Mercoledì 2 Settembre 2020 10:09

Come monitoriamo Atac?



Tipicamente questi dati sono usati dalle app per dare i tempi di attesa dei bus alle fermate.

Noi li usiamo in un altro modo. Verifichiamo quanti autobus escono da ogni singola rimessa e a che ora, quanti ne stanno circolando in tutta Roma in un dato momento, i vari modelli messi su strada: possiamo vedere ad esempio quanti (pochi) filobus sono in servizio, oppure se ci sono autobus serie 5xxx non idonei al trasporto disabili su una delle 24 linee “totalmente garantite” ai disabili. Qualche volta riusciamo anche a “beccare” la matricola di un #flambus, o a sapere su che linea era in servizio prima di andare flambé.

Siamo passati da programmi molto spartani, ad un programma di tipo professionale, mentre al contempo abbiamo popolato il nostro database di informazioni (modello di autobus, rimessa di appartenenza, etc.) grazie al lavoro di tanti appassionati che ci hanno aiutato con le loro informazioni acquisite sul campo.

Resta ovviamente inteso che solo ATAC e RomaTPL conoscono esattamente la situazione reale dei loro mezzi, ma RSM deve far sì che lo scostamento sia il minimo possibile.

Il programma registra tutto quello che avviene anche ogni 30 secondi (che è l’intervallo minimo con cui RSM trasmette i dati). Monitora la situazione in tempo reale (foto sotto, dalle 00:00 alle 24:00) e somma in maniera progressiva tutti gli autobus che entrano via via in servizio, in modo che a fine giornata possiamo sapere il totale dei mezzi che ATAC è riuscita a mettere in strada.






Dal monitoraggio si può anche vedere quante volte “salta” la trasmissione dei dati (nella foto sotto, i picchi negativi evidenziati in verde), causando malfunzionamenti anche per le app che usate alle fermate.

 



Questo nuovo programma è stato sviluppato da Enrico Tolomei (
@icomei
), che ha messo a disposizione la sua professionalità con grandissima generosità. Potrebbe non sembrarlo, ma è un vero genio, non solo della programmazione ma anche capace di sviluppare idee (come l’aggiunta di un grafico e di altre funzionalità di controllo) a cui noi non avevamo pensato ma che si sono rivelate poi utilissime nel tempo.

Il programma, come tutte le cose, è migliorabile, ed Enrico è già al lavoro per nuove “release” con funzioni sempre più complesse (ma non vogliamo anticiparvi nulla) e dati aggregati in maniera più leggibile. Ci farebbe però molto piacere se altri programmatori collaborassero al progetto, considerato che ciascuno di noi mette a disposizione il tempo che può (in maniera totalmente gratuita).

Per chi volesse provare il programma, gli basterà mandare un’email di richiesta a:
gtfs_atac@odisseaquotidiana.com

Condividiamo con piacere, perché quello che facciamo è a servizio della collettività. Enrico è uno che lavora lontano dai riflettori, e noi gli dovevamo da tempo questo riconoscimento.






* indicates required
Email Address *
Email Format
  • html
  • text


leggi la notizia su Odissea Quotidiana

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI