Ostia Antica

Via degli Scavi - 00119 Rome
Ostia Antica [Z.XXXV]
Ostia Antica [13E]

Fu Papa Gregorio IV (827-844) che, allo scopo di proteggere Roma dalle incursioni saracene, fece costruire,
in sostituzione del vecchio "castrum", un nuovo borgo, Gregoriopoli, in zona poco distante dalla vecchia
Ostia (
Ostia Scavi
) che, a causa del ripetersi delle incursioni barbariche e del progressivo interramento del Tevere,
era stata definitivamente abbandonata.

Nell'anno 830 la popolazione si era definitivamente e totalmente raccolta all'interno del nuovo borgo,
oggi identificabile con Ostia Antica.

Il nuovo borgo fortificato, che aveva mantenuto la Sede Vescovile prerogativa della vecchi Ostia, per alcuni anni
ebbe la sua importanza, sia come città cristiana che strategicamente: nell'anno 845 la flotta di Napoli,
Gaeta e Amalfi vinse una famosa battaglia navale contro gli Arabi, e successivamente nell'anno 888 gli Arabi
vennero nuovamente sconfitti dai Cristiani.

Ma la sua importanza non durò a lungo, e nel 1150 iniziò una lenta decadenza: in tale anno perdette la Sede Vescovile,
trasferita a Velletri; nel 1327 fu presa e saccheggiata dai Genovesi e l'anno successivo da Roberto Re di Napoli,
in lotta contro il Papato Avignonese. Ebbe un accenno di ripresa quando papa Martino V, tra il 1417 ed il 1431,
vicino al nucleo fortificato fece aggiungere una torre cilindrica a difesa del Tevere; successivamente nel 1483,
al tempo di Papa Sisto IV (Francesco della Rovere), il Cardinale Giuliano della Rovere vi fece costruire la Chiesa
di Sant'Andrea ed il Castello che fu realizzato da Baccio Pontelli.

La lenta ma massiccia avanzata della terra alla foce del Tevere, con conseguente allontanamento del mare
dalla città (che, dagli originari 400 metri, in cui si trovava all'epoca della fondazione la vecchia Ostia,
è oggi a circa cinque chilometri), portò ad una inesorabile inizio dello spopolamento della città lungo la costa
del Tirreno, dando inizio quell'insediamento che diventerà
Ostia Lido.


La definitiva fine della città avvenne nel 1575, quando un'inondazione del Tevere spostò il suo vecchio corso,
creando l'attuale ansa a nord ed allontanandosi dalla città; questa perse così la sua funzione di baluardo costiero,
e rimase solo come dogana papale fino alla fine dello Stato Pontificio.

Attualmente Ostia Antica è un borgo che ha mantenuto intatto tutto il suo sapore di antico e merita di essere visitato.
Il pittoresco nucleo centrale è nei pressi del CASTELLO: di forma triangolare, con una Torre cilindrica ad
uno dei vertici, è uno splendido esempio Rinascimentale di architettura militare, cinto da un fossato ha
i bastioni sormontati da beccatelli e merli.

Al primo piano è l'appartamento papale dove è il
Museo della Rocca,
che raccoglie documenti, disegni e ceramiche rinascimentali rinvenute negli scavi,
reperti relativi alla storia del Borgo e del Castello.

Affreschi attribuiti al Peruzzi sono visibili lungo la rampa cordonata, mentre al piano della piazza d'Armi
e nel torrione sono esposti reperti archeologici
dell'Isola Sacra
e della basilica paleocristiana di sant'Ippolito.

Accanto al Castello la Chiesa di Santa Aurea, dove è nata Monica, madre di Sant'Agostino, morta ad Ostia.

This site uses technical cookies, including from third parties, to improve the services offered and optimize the user experience. Please read the privacy policy. By closing this banner you accept the privacy conditions and consent to the use of cookies.
CLOSE