Villa Celimontana

Piazza Celimontana - 00184 Roma

La Villa si estende sulle pendici occidentali del Celio, sorretta da una maestosa muratura di sostegno in gran parte dell'epoca Flavia.
L'ingresso è su Piazza Celimontana, con un portale del tardo cinquecento proveniente da Villa Massimo.

La Villa, oggi parco pubblico, appartenne dal 1553 alla Famiglia Mattei che, nel 1581, diede incarico Iacopo Della Porta di sistemarla con un casino.
Durante i lavori di sistemazione il Senato Romano donò a Ciriaco Mattei un obelisco egizio, dedicato a Rames II, proveniente dall'ingresso
del Convento dell'Aracoeli; l'obelisco fu innalzato nella Villa, in cui è visibile sulla sinistra in fondo al viale d'ingresso.

Al centro della Villa, tra la sua stupenda vegetazione di conifere, palme, lecci ed allori che creano gallerie e séparé frammisti a statue,
sculture, cippi, colonne e marmi di scavo, ha sede, nella vecchia casina, la Società Geografica Italiana, fondata a Firenze nel 1867 e trasferita a
Roma nel 1872.

L'ingresso originario della Villa si trova in fondo ad un viale rettilineo che sbocca, con un monumentale portale, sulla Piazza dei Santi Giovanni e
Paolo (in cui si trova l'omonima chiesa).

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI