Martedì 28 Luglio 2020 12:07

Lazio in Champions, Roma in Europa League: che stagione è stata per le due romane?

Per le due romane quella che sta per concludersi è stata una stagione a tratti esaltante, non senza difficoltà, e 
… Continua...

leggi la notizia su Sport – Abitare A Roma



Per le due romane quella che sta per concludersi è stata una stagione a tratti esaltante, non senza difficoltà, e con tante sorprese. Merito soprattutto della sorprendente
Lazio
di Simone Inzaghi e del bomber Ciro Immobile.
La squadra biancoceleste ha tenuto testa alla Juventus per molte giornate, prima di arrendersi al ritorno in campo dopo lo stop imposto dal lockdown (e hanno aggiunto un altro
trofeo in bacheca
proprio ai danni della prima della classe).
I biancocelesti hanno comunque conquistato un meritatissimo posto nella prossima Champions League ed
ora vogliono accompagnare Ciro Immobile verso il record di 36 gol in un campionato appartenente a Gonzalo Higuain.
Con la
vittoria per 5-1 a Verona
, seconda consecutiva, i biancocelesti hanno agganciato l’Atalanta che resta terza per il vantaggio negli scontri diretti. L’Inter seconda è solo a +1.
Verona-Lazio 1-5
Inzaghi intanto ha centrato il record di punti, salendo a quota 75. La Lazio era arrivata massimo a 72, come nella stagione dello scudetto 1999/2000 quando però le giornate del campionato erano 34.
Immobile ha firmato una tripletta (due su rigore) portandosi a quota 34: +3 su Ronaldo nella battaglia per la classifica dei capocannonieri, agganciato Lewandowski per la Scarpa d’Oro. Bellissimo il secondo gol del bomber biancoceleste.

Con la tripletta contro il Verona, Immobile è diventato il miglior bomber italiano
della storia della Serie A.
Ciro Immobile, però, punta dritto verso il titolo di miglior bomber di sempre in un singolo torneo di Serie A.
Gonzalo Higuain, 36 gol al Napoli nel 2015-16, non è più un miraggio: è lì, ad appena due passi. Intanto, l’attaccante campano ha già raggiunto un primato, con la tripletta di oggi al Verona che lo ha catapultato a quota 34: è l’italiano più prolifico in un singolo campionato. Superato Angelillo, nato a Buenos Aires, ma poi naturalizzato azzurro, che all’Inter ne fece 33 nel 1958-59.

Verona-Lazio 1-5

Contro Brescia e Napoli, negli ultimi 180′ del campionato, Immobile proverà anche a staccare Robert Lewandowski nella classifica della Scarpa d’oro. Il bomber polacco del Bayern Monaco ha chiuso con 34 gol in 31 partite la Bundesliga 2019-20.
Tenendo conto del coefficiente di difficoltà attribuito ai diversi campionati d’Europa, nessuno lo ha ancora superato: 68 punti. Immobile, però, oggi lo ha raggiunto.
Immobile può anche raggiungere Beppe Signori nei titoli di capocannoniere della Serie A vinti: questo sarebbe il terzo, dopo quello del 2013-14 al Torino e del 2017-18 (ex aequo con Icardi) alla Lazio. In testa resta Gunnar Nordahl, l’unico capace di vincere la corona di re dei bomber per ben cinque volte.
Intanto, Immobile è salito a quota 101 gol in Serie A con la maglia della Lazio, diventando il terzo giocatore della
storia di questo club a segnare almeno 100 reti nel massimo campionato italiano, dopo Giuseppe Signori (107) e Silvio Piola (143).


Diverso il discorso per quanto riguarda la
Roma
di Paulo Fonseca. La squadra giallorossa al momento è al quinto posto in classifica, alle spalle della Lazio, e si è dunque assicurata un posto alla prossima Europa League. La stagione giallorossa ha avuto alti, pochi, e bassi, tanti. Ma tutto sommato il risultato è positivo, anche
perché la squadra giallorossa, come sostengono gli esperti di
scommesse sportive
, possono ancora trionfare in Europa League.

La squadra di Fonseca, però, dovrà prima vedersela con il Siviglia negli ottavi di finale di Europa League.
Il tecnico degli spagnoli ha concesso ai suoi una settimana di riposo, e oggi sono tornati nel centro sportivo per cominciare gli allenamenti in vista del match contro i giallorossi. Gli andalusi sono scesi in campo sotto gli occhi di
Monchi e del vicepresidente Del Nido Carrasco, e durante il lavoro hanno utilizzato il pallone dell’Europa League. La società non ha ancora commentato le polemiche che hanno visto protagonista Ever Banega. Il centrocampista argentino a ottobre sarà ceduto all’Al-Shabab, ma ieri è stato ripreso all’interno di una discoteca di Valencia
senza mascherina. Poco tempo fa lì era scoppiato un focolaio, e 12 persone che lavoravano nel locale erano risultate positive al coronavirus.


Intanto l’unica certezza è che il match si giocherà giovedì 6 agosto alle 18.55 alla MSV Arena di Duisburg e non c’è dubbio che si vedrà una sfida molto equilibrata e combattuta.

Non bisogna dimenticare che vincere l’Europa League vuol dire avere un posto assicurato nella prossima Champions.

Una sfida, quella tra i capitolini ed il Siviglia, che si prospetta ricca di gol e di sorprese.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI