Er confessore

Gioacchino Belli

- Padre...- Dite il confiteor. - L'ho detto.
-L'atto di contrizione? - Già l'ho fatto.
- Avanti dunque. - Ho detto cazzo-matto
a mi' marito, e j'ho arzato un grossetto.

- Poi? - Pe una pila che me ró er gatto
je disse for de me: " Si' maledetto";
e è cratura de Dio! - C'è altro? - Tratto
un giuvenotto e ce sò ita a letto.

- E li cosa è successo? - Un po' de tutto.
- Cioè? Sempre, m'immagino, pel dritto.
- Puro a riverso.... - Oh che peccato brutto!

Dunque, in causa di questo giovanotto,
tornate, figlia con cuore trafitto,
domani, a casa mia, verso le otto. -

This site uses technical cookies, including from third parties, to improve the services offered and optimize the user experience. Please read the privacy policy. By closing this banner you accept the privacy conditions and consent to the use of cookies.
CLOSE