Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 22 Marzo 2019 Venerdì
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Monumenti
  monumenti | itinerari
08
Isola Tiberina, Trastevere, Gianicolo
da Piazza di Monte Savello
a Piazza San Pietro
 1 - Piazza di Monte Savello 00186 Ripa (Area 1)
 2 - Ponte Fabricio 00186 Ripa (Area 1)
 3 - Piazza Fatebenefratelli 00186 Ripa (Area 1)
 4 - Ponte Cestio 00186 Ripa (Area 1)
 5 - Piazza della Gensola 00153 Trastevere (Area 2)
 6 - Piazza in Piscinula 00153 Trastevere (Area 2)
 7 - Via dei Salumi 00153 Trastevere (Area 2)
 8 - Via dei Vascellari 00153 Trastevere (Area 2)
 9 - Via di S. Cecilia 00153 Trastevere (Area 2)
 10 - Piazza di S. Cecilia 00153 Trastevere (Area 2)
 11 - Via di S. Cecilia 00153 Trastevere (Area 2)
 12 - Via dei Genovesi 00153 Trastevere (Area 2)
 13 - Via Anicia 00153 Trastevere (Area 2)
 14 - Piazza S. Franceso d'Assisi 00153 Trastevere (Area 2)
 15 - Via Carlo Tavolacci 00153 Trastevere (Area 2)
 16 - Viale di Trastevere 00153 Trastevere (Area 2)
 17 - Piazza Sidney Sonnino 00153 Trastevere (Area 2)
 18 - Piazza Giuseppe Gioachino Belli 00153 Trastevere (Area 2)
 19 - Via Gustavo Modena 00153 Trastevere (Area 2)
 20 - Via della Renella 00153 Trastevere (Area 2)
 21 - Via del Politeama 00153 Trastevere (Area 2)
 22 - Piazza Trilussa 00153 Trastevere (Area 2)
 23 - Via di Ponte Sisto 00153 Trastevere (Area 2)
 24 - Piazza di S. Giovanni della Malva 00153 Trastevere (Area 2)
 25 - Via di S. Dorotea 00153 Trastevere (Area 2)
 26 - Via della Scala 00153 Trastevere (Area 2)
 27 - Piazza di S. Egidio 00153 Trastevere (Area 2)
 28 - Largo Maria Domenica Fumasoni Biondi 00153 Trastevere (Area 2)
 29 - Piazza di S. Maria in Trastevere 00153 Trastevere (Area 2)
 30 - Via di S. Cosimato 00153 Trastevere (Area 2)
 31 - Via Luciano Manara 00153 Trastevere (Area 2)
 32 - Via Goffredo Mameli 00153 Trastevere (Area 2)
 33 - Via Garibaldi 00153 Trastevere (Area 2)
 34 - Piazza di S. Pietro in Montorio 00153 Trastevere (Area 2)
 35 - Largo di Porta S. Pancrazio 00153 Trastevere (Area 2)
 36 - Passeggiata del Gianicolo 00165 Trastevere (Area 2)
 37 - Piazza di S. Onofrio 00165 Trastevere (Area 2)
 38 - Salita di S. Onofrio 00165 Trastevere (Area 2)
 39 - Piazza Della Rovere 00165 Trastevere (Area 2)
 40 - Via di Porta S. Spirito 00193 Borgo (Area 2)
 41 - Via dei Penitenzieri 00193 Borgo (Area 2)
 42 - Via dei Cavalieri del S. Sepolcro 00193 Borgo (Area 2)
 43 - Via della Conciliazione 00193 Borgo (Area 2)
 44 - Piazza di S. Pietro 00120 Borgo (Area 2)
Sommario:
Piazza di Monte Savello, Isola Tiberina, San Bartolomeo, Trastevere, Santa Cecilia, San Francesco a Ripa, Piazza Giuseppe Gioacchino Belli, San Crisogono, Ponte Sisto, Piazza Trilussa, Santa Dorotea, Santa Maria della Scala, Santa Maria in Trastevere, San Cosimato, San Pietro in Montorio, Porta San Pancrazio, Gianicolo, Piazza San Pietro.

1 - 2 - 3

Da Piazza di Monte Savello si traversa il Tevere passando sul Ponte Fabricio (così chiamato perché fu Fabricio, "curator viarum", a realizzarlo nel 62 a.C.), detto anche Ponte Quattro Capi, il secondo ponte più antico di Roma, dopo Ponte Milvio.

Superato il ponte si accede all'Isola Tiberina, comunemente conosciuta come Isola di San Bartolomeo per la presenza della chiesa di San Bartolomeo, realizzata nel X secolo da Ottone III, sulle rovine dell'antico Tempio di Esculapio, dio della medicina (eretto nel 289 a.C.), e dedicata inizialmente a Sant'Alberto; fu più volte restaurata, e solo nel 1180 fu dedicata a San Bartolomeo. Il campanile di stile romanico è del XII secolo.

Sulla parte opposta alla chiesa l'Ospedale Fratebenefratelli, gestito dai Frati dell'Ordine dei Fratebenefratelli e realizzato nel 1548, per dare continuità alla tradizione dell'Isola dedicata al culto della medicina. Nel 1640 all'Ospedale fu aggiunta la chiesa di San Giovanni Calabita.

4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10

Lasciata l'isola attraverso il ponte Cestio, si giunge in Piazza della Gensola, che si trova nell'altra sponda del Tevere, e precisamente a Trastevere, il più caratteristico e popolare dei rioni di Roma (il più "romano de' Roma"), che conserva, in alcuni punti, l'aspetto della Roma papale.

Proseguendo si trova Piazza in Piscinula, così chiamata per la piccola chiesa di San Benedetto in Piscinula, con un piccolo campanile romanico: da qui inizia il primo dei due antichi rettifili che solcano Trastevere: Via della Lungaretta, che da Ponte Palatino giunge a Piazza di Santa Maria in Trastevere; e da qui Via della Lungara, voluta da Papa Giulio II per un migliore collegamento con il Vaticano.

Il terzo e più recente rettifilo, Viale Trastevere, fu realizzato con Roma Capitale.

Proseguendo da Piazza in Piscinula per Via dei Salumi, Via dei Vascellari e Via di Santa Cecilia, si giunge a Piazza Santa Cecilia, che prende il suo nome dalla chiesa di Santa Cecilia in Trastevere.

11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16

Tornando in Via di Santa Cecilia si prende Via dei Genovesi e poi Via Anicia fino a Piazza San Francesco d'Assisi, con la chiesa di San Francesco a Ripa; da qui, per Via dei Tavolacci, si giunge in Viale Trastevere: strada di grande scorrimento, taglia il quartiere Trastevere, collegando la Stazione di Trastevere al Lungotevere (Ponte Garibaldi), traversando Piazza Sonnino e Piazza Giuseppe Giocchino Belli.

17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

In Piazza Sonnino è la chiesa di San Crisogono: costruita prima dell'anno 500, fu ricostruita nel 1129; nel 1626 il Cardinale Scipione Caffarelli Borghese incaricò Gian Battista Soria della totale restaurazione e nel 1866 fu nuovamente rimaneggiata. La facciata è quella del Soria, il campanile romanico è precedente (1124).

L'interno è diviso in tre navate da 22 colonne di granito rosso e grigio. L'arco trionfale è sorretto da due colonne in porfido, le più grandi esistenti a Roma.

Più avanti Piazza Giuseppe Giocchino Belli, con il monumento e la fontana di Michela Tripisciano, del 1913, dedicata al poeta romano che con i suoi sonetti ha realizzato un quadro della Roma dell'ottocento.

Proseguendo per Via Modena, Via della Renella e Via del Politeama si giunge all'altezza di Ponte Sisto: ricostruito nel 1473 sotto Sisto IV, nel posto dove già ne esisteva uno eretto nel periodo di Marco Aurelio e andato in rovine nel 792; il ponte, realizzato da Baccio Pontelli, è del 1474, con quattro arcate ed un grande occhio sul pilone mediano.

Sullo sbocco del ponte si apre Piazza Trilussa, intestata all'altro poeta romano ricordato qui con un monumento in bronzo, opera di Lorenzo Ferri (1954).

23 - 24 - 25 - 26 - 27

Percorrendo Via Ponte Sisto, e traversando Piazza San Giovanni della Malva, si giunge a Via Santa Dorotea, dove troviamo, al secondo piano del civico 20, una finestra a sesto acuto che appartenne alla "Fornarina", la famosa donna di Raffaello; nelle sottostanti "botteghe" era il forno.

Proseguendo troviamo la chiesa di Santa Dorotea, dove nel 1597 San Giuseppe Colasanzio istituì la prima scuola gratuita, in due stanze attigue alla sacrestia.
La chiesa, che risale all'XI secolo, fu rifatta prima nel 1475, e poi Giovanni Battista Nulli, nel 1738, la completò come appare oggi.

Alla fine della strada Via della Scala dove, sulla sinistra, è la piccola chiesa di Santa Maria della Scala, realizzata da Ottaviano Mascherino nel 1592 su disegno di Francesco da Volterra.

Percorrendo tutta Via della Scala si giunge in Piazza Sant'Egidio, con l'omonima chiesa di Sant'Egidio, fatta edificare dai Colonna nel 1630. Di particolare rilievo lo scorcio della fiancata con il campanile, a sinistra l'attuale ingresso a forma di edicola, in fondo alla quale la porta con contorno marmoreo del secolo XII.

Accanto alla chiesa il complesso dell'ex Convento delle Carmelitane, dove è stato impiantato il Museo di Roma in Trastevere, quale Sezione del Museo di Roma.

28 - 29 - 30

Proseguendo per Largo Fumasoni Biondi si sbocca in Piazza Santa Maria in Trastevere, che può essere considerata il cuore di Trastevere. Tutta la zona, dalla Piazza al Lungotevere, è la parte più caratteristica del già di per se stesso caratteristico quartiere romano, per i suoi Palazzetti di stile rinascimentale e le innumerevoli chiese, anche piccolissime, che sono presenti in ogni piazza, per i suoi vicoli e vicoletti assai numerosi, che si intrecciano creando scorci degni di essere immortalati.

A Piazza di Santa Maria in Trastevere troviamo un grande fontana ottagonale ed il Palazzo San Callisto, del seicento, di proprietà della Santa Sede, con un balcone, che sormonta il portale, realizzato da Orazio Torriani, autore anche dell'attigua chiesa di San Callisto, con la facciata sull'omonima piazza.

Nella piazza ha la sua facciata quella che può essere considerata la prima chiesa di Roma aperta al culto, Santa Maria in Trastevere.

Dalla piazza, attraverso Via di San Cosimato, si entra in Piazza San Cosimato, caratteristica piazza triangolare dove, sul fondo, si trova il complesso di San Cosimato, con l'Ospizio, già Convento, e l'annessa Chiesetta. Di particolare rilievo i due Chiostri.

31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36

Salendo per Via Manara, Via Mameli e Via Garibaldi si giunge nella piccola Piazza di San Pietro in Montorio, con l'omonima chiesa di San Pietro in Montorio.

Si prosegue per Via Garibaldi, che termina in Largo Porta San Pancrazio, passando per lo slargo con la Fontana Paola da cui inizia la Passeggiata del Gianicolo, che attraversa tutto il Gianicolo.

Al centro di Largo San Pancrazio vi è la Porta San Pancrazio, realizzata nel 1854 da Virgilio Vespignani, dove era quella realizzata da Urbano VIII distrutta dai cannoneggiamenti del 1849, durante la storica battaglia diretta da Garibaldi contro il Generale Oudinot per la difesa della Repubblica Romana. La Porta era anche conosciuta come Porta Aurelia o Porta del Gianicolo.

Percorrendo tutta la Passeggiata del Gianicolo si può gustare un magnifico panorama della città e alcuni particolari monumenti ed opere d'arte.

37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44

Si discende da Piazza Sant'Onofrio, per la Salita di Sant'Onofrio, fino a Piazza della Rovere da dove, seguendo Via di Porta Santo Spirito, Via dei Penitenzieri e Via Cavalieri del Santo Sepolcro, si giunge in Via Della Conciliazione, e quindi in Piazza San Pietro.

Riferimenti:
Isola Tiberina
Trastevere
Vaticano
Santa Cecilia in Trastevere
San Francesco a Ripa
Museo di Roma in Trastevere
Santa Maria in Trastevere
San Cosimato
San Pietro in Montorio
Gianicolo
Piazza San Pietro


Altre sezioni per - Chiese - Colli - Fotografie - Itinerari - Luoghi storici - Monumenti - Palazzi - Parchi - Ville



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito