San Pietro in Montorio

Piazza di S. Pietro in Montorio - 00153 Roma
Trastevere [R.XIII]
Trastevere [1B]

La Chiesa fu costruita nel luogo identificato, tradizionalmente, con quello del martirio di San Pietro, in epoca anteriore all'anno 1000.
Nel 1472 Papa Sisto IV la concesse alla Congregazione francescana detta Amadeidi, che nel 1481 demolirono l'edificio, sostituendolo con l'esistente
su progetto di Baccio Pontelli; nel 1626 divenne proprietà dei Frati Minori.

La Trasfigurazione di Raffaello, che si trovava sopra l'altare maggiore, venne rimossa nel 1797 dai francesi, che poi la restituirono
dopo il Congresso di Vienna; oggi si trova nella Pinacoteca Vaticana, e nella chiesa è stata sostituita da una copia della
Crocifissione di San Pietro di Guido Reni (copia realizzata da Vincenzo Camuccini).

Altre opere di rilievo, conservate nella chiesa, sono la Flagellazione, eseguita da Sabastiano del Piombo su disegno di Michelangelo,
che si trova nella prima cappella a destra, e la Conversione di San Paolo di Giorgio Vasari nella quinta cappella; di fronte a quest'ultima
una tela dei "caravagisti" olandesi Dirk van Baburen e David van Haen.

Degno di rilievo è il "Tempietto", eretto tra 1502 ed il 1509 da Donato Bramante, al centro dell'adiacente chiostro: piccolo edificio a pianta
centrale con basamento a tre gradini e dodici colonne doriche, il Tempietto è ritenuto una delle più perfette costruzioni rinascimentali.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI