La penale

Gioacchino Belli

Li preti, già sse sa, fanno la caccia
A 'gni sorte de spece de quadrini.
Mo er mi' curato ha messo du' carlini
De murta a chi vò dì 'na parolaccia.

Toccò a me l'antra sera a la Pilaccia:
Ché giucanno co certi vitturini,
Come me vedde vince un lammertini,
Disse pe ffoja: "Eh buggiarà Ssantaccia!"

Er giorn'appresso er prete già informato,
Mannò a ffamme chiamà dar chiricone,
E m'intimò la pena der peccato.

Sur primo io vorze dì le mi' raggione;
Ma ppoi me la sbrigai: "Padre Curato,
Buggiaravve a voi puro: ecco un testone".

This site uses technical cookies, including from third parties, to improve the services offered and optimize the user experience. Please read the privacy policy. By closing this banner you accept the privacy conditions and consent to the use of cookies.
CLOSE