Servizi > Feed-O-Matic > 154575 🔗

Giovedì 14 Ottobre 2021 11:10

Myanamr: la settima chiesa cattolica sotto attacco



Sotto il fuoco dei militari birmani la parrocchia di Phruso, diocesi di Loikaw (Kayah), a cui fanno riferimento 6 villaggi. Edifici in parte distrutti. Nessun ferito.

L'articolo
Myanamr: la settima chiesa cattolica sotto attacco
proviene da
RomaSette
.

#dal mondo #agenzia sir #attacco chiesa cattolica #myanmar #vetrina
leggi la notizia su RomaSette





I proiettili dei militari birmani sono caduti ieri, 13 ottobre, alle 14 – ora locale – sulla chiesa cattolica dell’Immacolata Concezione di Maria, una parrocchia di Phruso, nella diocesi di Loikaw, nello Stato di Kayah, in Myanmar. Colpiti sia l’edificio di culto che la casa del clero, in parte distrutti. Nessun ferito. È il settimo attacco contro una chiesa cattolica dopo il colpo di stato che il 1° febbraio scorso ha portato al potere i militari nel Paese.

L’Agenzia Sir ha raccolto la testimonianza di padre Francis Soe Naing, sacerdote della diocesi, che informa sui combattimenti in corso da 5 giorni, nel comune di Phruso, tra la Kndf (Kareni nationalities defense force) e la giunta militare birmana. Migliaia gli abitanti del villaggio costretti alla fuga, con donne e bambini che diventano vittime della guerra. La parrocchia colpita ieri – a cui fanno riferimento 6 villaggi – è stata fondata nel 1950 e ha avuto come primo parroco un italiano, padre Calbusera, sacerdote del Pime. Oggi prestano qui il loro servizio tre sacerdoti e nove suore. 730 le famiglie cattoliche nel territorio, per un totale di circa 4.682 persone.

«Presumiamo che la chiesa, appena benedetta nel 2017, sia stata attaccata intenzionalmente perché il complesso della chiesa si trova proprio accanto alla base militare birmana», afferma il sacerdote contattato dal Sir, che fa notare anche come le forze della Kareni nationalities defense non possiedano armi pesanti come invece sono in dotazione alla giunta militare birmana. Parte poi di quel complesso militare apparteneva alla chiesa e fu sequestrato nel 1993. In ogni caso, l’attacco alla chiesa cattolica dimostra come i combattimenti nello Stato di Kayah continuino. «Decine di migliaia di persone sono costrette a fuggire dalle proprie case e dai luoghi di residenza abituale. Molte più persone vivono in situazioni di sfollamento prolungato o affrontano il rischio di sfollamento cronico. Molte persone hanno già perso i loro cari e le loro case. Per alcuni è molto difficile (quasi impossibile) riprendere la loro vita normale poiché hanno perso i membri della famiglia, la casa e il lavoro. Per favore – è l’appello – continuate a pregare per il popolo del Myanmar».

Prima di questo, l’ultimo attacco nello Stato di Kayah c’era stato nel mese di giugno, contro la chiesa cattolica di Nostra Signora della Pace della parrocchia di Dongankha, sempre nella diocesi di Loikaw. La chiesa aveva messo a disposizione le proprie strutture a beneficio degli sfollati in fuga dai bombardamenti.

14 ottobre 2021

L'articolo
Myanamr: la settima chiesa cattolica sotto attacco
proviene da
RomaSette
.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI