Giovedì 25 Giugno 2020
#mangiare e bere #ristoranti

Gli X migliori arrosticini di Roma. Dove mangiare le rustelle abruzzesi.

Si sa, gli arrosticini non sono affatto un piatto della cucina romana.
Ma, sarà che con l'Abruzzo abbiamo in comune la tradizione pastorale e gli ovini non ci mancano, non è raro trovarli nelle osterie.

Sono degli spiedini di castrato (pecora tra i 6 mesi e i due anni), cotti alla brace, utilizzando un braciere dalla caratteristica forma a canalina (detta fornacella, furnacella, canala o canalina).

Ci raccomandiamo di mangiarli esclusivamente con le mani, sfilando la carne con i denti. E di rifiutare arrosticini di pollo, maiale o qualsiasi altro animale che non sia una pecora.

Nel link lista e mappa di posti dove potete mangiare arrosticini (lista ovviamente parziale, attendiamo la vostra collaborazione per aggiunte e modifiche).

Qualcosa di simile (per dimensioni e metodo di cottura, meno nel sapore) è possibile ritrovarla:
- negli "yakitori" giapponesi
- nei "chuanr" cinesi
- nei "satay" indonesiani thailandesi e malesiani
- nei "sosiates" sudafricani
- nel "kalamaki" (souvlaki) greco
- negli "isaw" filippini
- negli "anticuchos" peruviani
- nei "pinchos morunos" spagnoli
- nelle più nostrane "stigghiole" siciliane.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l’esperienza dell’utente. Si prega di leggere l'informativa sulla privacy. Chiudendo questo banner si accettano le condizioni sulla privacy e si acconsente all’utilizzo dei cookie.
CHIUDI