Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
  OK  
roma-O-matic HOME
www.ROMA-O-MATIC.com - 7 Dicembre 2019 Sabato
italiano | english
 
  Spettacoli | Cultura | A tavola | Locali | Alloggi | Sanità | Sport | Servizi | Trasporti | Varie | Area utenti
   Cinema | Cinema Estate | Prevendite
   Biblioteche | Librerie | Monumenti | Musei | Poesie | Teatri
   Fastfood | Mercati | Ricette | Ristoranti
   Discoteche | Internet Cafe' | Music Club | Pub
   Agriturismo | Bed & Breakfast | Hotel | Residence
   ASL | Farmacie | Ospedali
   Palestre
   Documenti | Meteo | Municipi | Numeri utili | Uffici Postali
   Autonoleggi | Ferrovie | GRA | Metro | Parcheggi | Stradario | Taxi
   Feed-O-Matic | Help ricerche | Statistiche | Pubblicità | Copyright | Contattaci
   Registrazione
 
Monumenti
  monumenti | itinerari
Trinita' dei Monti
(Monumenti)
mappe
 
Piazza della Trinita' dei Monti - 00187 Roma Campo Marzio (Area 1)

Francesco De Sanctis, nel 1723-26, costruisce, col denaro offerto dall'ambasciatore francese Gueffier, questa scenografica creazione, per risolvere il dislivello, di 34 metri, tra il Pincio e la chiesa di Trinità dei Monti a 51 di altezza, e la Piazza di Spagna, sostituendola ad una ripidissima strada che conduce alla omonima chiesa.

Realizzata in travertino con 138 gradini, disposta su 3 piani, con delle piccole terrazze, da cui si può godere del panorama.

Dal 1951, tra aprile e maggio, sulle rampe vengono esposte azalee in fiore, inquadrano la chiesa della Trinità in un tipico scenario della primavera romana. Nell'estate la scalinata e la stessa Piazza sono teatro di sfilate di moda. Nell'edificio alla destra della scalinata ha sede la Fondazione Keats-Shelley Memorial . In quello opposto è Babington, la più antica sala da tè di Roma.

La Chiesa di Trinità dei Monti è una delle chiese francesi di Roma, iniziata nel 1502 per ordine di Luigi XII, consacrata nel 1585 da Sisto V, restaurata, dopo i danni dell'occupazione napoleonica, da Carlo Francesco Mazois a spese di Luigi XVIII.

L'interno conserva tracce dell'architettura tardogotica. In alcune cappelle affreschi di pittori del '500. Dalla antistante piazza, ornata dall'obelisco Sallustiano, che raggiunge l'altezza di metri 30,50, posto a fine '700 (i geroglifici sono una imitazione romana degli originali egizi), si nota uno splendido panorama.

Voto: in attesa di 3 voti | Vota: 1  2  3  4  5  
Preferiti: aggiungi | rimuovi  
Commenti: nessun commento | commenta
permalink
PREFERITI
per utilizzare la lista preferiti effettuare il login


Altre sezioni per - Chiese - Colli - Fotografie - Itinerari - Luoghi storici - Monumenti - Palazzi - Parchi - Ville



 
© Fabio Fontanella | note legali | pubblicità su questo sito