Servizi > Feed-O-Matic > 89709 🔗

Venerdì 8 Gennaio 2021 10:01

Degrado e roghi presso stazione metro e parco Centocelle

“I cittadini residenti nella zona della stazione metro C “Parco di Centocelle”, nei pressi dell’ingresso di via delle Tuberose, sono 
… Continua...

#cronaca #politica
leggi la notizia su Cronaca – Abitare A Roma




“I cittadini residenti nella zona della stazione metro C “Parco di Centocelle”, nei pressi dell’ingresso di via delle Tuberose, sono esasperati dalla presenza di degrado dovuto soprattutto alla presenza di siringhe per terra lasciate da tossicodipendenti ed ubriaconi senza dimora che fanno i propri bisogni corporali proprio accanto alla metro e davanti agli ingressi delle abitazioni”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

“Tra l’altro le strade adiacenti sono continuamente ricoperte da montagne di rifiuti – prosegue Figliomeni – poiché l’Ama provvede alla raccolta con gravissimo ritardo ed i cumuli attirano topi, gabbiani e blatte con gravi rischi sanitari per le persone, specie in questo momento di pandemia. E purtroppo nella zona imperversano anche i roghi tossici provenienti dagli insediamenti abusivi di Rom che si sono riposizionati nel Parco di Centocelle in maniera stanziale dopo gli sgomberi precedenti ed il vasto incendio, avvenuto nella notte di San Silvestro 2016, delle montagne di rifiuti presenti nel canalone e nel sottosuolo. Se non fosse una situazione tragica fa sorridere l’ordinanza della Raggi del febbraio 2017 che disponeva la rimozione dei rifiuti “entro poche settimane”, visto che gli stessi giacciono ancora lì accanto alla vasta e pregiata zona archeologica nonostante siano già stati sprecati un sacco di soldi in varie consulenze ed inutili commissioni”.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI