono molto più ambiziosi. “Stiamo crescendo sempre di più, soprattutto dopo aver portato il rugby  nelle scuole del territorio con piccoli progetti di educazione e sport che hanno conquistato i bambini. Ogni giorno accogliamo nuovi ragazzi che scelgono di provare questo meraviglioso sport, amato anche dai genitori e dagli educatori perchè mette al centro valori importanti come il rispetto dell’avversario, l’integrazione e l’accoglienza senza discriminazioni. Abbiamo alle spalle una stagione sportiva davvero soddisfacente; nonostante la nostra giovane età siamo riusciti a vincere competizioni importanti e, tuttavia, non è questo che ci spinge ad andare avanti quanto piuttosto la volontà di creare nuove opportunità di crescita per i più piccoli e di contrastare la povertà educativa”.

Il prossimo obiettivo della Gabii Rugby è quello di trovare una “casa” definitiva. “Il nostro sogno nel cassetto, che speriamo di veder realizzato presto,  – conclude Formicola- è quello di arrivare ad avere un campo tutto nostro che possa diventare il nostro club house, un punto di ritrovo,  un luogo di sperimentazione e crescita per tutti coloro che amano lo sport ed hanno a cuore il futuro di questi ragazzi, troppo spesso privati di spazi e opportunità”.

più letti
Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI