Servizi > Feed-O-Matic > 542748 🔗

Lunedì 8 Luglio 2024 09:07

Degrado e tende sulle spiagge di Ostia, arenili pubblici di Ponente occupati dai clochard

Le spiagge libere di Ostia Ponente sono occupate dai clochard: davanti Piazza Scipione l’Africano, sei tende sull’arenile pubblico Ostia e il degrado. Un binomio ormai inossidabile sul Litorale Romano, che mai come in passato soffre di una costante mancanza di decoro. L’ultimo esempio sulle spiagge libere di Ponente, dove ormai da più di un anno ...
Leggi tutto

Continua a leggere
Degrado e tende sulle spiagge di Ostia, arenili pubblici di Ponente occupati dai clochard
su
Il Corriere della Città
.

leggi la notizia su Il Corriere della Città



Le spiagge libere di Ostia Ponente sono occupate dai clochard: davanti Piazza Scipione l’Africano, sei tende sull’arenile pubblico

Tende dei clochard sulla spiaggia libera di Ostia Ponente
Clochard occupano la spiaggia libera di Ostia Ponente – (Alessio Nardini) – ilcorrieredellacitta.com
Ostia
e il degrado. Un binomio ormai inossidabile sul Litorale Romano, che mai come in passato soffre di una costante mancanza di decoro. L’ultimo esempio sulle spiagge libere di Ponente, dove ormai da più di un anno sono accampati abusivamente dei clochard e nessuno ha pensato di spostarli in strutture più idonee nonostante la piena stagione estiva. Una situazione deleteria per il territorio lidense, che quest’anno offre un “pacchetto turistico del degrado” per i propri ospiti. 

Non si tratta di turisti che vogliono dormire in spiaggia durante una notte romantica. Ormai da più di un anno, un gruppo di clochard ha deciso di occupare l’area di spiaggia libera che affaccia davanti Piazza Scipione l’Africano e il Lungomare Duca degli Abruzzi. Una situazione surreale, considerato come gli arenili liberi di Ostia Ponente vedano ancora un’attrattiva turistica nonostante rimangano spogli di servizi ai bagnanti.

Nelle ultimo foto scattate da Alessio Nardini (CdQ Stella Polare), si evince il drammatico stato delle nostre spiagge libere. Solo davanti a Piazza Scipione l’Africano, sono 6 le tendopoli che si sono create per dare un riparo notturno ai senzatetto. Altrettante sono sorte a una cinquantina di metri, precisamente nello spazio di arenile pubblico dove sorgeva l’ex Faber Beach. 

Un biglietto da visita devastante per il territorio di Ostia e tutto il X Municipio, che offre oggi una passeggiata turistica sul territorio di Ponente in balia di episodi degradanti. Alla situazione del Lungomare degli Abruzzi, non possiamo dimenticare anche gli accampamenti – di cui alcuni sgomberati sabato – davanti all’ex Ufficio Tecnico e la struttura dell’ex colonia Vittorio Emanuele III. Una situazione denunciata apertamente anche dai commercianti locali, con una lettera del signor Giorgio Gastaldi (Ostia Imprese e Professioni) al sindaco Roberto Gualtieri, dove ha evidenziato come i fenomeni di grave degrado bloccano la crescita turistica del Litorale Romano e soprattutto non giovano al commercio locale. 

Continua a leggere
Degrado e tende sulle spiagge di Ostia, arenili pubblici di Ponente occupati dai clochard
su
Il Corriere della Città
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI