Lunedì 27 Luglio 2020 08:07

Verona-Lazio 1-5: record di punti con un super Immobile

La Lazio ha travolto il Verona con una cinquina, grazie alla tripletta di Ciro Immobile che l’ha lanciato in vetta 
… Continua...

leggi la notizia su Sport – Abitare A Roma



La Lazio ha travolto il Verona con una cinquina, grazie alla tripletta di Ciro Immobile che l’ha lanciato in vetta alla classifica dei cannonieri della Serie A, a quota 34 goal a due lunghezze dal record assoluto di Higuan con la maglia del Napoli nel 2016.

Il bomber laziale nelle prossime ultime due gare della Serie A Tim 2020 punta anche a conquistare la Scarpa d’Oro agganciando in vetta l’attaccante del Bayern Monaco Lewandowski.

Verona-Lazio 1-5
Con la vittoria di Verona Inzaghi ha anche conquistato il record di punti della Lazio in un campionato, arrivando a quota 75. E pensare che la gara si era messa male per il rigore causato da Luiz Felipe e trasformato da Amrabat, sul finire del primo tempo.

Lo svantaggio però è durato poco, con la Lazio che ha pareggiato proprio allo scadere, grazie a un altro rigore concesso da Volpi, questa volta dopo aver rivisto al Var il fallo di Lazovic.

Sul dischetto Immobile ha pareggiato i conti, nell’ultima azione del primo tempo.

Nella ripresa la Lazio ha messo la freccia ed ha dilagato. Al 56’ Milinkovic ha siglato il 2-1 direttamente da calcio di punizione. Al 60’ Strakosha ha salvato il risultato con una grandissima parata su Borini e poco dopo Correa ha trovato la giocata giusta per il 3-1.

Verona-Lazio 1-5
Al 78′ ancora Strakosha è stato protagonista negando il goal a Salcedo e come è successo in precedenza anche questa volta la Lazio è andata di nuovo in goal con Immobile, su azione di contropiede.

In pieno recupero l’arbitro ha fischiato il terzo calcio di rigore della partita, realizzato da un incontenibile Ciro Immobile.

LAZIO

Strakosha 6.5 – Il portiere laziale nonostante il largo risultato finale è stato importante nell’economia della gara, con le sue due parate su Borini e Salcedo, quando il match era ancora in bilico.

Patric 6 – Qualche disattenzione nell’azione che ha portato al rigore del Verona.

65′ Vavro 6 – Inzaghi ha deciso di metterlo dentro con il risultato al sicuro.

Luiz Felipe 6 – L’unico errore in una gara attenta l’ha commesso quando ha causato il penalty poi trasformato da Amrabat.

Verona-Lazio 1-5
Acerbi 6.5 – Le gioca tutte nonostante qualche problema fisico. Ha un temperamento eccezionale.

Marusic 6 – Al rientro da un infortunio ha gestito le forze a disposizione.

88′ Armini sv.

Milinkovic 7 – Due goal in altrettante gare consecutive. Questa volta ha bucato la rete con un bellissimo calcio di punizione.

88′ A. Anderson sv.

Parolo 6.5 – Ha giocato una buona gara nonostante le fatiche accumulate.

Luis Alberto 6.5 – Lo spagnolo è un giocatore geniale e l’ha dimostrato anche in questa sfida.

Anderson 6.5 – A sorpresa Inzaghi l’ha schierato nel blocco dei titolari e lui è stato protagonista di una buona gara.

65′ Lukaku 6.5 – Dai suoi piedi è partito l’assist per il secondo goal di Immobile.

Correa 7 – L’argentino ha giocato un buon match trovando anche la via della rete, in occasione del 3-1 parziale.

68′ Caicedo 6 – Con il suo lavoro ha aiutato la Lazio ad agire soprattutto in contropiede.

Immobile 8 – Re Ciro ha raggiunto quota 34 goal e punta allo scettro di capocannoniere, alla Scarpa d’Oro ed al record assoluto di goal in Serie A. Ha ancora due gare per riuscirci, Cristiano Ronaldo permettendo.

All. Simone Inzaghi 7 – Simoncino ha conquistato il record di punti in Serie A della Lazio, volando a quota 75. Davanti a sé ha ancora due gare per migliorare lo score e magari per conquistare qualcosa di più del 4° posto.

VERONA

Radunovic 5.5, Rrahmani 5, Gunter 5, Veloso 5,5, Faroni 5,5 (79’ Di Marco sv), Pessina 6, Amrabat 7, Lazovic 5; Zaccagni 6 (67′ Salcedo 6), Eysseric 5, Borini 5,5 (67’ Di Carmine 6). All. Ivan Juric 5,5.

Arbitro: Manuel Volpi (sez. di Arezzo) 6.
Verona-Lazio 1-5

Marcatori: 39′ rig. Amrabat (V), 45’+6′ rig., 84′, 90’+4′ rig. Immobile (L), Milinkovic (L), 63′ Correa (L)

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Radunovic; Veloso, Rrhamani, Gunter; Faraoni (79′ Di Marco), Pessina, Amrabat, Lazovic; Borini (67′ Di Carmine), Zaccagni (67′ Salcedo); Eysseric. A disp. Silvestri, Berardi, Badu, Stepinski, Lucas Felippe, Terracciano. All. Ivan Juric.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric (65′ Vavro), Luiz Felipe, Acerbi; Marusic (88′ Armini), Milinkovic (88′ A. Anderson), Parolo, Luis Alberto, D. Anderson (65′ Lukaku); Correa (68′ Caicedo), Immobile. A disp. Proto, Guerrieri, Bastos, Cataldi, Falbo, Jony, Adekanye. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Manuel Volpi (sez. di Arezzo). Assistenti: Valeriani – Galetto. IV uomo: Ros. V.A.R.: Fabbri. A.V.A.R.: Meli.

NOTE. Ammonito: 47′ Rrhamani (V), 67′ Marusic (L). Recuperi: 3′ pt; 5′ st.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI