Servizi > Feed-O-Matic > 337952 🔗

Sabato 21 Gennaio 2023 10:01

Regine di carta

TEATROVID-19 l’energia e la forza del teatro Voglia di teatro Stasera andiamo a vedere… Regine di carta 23-25-25 gennaio Teatro Anfitrione ore 21:00 VIA S.SABA, 24 | ROMA di Maria Mancini e Alessandra Picinelli con Maria Mancini, Federica Mesiti, Camilla Petrocelli, Priscilla Micol Marino, Luca Rasi. assistente Diletta Dollfus DV regia Luca Gaeta Il teatro [...]

L'articolo
Regine di carta
proviene da
VIVIROMA
.

leggi la notizia su VIVIROMA



Voglia di teatro
Stasera andiamo a vedere…
Regine di carta

23-25-25 gennaio
Teatro Anfitrione ore 21:00
VIA S.SABA, 24 | ROMA

regine di carta
di Maria Mancini e Alessandra Picinelli

con Maria Mancini, Federica Mesiti, Camilla Petrocelli, Priscilla Micol Marino, Luca Rasi.

assistente Diletta Dollfus DV

regia Luca Gaeta

Il teatro del doppio.

Persona, personaggio, maschera, volto.

“Cosa accade quando la vita ci mette davanti dopo tanti anni qualcosa che nella vita stessa ci ha cambiati?

La lente d’ingrandimento del teatro (o della TV) viene messa a servizio di chi guarda e ci può mostrare cosa diventiamo dopo aver avuto esperienze, emozioni, così grandi da risultare impossibili da contenere. Forse più grandi della nostra stessa vita.

Potremo prendere in prestito il titolo di un bel volume di Nadia Fusini – Di vita si muore: lo spettacolo delle passioni – per definire la messa in scena di questa pièces.

Infatti la visione di uno spettacolo dentro uno spettacolo può aiutarci, come una bellissima cornice, a definire il quadro delle azioni e farle arrivare con una luce intensa a noi.

Così, colpiti dalla messa in scena ci poniamo domande – se non proprio risposte – su ciò che ci vive dentro mentre siamo sopravvissuti ad un’impresa.

Le protagoniste vengono “riprese” mentre mettono in scena i personaggi della loro “vita”. Quelli che le hanno rese famose, ricche, ma prima ancora: vive. Quelli della finzione che invece emerge come una verità piena di pulsioni.

regine di carta
Il teatro si pone come mezzo utile per analizzare i movimenti silenziosi ed i processi della nostra anima, basta indossare una maschera per essere nudi.

Quattro donne riflettono, con amara ironia, i segni dello scorrere del tempo, i più e i meno, il dolore e la gloria, i legami – ora forti, poi fortissimi, poi deboli, poi chissà – delle relazioni, delle nuove speranze, delle infinite passioni che mutano con il mutare di una scena, di una vita.

E non possiamo immaginare altro che a raccontare questa storia nostra sia il teatro.”

(Note del regista)

L'articolo
Regine di carta
proviene da
VIVIROMA
.

più letti
Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI