Madonna dei Monti

Via della Madonna dei Monti - 00184 Roma
Monti [R.I]
Esquilino [1E]

La Chiesa, il cui antico nome era Santa Maria dei Monti, fu eretta per dare una degna collocazione ad
un affresco del quattrocento raffigurante una immagine della Madonna, ritrovata nel 1579, in una vecchia
casa della zona. L'affresco si trova oggi sull'altare maggiore della chiesa.

La realizzazione, durante il Pontificato di Gregorio XIII (1572-1585), fu affidata a Giacomo della Porta,
e voluta dal Cardinale Guglielmo Sirleto, protettore della Pia Casa dei catecumeni e neofiti
(istituita nel 1542 da Paolo III per i convertiti dalla religione Ebraica).

Il Della Porta ispirò il suo progetto alla Chiesa del Gesù, realizzata dal Vignola con la facciata del Della Porta.
Essa era costituita da una grande navata, con una cupola tra navata e transetto con cappelle laterali.
La costruzione fu ultimata nel 1602 anno della morte del Della Porta.

La cupola fu affrescata con Angeli musicanti da Gentileschi e Nebbia; altri importanti
affreschi sono rappresentati da Storie di Maria di Guidotti, Croce, Sermei ed altri;
Ascensione di Cristo di Casolani; gli stucchi sono di Buonvicino; di Muziano è la "pala"
Adorazione dei Pastori.

Solo nel 1635 la Pia Casa dei Catecumeni e dei neofiti trovò la sua definitiva sede in un edificio,
vicino alla Chiesa, realizzato da Gaspare de' Vecchi per iniziativa del cardinale Antonio Barberini senior.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI