Servizi > Feed-O-Matic > 506710 🔗

Giovedì 4 Aprile 2024 10:04

Il Mausoleo di Cecilia Metella

Costruito fra il 30 e il 10 a.C. sul III miglio dell’ Appia, l’ imponente ed elegante struttura spicca sull’antica via. In epoca medievale fu riutilizzato come torre di un castello che comprendeva oltre il mausoleo, il palazzo e la chiesa di San Nicola a Capo di bove. Di Cecilia Metella non si hanno molte [...]

L'articolo
Il Mausoleo di Cecilia Metella
proviene da
VIVIROMA
.

#alla scoperta di roma #slider
leggi la notizia su VIVIROMA



Di Cecilia Metella non si hanno molte notizie, si sa che era la figlia di Quinto Cecilio Metello Cretico e moglie di Crasso, probabilmente il figlio di una esponente della famiglia Venulei e di Marco Licinio Crasso, il questore di Cesare Marco che nel 71 a.C. aveva soffocato la rivolta di Spartaco e nel 60 a.C. aveva costituito il triumvirato con Cesare e Pompeo.

La tomba all’esterno si presenta come un alto cilindro rivestito da lastre di travertino e poggia su un basamento quadrato cementizio in scaglie di selce.

cecilia metella
cecilia metella
cecilia metella
cecilia metella
Il monumento terminava con una piccola cupola ormai scomparsa, di cui rimane solo un anello di blocchi di travertino. Un indicazione ritrovata dell’ XI secolo riporta la descrizione del sito come “monumentum peczutum”, cioè “monumento appuntito”.

In alto, sopra la tabula col titulus, c’era un fregio costituito da festoni floreali alternati a bucrani (teschi di bue), dai quali deriva il toponimo locale medievale “Capo di bove”.

cecilia metella
Il mausoleo venne inglobato e costituì parte del Castrum Caetani. Voluto da Bonifacio VIII nel XIV secolo per controllare la via Appia. Il forte era costituito da un recinto rettangolare di robuste mura del perimetro di 200 metri per 100 e protetto da diciannove torri difensive.

Conserva una raccolta di statue, sarcofagi, iscrizioni e bassorilievi provenienti dagli scavi archeologici effettuati sulla Via Appia Antica e relativi ai ricchi monumenti funerari eretti sui bordi della strada, che accompagnavano con i loro epitaffi spesso bizzarri il viaggiatore diretto a Roma.

L'articolo
Il Mausoleo di Cecilia Metella
proviene da
VIVIROMA
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI