Quirinale

Piazza del Quirinale - 00187 Roma
Trevi [R.II]
Centro Storico [1A]

Il Colle alto 61 metri, così detto dal tempio del dio Quirino innalzato sul Colle dopo la vittoria di Romolo sui Sabini o dalla città di Curi, donde, secondo la leggenda, mossero i Sabini di Tazio per venire a stabilirsi su questa altura. Oltre il tempio di Quirino, vi sorsero altri santuari, l'esatta ubicazione dei quali finora non é stata stabilita.

Il Colle è costituito da un massiccio collinoso, diviso dal Pincio a Nord per mezzo della Valle Salustiana, e dal Viminale a Sud per mezzo della Valle Quirino, poi San Vitale.
Sui versanti Nord Ovest e Sud presentava nell'antichità pareti a picco con ripidi accessi. Aveva quattro quote: il Collis Latiaris (Santissimi Domenico e Sisto, Magnanapoli), il Collis Mucialis o Sanqualis (Villa Colonna e Palazzo del Quirinale), il Collis Salutaris (tra via della Dateria e via Quattro Fontane) e Collis Quirinalis (tra via Quattro Fontane e la chiesa di San Vitale), quote alterate dalla costruzione dei palazzi pontifici.

Il Quirinale ebbe grande importanza strategica, essendo unito al Capitolino da una sella, tagliata poi da Traiano, saldamente fortificato, con poche porte, e poi compreso entro la cinta severiana.
Nella divisione augustea entrò nella Regione VI (Alta Semita). Nell'epoca imperiale si spostarono i limiti regionali con la nuova cerchia aureliana, che incluse aree che erano prima suburbane.
Costantino innalzò le terme nell'area dei palazzi odierni della Consulta e Rospigliosi.
Dalla fine dell'età repubblicana fino a tutto l'Impero divenne un quartiere con carattere aristocratico.

Sulla sommità del Monte Quirinale si estende la Piazza del Quirinale dalla quale si accede al Palazzo del Quirinale.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI